rom

ci penserà la Storia a schiacciarlo come uno scarrafone

 

    emil       -pdf

 Il popolo dei rom e dei sinti escluso dalla storia-pdf      

la persecuzione degli zingari-pdf

Rom, migliaia a Parigi - video/ foto
"Sarkozy, politica disumana"

Cortei in Francia, sit-in in Europa

15/09/2010Chi Rom e chi no /audio rai

qualche numero: quanti sono

France-Roms : chronologie d'une discrimination

Il razzismo viene dall'alto

arte radio Dossier spécial sur les expulsions de Roms par le gouvernement français.

tutta la città ne parla: nomadi audio rado3

mostra sulla deportazione    http://coalova.itismajo.it/ebook/Mostra/Default.htm

auschwitz necessità del capitale - link (vedi commento sotto)

Ho letto il documento.  Non mi sento di impegnare tempo ed energie mentali per confutare tesi del genere.  Gli argomenti sono quasi tutti rovesciabili, eperciò pseudo-argomenti (uno fra i cento: se è "il capitalismo" e la sua logica intrinseca ad avere generato lo sterminio degli ebrei, perché ciò avvennesolo in Germania, e non in altri "templi" del capitalismo? perché prendersela con gli ebrei, che erano una delle classi più dinamiche, ricche e produttive? perché allo sterminio presero parte attiva e convinta anche le classi più umili?  ecc. ecc.).   Quanto alla "bugia" della Shoah  (tesi - tra l'altro - in aperta contraddizione con la precedente, che anzi esalta le dimensioni dello sterminio), tra i miei documenti ho rinvenuto la descrizione di un libro della studiosa polacca Danuta Czech, che ha diretto a lungo il dipartimento di ricerche del museo di Auschwitz.    Questo libro ("Cronache di Auschwitz, 1939 - 1945", tradotto in inglese nel 1989) si basa su documenti originali polacchi e tedeschi.  E' largamente documentato l'uso della gassazione per accelerare le uccisioni di massa.  E' documentato il forte aumento della produzione del gas "Zyklon B", usato per praticarle.  E' riportata la frase del comandante di Auschwitz, Hoss, il quale ha lasciato scritto "La gassazione mi confortò:potevamo sterminarli, e ora sapevamo come farlo".  E altro.   A rovescio, le tesi negazioniste appaiono al limite del ridicolo.  L'ultima che ho letto è quella del noto vescovo Richard Williamson, che ancora lo scorso anno ha ribadito che nessun ebreo fu ucciso nelle camere a gas, ed ha citato a sostegno le affermazioni di Leuchter e altri, e cioè:  a) i gas usati erano molto pericolosi, e dopo avere ucciso le vittime avrebbero ucciso anche chi doveva rimuoverle (e l'uso di maschere???) ;   b)  un esperto USA ha visitato il campo e le presunte camere a gas, ed ha riscontrato che le porte delle camere non erano ermetiche, quindi il gas avrebbe ucciso anche i tedeschi (ma la visita dell'"esperto" è avvenuta negli anni '80, cioè 40 anni dopo ....);   c) per disperdere in cielo quei gas molto tossici ci sarebbero volute ciminiere molto alte: e nessuna foto aerea degli alleati ha mai fatto vedere ciminiere alte (siamo negli anni '40, in piena guerra, in mezzo ai boschi, e la contraerea non permetteva certamente delle tranquille ricognizioni a bassa quota ...)   Le tesi negazioniste di Irving, infine, sono state formalmente condannate da un tribunale tedesco.  Si può discutere se sia giusto condannare delle opinioni, sia pure infondate e offensive, ma non si può rifiutare il fatto che un tribunale ha verificato la fondatezza di quelle tesi e le ha riconosciute del tutto false.

        Elvio Fassone

 

A partire dalle esplusioni dei Rom in Francia, si torna a discutere anche in Italia di accoglienza, tolleranza e esclusione.

 

feste, farina e forche

L'Italia e' a rischio crescita bassa fino al 2017, quando ricomincera' a crescere
con tassi pre-crisi.

Chi lo dice? Sara' il solito nemico di Berlusconi.

Lo dice il direttore di Confindustria. 'Tantissime aziende -spiega Giampaolo Galli-
hanno fatturati del 30, 40 o 50% inferiori rispetto ai livelli pre-crisi, ed e'
impensabile che possano aspettare che spontaneamente si torni ai livelli del 2008, ai
quali torneremo solamente nel 2017.

Operai allenatevi a fare la fame, forse nel 2017 le cose andranno meglio.

Aspetta e spera
 L'apparato politico rappresentativo
è fatto in gran parte di arrivisti e corrotti. Questa è l'Italia a 65 anni dalla Resistenza.
Adesso si preparano tagli per tutti meno che per i parlamentari, che con i loro introiti non avrebbero bisogno di rubare.

 

Marco_Revelli   paura e libertà  

audio1  

  audio2/dibattito