bollettino straordinario del 30 maggio 2001
SOCCORSOPOPOLARE

VITTORIA PIENA ALLA ARNEG
LA LOTTA DURA PAGA
LA SOLIDARIETA' DI CLASSE PAGA


DA NOTIZIE CHE CI GIUNGONO ADESSO L'ASSEMBLEA DEGLI OPERAI DELLA ARNEG HA
APPROVATO ALL'UNANIMITA' LA CONCLUSIONE TRATTATA NELLA NOTTE TRA DIREZIONE E
SINDACATI

VITTORIA SU TUTTO IL FRONTE, SONO STATE DATE AMPIE ASSICURAZIONI SULLA
RIASSUNZIONE DI CARLO BASSO, I SINDACATI SI SONO IMPEGNATI PUBBLICAMENTE A
CONCLUDERE IN POCHISSIMO LE VERIFICHE FORMALI, GIA' FATTE INFORMALMENTE E
CHE PERMETTONO LA RIASSUNZIONE DEL LAVORATORE INGIUSTAMENTE LICENZIATO

I GIORNI DI SCIOPERO VENGONO PAGATI IN DUE TRANCHES A TUTTI GLI OPERAI. E'
STATO SPAZZATO VIA IL RIFIUTO DELLA CONTROPARTE A TRATTARE CON GLI OPERAI IN
SCIOPERO.(LA STESSA CONFINDUSTRIA ERA VENUTA IN AZIENDA PER FAR PRESSIONE SU
QUESTO PUNTO)
IL DIRETTORE CHE AVEVA LICENZIATO, FATTO FUORI POLITICAMENTE, NON ERA
NEMMENO PRESENTE ALLA ULTIMA TRATTATIVA

VENGONO RAGGIUNTI ANCHE TUTTI GLI OBIETTIVI DELL'INTEGRATIVO AZIENDALE IN BALLO.

DETERMINANTI SONO STATI ANZITUTTO LA TENUTA DEGLI OPERAI, LA DUREZZA DEL COLPO OPERAIO (IL BLOCCO TOTALE DELLA PRODUZIONE). OGNI GIORNO DI BLOCCO TOTALE GLI COSTAVA UN MILIARDO DI PROFITTI ALMENO. SONO STATI CLAMOROSAMETE SMENTITI I CORVI CHE PARLAVANO DI UN POSSIBILE DISASTRO E DI UN ACCORDO AL RIBASSO