indice archivio

good times, bad times/ diario del 2009/dicembre

la colonna sonora del mese è la ballata di Pinelli

12 

 audio Rbe su Pinelli

http://rbe.it/goodtimesbadtimes/2009/12/18/puntata-speciale-su-piazza-fontana-e-pinelli-2/

 

registrazione audio

 

dicembre 1969

 

correggiamo la precedente mail ricordando che  l'evento di sabato sarà preceduto da un'aperi-cena che inaugurerà la mostra "PIAZZA FONTANA 1969-2009" dalle 19,00

SAB 19 DICEMBRE ORE 21
FUMETTO+MOSTRA

in occasione del quarantesimo anniversario della strage della Banca Nazionale dell’Agricoltura, Francesco Barilli e Matteo Fenoglio presenteranno il libro a fumetti
Piazza Fontana
(BeccoGiallo, 2009). CLICCA QUI

Interverranno Fortunato Zinni, impiegato della Banca Nazionale dell'Agricoltura di Piazza Fontana, sopravvissuto alla strage, e Mauro Decortes del Circolo Anarchico Ponte della Ghisolfa di Milano.

A introdurre la serata il gruppo corale “Anonima Corista”, con canti anarchici e di protesta.

All’interno del locale sarà presente l’installazione “PIAZZA FONTANA 1969-2009” con contributi audio e video e con un’esposizione di tavole originali del fumetto.
Ingresso libero

Milano, 12 dicembre 1969. A metà pomeriggio la Banca Nazionale dell'Agricoltura in Piazza Fontana è ancora affollata per le contrattazioni del mercato agricolo e del bestiame, che per tradizione si tengono di venerdì. Alle 16 e 37, nel salone principale dell'edificio, esplode una bomba collocata per provocare il più alto numero di vittime: al piano terra, sotto il tavolo che si trova al centro della stanza, di fronte agli sportelli. Il bilancio finale è di 17 morti e decine di feriti. L'esplosione segna l'inizio della strategia della tensione e apre il sipario sui dieci anni più controversi e bui della più recente storia italiana.



--
Associazione Culturale Stranamore
Via Bignone, 89 Pinerolo(TO)
tel. 0121374981
associazione.stranamore@gmail.com
www.myspace.com/stranamore_pinerolo

Contatti:
Uff. STAMPA, MUSICA, richieste artisti> associazione.stranamore@gmail.com
GAS & DECRESCITA > paolobertol@tiscali.it
CINEMA > beppefenoglio@yahoo.it
LOCANDINE > diego.mometti@gmail.com

E la morte di Pinelli cambiò l'informazione

di Piero Scaramucci

su il manifesto del 16/12/2009

 

Al mattino del 16 dicembre del 1969 i giornali annunciavano che un anarchico era stato arrestato per la bomba di piazza Fontana e un altro si era gettato da una finestra della questura di Milano, essendosi visto incastrato, smascherato, perduto.
Quasi nessuno conosceva Pietro Valpreda, definito ballerino anarchico, debosciato, claudicante e ben presto animale, «belva umana» scrisse il Corriere d'Informazione, edizione pomeridiana del Corriere della Sera. E pochissimi conoscevano Giuseppe Pinelli, ferroviere anarchico, e quindi esperto di convogli e orari, certamente implicato negli attentati ai treni che nell'agosto di quello stesso anno per miracolo non avevano prodotto stragi. Poche ore prima di quegli annunci una marea mai vista di milanesi, muta, severa, dura come la pietra era affluita in piazza del duomo, formando una barriera umana silenziosa e senza vessilli, una barriera morale e politica che respingeva l'intimidazione della bomba, respingeva il messaggio chiaro a tutti: statevene a casa, l'autunno degli operai e degli studenti finisce qui. Rumor, presidente del consiglio, uscendo sul sagrato vide ed ebbe un sussulto, capì che non era il caso di accogliere l'invito che gli veniva dalla viscere dei servizi segreti, da ambienti militari e confindustriali a prendere provvedimenti restrittivi delle libertà, a mettere a frutto politico il varco che era stato aperto dalla strage. Lo capì Rumor e lo capirono tutti.
Appena il tempo di tirare il fiato ed ecco che la scure dello stato si abbatte sugli anarchici e colpisce tutto il paese. Che la pista anarchica fosse una macchinazione lo si intuiva. Ma l'arresto di Valpreda e soprattutto il suicidio di Pinelli apparvero sul momento come un colpo letale.
Fu allora, in quelle ore, che nacquero gli strumenti sui quali nei mesi, negli anni si costruì la risalita: la controinformazione, i giornalisti democratici, l'analisi politica che guardava di là dalla contingenza per vedere i connotati di un processo che aveva portato alla strage.
Proprio la morte di Pinelli fu la prima falla, più si scavava e più emergeva un figura limpida, incompatibile con la versione della questura, vittima due volte - come dirà 40 anni dopo il presidente Napolitano - di una ingiusta fine e di accuse infondate. Il racconto che mi fece Licia Pinelli, nell'intervista ora ripubblicata con il titolo Una storia quasi soltanto mia, descrive il percorso, epico, per sfondare il muro dei depistaggi.
Pinelli, una finestra sulla strage, scriverà Camilla Cederna, da quella finestra si cominciò a vedere il percorso della strategia della tensione, un pluridecennale complotto contro le conquiste politiche e sociali, che coinvolgeva lo stato, per disarticolare la democrazia, per indurre forme di governo autoritarie, controllo dell'informazione, demonizzazione delle opposizioni, svuotamento delle funzioni del parlamento. Guardando al presente pare che quella talpa abbia lavorato bene. E se l'antagonismo che allora ridiede forza e consapevolezza alla democrazia non si rifà vivo c'è da aspettarsi di peggio.

 


i colori del natale - pdf

Il Natale ai giorni d'oggi




Natale sicuro e tempi moderni...........

     ..ai tempi di oggi,forse, andrebbe  così ...??!!!



           25 dicembre 2009

           "Trovato neonato in una stalla - La polizia e i servizi
sociali indagano. Arrestati un falegname e una minorenne"

           BETLEMME, GIUDEA -


           L'allarme è scattato nelle prime ore del mattino, grazie
alla segnalazione di un comune cittadino che aveva scoperto una
famiglia accampata in una stalla.
                       Al loro arrivo le Forze dell'ordine,
accompagnate da assistenti sociali, si sono trovate di fronte ad un
neonato avvolto in uno scialle, e depositato in una mangiatoia
frequentata da bestiame, dalla madre tale Maria H. di Nazareth,
identificata come appena quattordicenne.
                       Al tentativo delle forze dell'ordine e degli
operatori sociali di convincere la madre e il bambino  a salire sui
mezzi blindati  e adeguatamente  riscaldati un uomo, successivamente
identificato come Giuseppe H. di Nazareth, ha opposto resistenza,
spalleggiato da alcuni pastori e da tre stranieri presenti sul posto.

                       Sia Giuseppe H. che i tre stranieri,
risultati sprovvisti di documenti di identificazione e permesso di
soggiorno, sono stati tratti in arresto. Il Ministero degli Interni e
la Guardia di Finanza stanno indagando per scoprire il Paese di
provenienza dei tre clandestini.. Secondo fonti di polizia i tre
potrebbero infatti essere degli spacciatori internazionali, dato che
erano in possesso di un ingente quantitativo d'oro e di sostanze
presumibilmente illecite. Nel corso del primo interrogatorio in
questura gli arrestati hanno riferito di agire in nome di Dio, per cui
non si escludono legami con Al Quaeda.

           Le sostanze chimiche rinvenute sono state inviate al
laboratorio per le analisi di prassi.

                       La polizia mantiene uno stretto riserbo sul
luogo in cui è stato portato il neonato. Si prevedono indagini lunghe e
difficili. Un breve comunicato stampa dei servizi sociali, diffuso in
mattinata, si limita a rilevare che il padre del bambino è un adulto di
mezza età, mentre la madre è ancora adolescente. Gli operatori si sono
messi in contatto con le autorità di Nazareth per scoprire quale sia il
rapporto tra i due.

                       Nel frattempo, Maria H. è stata ricoverata
presso l'ospedale di Betlemme e sottoposta a visite cliniche e
psichiatriche. Sul suo capo pende l'accusa di maltrattamento e
tentativo di abbandono di minore. Gli inquirenti nutrono dubbi sullo
stato di salute mentale della donna, che afferma con convinzione di
essere ancora vergine e di aver partorito addirittura il figlio di
Dio.

                       Un accreditato professionista dei Servizi
Sanitari competenti  ha dichiarato oggi in conferenza stampa: "Non sta
certo a me dire alla gente a cosa deve credere, ma se le convinzioni di
una persona possono mettere a repentaglio - come pare in questo caso -
la salute e/o la vita di un neonato, allora la persona in questione
rappresenta un rischio sociale. Il fatto che sul posto siano state
rinvenute sostanze stupefacenti non migliora certo il quadro. Sono
comunque certo che, se sottoposte ad adeguata terapia per un paio di
anni, le persone coinvolte - compresi i tre presunti trafficanti di
droga - potranno tornare ad inserirsi a pieno titolo nella società."

                       Pochi minuti fa si è sparsa la voce che anche
i contadini presenti nella stalla potrebbero risultare consumatori
abituali di droghe. Pare infatti che affermino di essere stati
praticamente costretti a recarsi presso la stalla da un uomo molto alto
con una lunga veste bianca e due ali sulla schiena (!), il quale
avrebbe loro imposto di festeggiare il neonato.

                  Un portavoce delle autorità locali ha così
commentato: "Gli effetti delle droghe a volte sono imprevedibili, ma si
tratta senz'altro della motivazione più assurda che io abbia mai
sentito da parte di presunti tossicodipendenti."


il partito dell'amore


«Non basta sottomettere più o meno pacificamente le masse al nostro regime, inducendole ad assumere una posizione di neutralità nei confronti del regime. Vogliamo operare affinché dipendano da noi come da una droga.»

Joseph Goebbels

 
Joseph Goebbels
r
NEWS DAL WEB
 
 

 

 

 

"Il soldo al soldato" di Bordiga
La repubblica dei preti
Amadeo Bordiga, Humanitas
In Memoria di Amadeo Bordiga
1937 Piombo, mitraglia, prigione
Sette comuni su 10 a rischio frane
"Il carcere ci sta uccidendo, aiutateci"
G20, il nuovo ordine mondiale
G20, Police Brutality in Pittsburgh
Lakers Rioters Loot and Vandalize
G20: Epic Undercover Police Fail
Azienda dei suicidi sconvolge la Francia
Crisi delle borse, intervista a Fini
Irrazionale svalutazione del dollaro
Anche l'economia è una bugia
La globalizzazione in bancarotta
Afghanistan, raid olandese fa strage
Gaza: in un anno i poveri sono triplicati
Gradisca: un video mostra i pestaggi
Eurostat: quasi 22 milioni di disoccupati
L'anno nero della disoccupazione
Inps, un milione di disoccupati
I raccoglitori di pomodori in Italia
Milano: bus blindati per i rastrellamenti
La nube tossica covava il cancro
Caritas ambrosiana: ''E' guerra tra poveri"
Bambini cinesi nati con malformazioni
Clima, la Cina ci salverà?
Chhattisgarh: ingegneri cinesi in fuga
Abissi radioattivi nel Mediterraneo
Grecia: Karamanlis contro Papandreou
I nuovi "conquistadores" spagnoli
Guinea: il massacro silenzioso
Il wireless aiuterà gli spioni
Twitter raggruppa stormi di seguaci

 
 

 

 

Il futuro che sognano i borghesi...
Il futuro del capitalismo è fatto di lacrime
Ostinati ed immobili marxisti
Kevin Kelly: un singolo Supercomputer
Il mondo è piccolo ed è a portata di rete
L'Ocse lancia l'allarme disoccupati
Cina, 40 milioni di posti di lavoro persi
Operai cinesi: occupazioni e blocchi
Singapore: crisi dei trasporti marittimi
Tijuana, dove finisce il sogno americano
Ecomigranti, la nuova emergenza
Sangue e torture nelle carceri libiche
Cento immigrati nella tendopoli lager
Bonus e speculazioni sono già tornati
E' record: in Italia 64.179 detenuti
Afghanistan, una guerra costosa
Afghanistan, vittime civili
La guerra degli italiani in Afghanistan
Afghanistan, effetti collaterali
Afghanistan, strage Nato a Kunduz
Afghanistan, una guerra impopolare

 

 

Rinfrescare la memoria (prima parte)
Rinfrescare la memoria (seconda parte)
Rinfrescare la memoria (terza parte)
Alleluja: tutti quanti in Vaticano!
Perché i Talebani stanno vincendo
I civili afgani continuano a morire
Caccia italiani pronti a volare a Herat
L'onestà dei ministri italiani
Ossezia del Sud, risale la tensione
Congo, la nuova guerra per i pc
Iraq, Esercito e polizia fedeli ai partiti
Le compagnie siano meno "avide"
Autunno: 200.000 posti a rischio
Un esplosivo tranquillo autunno
Il Pil italiano crolla del 6%
Cacciati dal lavoro. Sfrattati da casa
Sgombero Innse, tafferugli in strada
INNSE. Appunti di una storia di lotta
La crisi, Keynes e gli stimoli
I colossi Usa alla guerra dell'eBook
Furgoncini da esecuzione negli USA
Emergenza sociale in California
Usa a rischio di esplosioni sociali
Operai e township, polveriera Sudafrica
Licenziamenti: operai francesi in rivolta
La crisi Usa e le follie degli euroasiatici
Operai coreani asserragliati in fabbrica
Avvelenamento di bambini in Cina
Hunan: la polizia arresta 6 dimostranti
Cresce disoccupazione in Cina
Cina: operai in rivolta uccidono manager
Detenuti in lotta vs Pacchetto Sicurezza
Il racconto della sommossa di Gradisca
Documenti sulla rivolta greca del 2008
Murdoch: tutto ha un prezzo
Internet e il futuro della conoscenza
Torrentisti di tutto il mondo, unitevi

 
 
Forza - Successo - Diritto
Religione, scienza, marxismo
Il "destino dell'uomo"
Di fronte alla Repubblica
Polizia nelle scuole e nelle banlieues
Parigi: sgomberata la Bourse...
I quotidiani scontri in Cina
Il Boom del doppio-lavoro
Il lungo declino dei salari
L'Italia dei precari di mezz'età
L'esercito dei disoccupati
Fiat taglia 10.000 posti
Così gli agenti uccisero Federico
La militarizzazione dell'Aquila
Cannonate inglesi su Silvio
239 milioni di disoccupati
Video della rivolta in Grecia
L'Onda tedesca sfida l'estate
Gli "ecoprofughi", 80 milioni
La Banca cinese e la Fed
Moldova sull'orlo di una crisi
Milano: cresce numero suicidi
Pakistan, mattatoio Swat
Record spese militari
Fao: un miliardo di affamati
La fame nel mondo
"Riformiamo la finanza"
Teheran, un milione in piazza
Tecnologie europee per censura
Intervista a uno degli studenti
Centinaia di arresti a Teheran
La terza ondata di crisi
La Lombardia è in crisi
Italia: crolla l'occupazione
Export: mai così male dall'86
I tentacoli della mafia in Italia
Petrolio raddoppiato in 3 mesi
Crisi: Confindustria vede nero
Ue, persi 2 milioni di posti
Italia: debito pubblico record
Ronde nere, la procura indaga
G8 lancia allarme disoccupazione
Lavoro minorile nella crisi
Povertà per 36% bambini
Fao: affamate miliardo di persone
L'Azienda Italia a picco
Termini Imerese, bloccati i treni
Donne vendute come schiave
Una tipica missione di pace
Polizia dalla mano pesante
Massacri militari in Colombia
Non sicure 37mila dighe cinesi
Grecia, ancora piombo

 

Infamia della controrivoluzione
In ricordo di Palmiro Togliatti
Sulla riedizione di "Struttura"
Elogio della pazzia...
Biodiversità: declino mondiale
La depressione mondiale
Obama e la crisi globale
L'affondo del dollaro
La Cina e le riserve auree
La prossima rivoluzione
Il lato oscuro di Dubai
Parigi: legge ammazza P2P
Francia, divieto di download
Irlanda, gli abusi dei cattolici
Io fratel pedofilo (Italia)
Il costo del lavoro forzato
Sulla strana influenza suina
Il fronte interno israeliano
Piano Lieberman, primo atto
Fosforo bianco in Afghanistan
Afghanistan: massacro continuo
Afghanistan: 147 morti a Farah
Raid americani in Afghanistan
La guerra al tempo della crisi
Lacrime, spinte e manganelli
Soldati italiani uccidono bambina
Human Rights Watch protesta
Ci trattano come bestie, salvateci
Li avete mandati al massacro
La traversata del deserto
E adesso cosa accadra' loro?
Niente diritto di asilo
Maroni: respinti 500 migranti
Italia, primato omicidi di trans
"Controllati anche al wc"
Atene: neonazisti all'attacco
Grecia: la storia dei palazzi
Portogallo, Setubal come Parigi
Raid disoccupati autorganizzati
Professione sottoprecari
Gli armamenti non vanno in crisi
Che affare il disoccupato
Debito pubblico: 1.740 miliardi
La crisi aumenta la precarietà
In crisi una famiglia su cinque
Una strage per risparmiare
Carceri in mare, Genova si ribella
Le felpe nere di casa Pound
Al San Paolo come alla Diaz
Sri Lanka: peggio di Srebrenica
Sri Lanka, un bagno di sangue
Bombardamenti sui Tamil
Doccia fredda su Pechino
Pechino accumula minerali
Hunan: tensioni fra i contadini
Zhejiang: raid della polizia
Schiavi-disabili nelle fabbriche
Ferrovie, il grande balzo cinese
Crollo dell'economia giapponese
Taliban alla conquista del Pakistan
Islamabad: un milione in fuga
Il tabù della guerra a kabul
Somalia, civili in fuga
Moneta web, la Grande corsa

 

 

 

 

Mai la merce sfamerà l'uomo
La classe dominante non piange
La coltivazione delle catastrofi
La parola alla minoranza
Il mondo borghese è uno
Borse e materie prime
Il crollo del 2009 e il 2010
La rottura del sistema...
Crisi, e' passata la tempesta?
Il crollo globale peggiore
La crisi e il canto delle sirene
Roubini stronca gli ottimismi
Macché fine della crisi
Lotte operaie e banlieue...
Rapporto censiva rischi
Edifici costruiti con sabbia
Cina: tensioni salariali
Stop alle credit card
Che noia il collasso...
Inevitabile default Usa
Istat: povertà assoluta
La norma salva manager
Sei mesi senza acqua e soldi
Il ritorno degli invisibili
UE: la rivolta silenziosa
Europa della vergogna
Pinar, l'ipocrisia umanitaria
I nostri tre giorni d'inferno
Detenuti in affitto
Il sistema dei derivati
Polveriera Pomigliano
La guerra alla pirateria
I soldi per la guerra
La crisi e i soldi per le armi
Il muro della discordia
Sull'assassinio di Lonzi
Casolare lager in Puglia
Italia: debito da record
Altri 5 manager sequestrati
Cyber-attacco al Pentagono
Condannata Pirate Bay
Pirate Bay: è solo l'inizio
Condannati i creatori del sito
Chi ha costruito l'ospedale?
Pestarono a morte un clochard
Brasile: un muro li separerà
La Turchia e l'amico americano
Giappone: deficit commerciale
Pioggia di dollari sul Pakistan
Sri Lanka, la grande fuga
Il Kazakistan in crisi
L'Iraq, la Shell e la Cina
Lavoratori siriani in Libano
Palestina senza acqua
La ripresa cinese non è stabile
La Cina corteggia il Caspio
Morto Ballard, lo scrittore

144


Nella rossa luce del sacrifizio
Dibattito nella Frazione (1936)
Chiave dei cambi di scena
Fremono le natiche assessoriali
Gran Bretagna, rischio povertà
Le preoccupazioni di Soros
Contro l'idolatria del denaro
La crisi e la guerra tra poveri
Container fermi sulle banchine
Grecia, esplode la crisi
Russia, si sgonfia la bolla
La fuga dallo yen
La grande crisi finanziaria
Pil: mai così male da 30 anni
Lavoratori senza diritto
Dovrei ma non posso
Crisi Usa: La nave dei folli
Londra, guerra tra bande
Cina: migranti licenziati
Cina: scontri polizia-operai
Asia: disoccupazione record
Chimerica, le nozze in crisi
Timori per guerra commerciale
Sindacato cinese: forze ostili
Regolamentazione sciopero
La grande ondata di suicidi
La crisi e l'impennata di suicidi
Lampedusa: il lager in fiamme
Lampedusa: isola militarizzata
Gli stupri e la fabbrica dell'odio
Bavaglio di governo al web
Afghanistan, un anno "mortale"
Collisione tra sottomarini nucleari
Vendite auto, Cina sorpassa Usa
Giappone: Pil giù del 12,7%
Sul "Pacchetto sicurezza"
Il debito verso nuovi record
Gli immigrati tenuti ai margini
Protezionismo: l'ipocrisia del G7
Aumento disoccupati, giù consumi
2009. Il ritorno della depressione
California: carceri sovraffollate
Le carceri italiane scoppiano
Clochard, una tragedia senza fine
Casa, il Sunia: emergenza affitti
Scuola: a rischio 28 mila precari
Italia: il tessile travolto dalla crisi
Milano: la polizia carica gli operai
"L'Italia verso le leggi razziali"
I precari rischiano l'estinzione
Ue, in 4 mesi persi 130mila posti
Sri Lanka, il massacro continua
Il declino del bioetanolo
Nuovo sito sui fatti greci
Pakistan, la vittoria dei talebani
Congo, terra di conquista
Diamanti, vip e indigeni
Afghanistan: italiani al fronte
Francia: la battaglia dell'Oltremare
Guadalupa, continuano gli scontri
Sommosse anche in Martinica
Esplode la Martinica
Gaza in attesa tra le macerie
Gli Usa cacciati dall'Asia centrale
Unicredit: rischio economico
Tu chiamali se vuoi, licenziamenti
La censura viaggia su Internet

 

Vittorio Faggioni (1918 - 2005)
Corrispondenza socialista e altro
Due articoli sulla guerra di Spagna
Manifesto agli operai spagnoli
Cina: il governo teme disordini
Contadini aiutati e sfruttati
Cina: 20 milioni di disoccupati
Le vittime della recessione
Lotte nell'Europa dell'Est
Crisi: proteste nell'Est
Bulgaria, agricoltori in lotta
Laboratorio Grecia
Pireo bloccato contro la crisi
Vento di rivolta in Grecia
Germania, sciopero contro crisi
La crisi in America Latina
Brasile, polizia occupa favela
Sciopero generale in Francia
Censura in Gran Bretagna
Italia lacerata da tensioni razziali
Il Grande Fratello della Gelmini
Noi vittime dei preti pedofili
Registro nazionale dei clochard
E dal 2010 pensioni più basse
La riforma dei contratti
Cassa integrazione record
Pomigliano: scontri polizia-operai
Contro la salute dei sans papier
Scandalo: finanziamento comuni
Il costo della vita in Afghanistan
Usa: fanteria (molto) pesante
Uno dei conflitti insabbiati
Teheran lancia il primo satellite
Usa in guerra contro i pirati
Continua la caduta degli Usa
50 milioni di disoccupati in più
In crisi la classe media mondiale
Si rompe il patto tra Usa e Cina?
Il nuovo colonialismo
Iraq: battaglia contro la brutalità
I guadagni di trader e manager
Unicef: il rischio della fame

Gli avvenimenti di Spagna
Spagna "libera, forte e felice"
Glorie del capitalismo...
I 150 anni dei Grundrisse
2008: un anno di guerre
La deflazione colpisce duro
Il paradosso di Bernanke
Lo spettro della deflazione
Auto: crollo del mercato Usa
Crisi, tagli in tutto il mondo
L'anno nero dell'automobile
Il fronte interno americano
Dalla Bielorussia con amore
Usa, i due volti della crisi
La crisi in Cina e nel mondo
Cina: riforme nella scuola
Cina: nel 2009 più rivolte
L'inquinamento in Cina
Gaza: il silenzio di Obama
Gaza: racconti dell'orrore
Israele usa il fosforo bianco
Fosforo bianco a Gaza?
Gaza: lo scopo del massacro
Il ventesimo anno
Non è un problema di Gas
Come siamo arrivati a qui?
Somalia, il momento della verità
La truffa delle Nazioni Unite
Italia: caro guerra
Affari sinistri in Italia
La sinistra da rifare (?)
Gli Italiani si impoveriscono
Italia: Finanziaria armata
Torna l'incubo debito pubblico
Università, la riforma passa
Il governo certifica la crisi
Germania: la crisi del Pd
Fortezza UE: 13.351 morti
Il dramma dei "clandestini"
Le porte insanguinate d'Europa
Via libera agli hacker-sbirri
Boom di cassa integrazione
Scandalo Formato G8
Forzati in nero per il G8

 
 

 

Vomitorium Montecitorii
Sprofondo Nord
L'Italia vola in guerra
La grande alleanza rifiuti
La povertà in Italia
La crisi dell'ottimismo
Morire di Lavoro
Il peggio non è passato
Un'agenda per il pianeta
Perchè uccidere Saviano?
Predirre la rivoluzione
Il falò delle banalità
Pensioni: allarme fondi
Allarme fondi pensione
Salvare i fondi pensione?
La famiglia uccide
Schiavo per 2 euro e mezzo
Privatizzazione dell'acqua!
La Cgil  è leghista?
Se l'acqua diventa un lusso
Fmi: Paesi chiedono aiuto
Tra lobbisti e clintoniani
L'inferno della fabbrica
Il sapere europeo online
Messico: esercito a Tijuana
Grecia: fine pena mai
Usa: videogame di guerra
La Cina in America Latina
Iraq: accordo difficile
La guerra in Somalia
Genova: si sono assolti
Quando i soldati piangono
Pechino e la disoccupazione
Guerriglia urbana a Longnan
Gansu, folla fronteggia polizia
Cina: latte alla melamina


E' il capitalismo che ci appesta
Anche Gramsci sbagliava...
L'astensionismo
Il mondo dopo Wall Street
Il piano di salvataggio
Il totalitarismo invertito
Guerra senza frontiere
Usa: elezioni e militari
Cossiga: bisogna fermarli
Boom di pignoramenti
L'Italia si conferma povera
La débâcle dei fondi pensione
Rapporto 2008 sulla povertà
Cassa integrazione: + 70%
La Terra è consumata!!!
Sciopero il 12 dicembre
Congo: un milione in fuga
Repressione in Colombia
L'India sull'orlo dello scossone
L'asse di stabilità per l'Asia
In tema di neutralità: Al nostro posto
Il virus dei fondi pensione
Famiglie sempre più povere
I consigli di Cossiga
Scommesse contro l'Italia
S'ammalano di povertà
Rallenta l'economia mondiale
Il comandante Barack
Congo: la guerra del coltan
Les migrantes de la patrie

Un comunismo per il fututo
Lo storico del nazionalcomunismo
Aspettando la rivoluzione
L'incubo d'esser nati bastardi
Esercito nelle grandi città
Kuwait: i forzati del lavoro
Golfo: navi, aerei e missili
Il dramma dei bambini-soldato
Sudafrica, il tempo è scaduto
Tskhinvali è il centro del mondo?
Tbilisi firma il piano di pace
La guerra negata
Noi in prima linea
Le mani sulla sanità
Turchia, un Paese in bilico
Turchia post-attentato
L'India al bivio
Iraq, sindacalisti rischiano
Alleanza russo-venezuelana?
Fannie e Freddie preoccupano
Scommettono contro l'America
Non ce ne andiamo
Sentenza-amianto a Marghera
Caos ad alta velocità
Seveso dopo 32 anni
Lo scandalo morti bianche
Quelle vittime di serie B
Dove l'auto non si ferma mai
Autunno caldo in Croazia
Olio di frittura o biofuel?
Italia, più morti bianche che omicidi
Debiti, l'incubo degli studenti Usa
USA: il grande esproprio
La crisi che bruciò 1000 miliardi
Killing me softly

 

 

La borsa degli avanzi
I nonni a rubano
Vietnam, sciopero alla Nike
Asia e Africa: focolai di ribellione
Riso alle stelle in Asia
La battaglia del grano
Artico, arrivano anche gli Usa
Ma quanto mi costi
Turchia: scontro istituzionale
Summit India – Africa
Soldati USA esausti
Ora è globale anche la fame
 E’ uno stato sociale?
Iran: energia in libertà
Vertici Nato e Usa-Russia
La crisi del pane in Egitto
Il colpo dell'anatra zoppa
Nato, il vertice di Bucarest
L’esercito del Mahdi
La decisiva battaglia di Baghdad

 

Il libro bianco del bordighismo
Dizionario dei chiodi revisionistici
Cristo rosso vale Cristo nero
Il peso specifico dell'oro di Dongo
Cina, operai contro
Cina, dalle rivolte alle bombe
La Turchia vs Pkk
Caos in Turchia
Guerra all'Iran?
Manette mentali
Russia: esercitazioni militari
Il Belgio torna nel caos
Palestina: peggio dell'apartheid
Terrorismo di Stato
La guerra cibernetica
Addio a suv e fuoristrada
Usa: la lista nera
La ritirata del neoliberismo
Contrordine, si statalizza
Collasso dell'economia USA
1929, reloaded
Quella voglia di ottimismo
Italiani: è incubo precarietà
Il decreto sicurezza è legge
Saccà Connection
Tavaroli. "Le abbiamo chiesto troppo" (1)
Tavaroli: "Dossier sui soldi ai ds" (2)
Il popolo dell'austerità
"Alla Diaz massacro e bugie"
Sull'orlo della bancarotta
Essere o non essere (un pirata)?
Rivolte in Cina
Guangdong: aumenti salariali
L'Armada contro i migranti
Kibera, l'inferno degli ultimi

 

Hikikomori
ONG business
La società dei proprietari
Lavoro Killer
Speculazione e biocarburanti
La casa va a fuoco
Le fondamenta dell'America
La guerra nell’ovest
Prigionieri del lavoro
Il D-Day del Kosovo
Iran: programmi militari
L’Afghanistan e la Nato
Il "nuovo corso" turkmeno
Il groviglio d´Europa
Carceri sovraffollate
Russia, Cina, USA
La perdita di un’ultima fede
Iraq, la ricostruzione che non c'è
Siria, cresce il divario nella ricchezza
La Russia contro l'Europa sul Kosovo
Voli Cia, Londra ammette
Missile da una portaerei Usa
Israele e Hezbollah
Cavi sottomarini tagliati?
Borsa petrolifera iraniana
La fragile egemonia del dollaro
Giappone: fuga dal dollaro
Africom, sarà per un'altra volta
Rifinanziata la guerra in Afghanistan
Mutuo soccorso
Cina, miniere come porcili
Via dalle strade di Baghdad
Pechino e Xinjiang
Il Pakistan a pezzi
Galles: 7 suicidi-fotocopia
Un nuovo socialismo?
L'impatto della recessione
Un’altra rivoluzione colorata?
Una scomoda offensiva
Lavorare nei call center
Haiti, fango a colazione
I nuovi colonizzatori cinesi
La popolazione è alla fame
Nel 1976 prove  di golpe
Il più grande ritiro di carne
I rifiuti hi-tech europei
Le connessioni mondiali
Il futuro della Silicon Valley
Nella crisi, l’ottimismo
Giappone, allarme suicidi

 

 
Un altro blues per i vostri verdoni
Nascerà un nuovo equilibrio mondiale?
Clima, la Terra presenta il conto
Alla ricerca di petrolio, Pechino esplora il fondo dei mari
Lo sviluppo industriale fa "impazzire" il clima cinese
Sciopero ad oltranza per aumenti salariali
La prima cyber università
Ong: terrorismo e neocolonialismo
Voci che negano nel deserto
Un racket controlla la vendita del sangue
Atomiche USA in Italia
Shanghai entra nell'Olimpo delle Borse
Contadini condannati per "estorsione"
Una Siberia comune per Mosca e Pechino
I sensori che si auto-organizzano e comunicano
Esperimento cohousing
Autobiografia di un disertore americano