COMUNE DI FENESTRELLE

Oggetto Comunicazione in merito al "programma di riqualificazione e valorizzazione idroelettrico e idrologico ambientale del torrente Chisone.

PRE MESSA

In merito all'oggetto questa Amministrazione comunale, ha organizzato nel corso di quest'anno alcune serate nelle quali sono stati ampiamente illustrati a cura di Amministratori Provinciali, di Comunità Montana , di esperti degli enti e delle imprese interessate. i progetti di realizzazione delle condotte fognarie e delle centrali idroelettriche sul torrente Chisone. Anche dopo tali riunioni chiarificatorie, la popolazione ed i rappresentanti delle Associazioni locali hanno manifestato una consistente contrarietà non sul riordino degli impianti fognari, quanto invece sui progetti di realizzazione delle previste centrali idroelettriche.Alle contrarietà manifestate pubblicamente si è aggiunta una raccolta di firme ( 350 firme su 450 aventi diritto al voto) di adesione al "Comitato per la salvaguaIldia del torrente Chisone'' che esprime una posizione nettamente contraria alle nuove centrali di cui sopra.

Il Consiglio Comunaledi Fenestrelle, anche in sedute informali ha avuto dibattere più volte l'argomento senza venire tuttavia chiamato, finora ad esprimere votazioni di sorta.

Nell'ultimo incontro tenutosi a Fenestrelle lo scorso mercoledì 13 settembre, presenti tutti i Consiglieri Comunali (Maggioranza e Minoranza) , rappresentanti di associazioni e di cittadini, dopo l' ennesima illustrazione del progetto da parte dell' ing. Daviero, consulente della Comunità Montana, e dell'ing. Malerba della ldrodata (incaricata dalla Idroval), il Presidente della Comunità Montana Prinzio ha richiesto, in vista di prossimi incontri presso la Provincia di Torino, che il Consiglio Comunale di Fenestrelle esprimesse seppur informalmente, un precisa posizione in merito all'intera problematica, al fine di tenere in debito conto il manifestarsi di significative contrarietà locali al progetto di valle.

Nella stessa riunione venivano altresì ipotizzate alcune modifiche al progetto originario consistenti essenzialmente nella eventuale spostamento della centrale in progetto denominata Idropadana 2 a valle dell'abitato di Chambons, ipotesi da tenere in considerazione nel parere del Consiglio.

Premesso quanto sopra, i Consiglieri Comunali di Fenestrelle, riunitisi in data martedì hanno espresso le indicazioni che seguono.

I Consiglieri Comunali del Comune di Fenestrelle

dopo avere attentamente valutato e discusso quanto in sintesi si riporta appresso.

1 ) esaminato e discusso il programma di riqualificazione e valorizzazione idroelettrica e idrologico-ambientale del torrente Chisone;

2) esaminato le bozze di convenzioni e di protocollo di intesa fra imprese ed enti pubblici deIla valle;

3) sentito le relazioni dei tecnici e degli esperti nel corso dei vari incontri;

4) sentito il parere degli amministratori provinciali e della Comunità Montana intervenuti nelle riunioni di cui sopra;

5) sentito il Sindaco e la Giunta esecutiva a seguito di ulteriori incontri tenutisi con la Comunità Montana al riguardo;

6) esaminata la presa di posizione del Comitato per la salvaguardia del torrente Chisone che ha promosso in valle una raccolta di firme di contrarietà alla realizzazione delle centrali idroelettriche in progetto;

7) tenuta in primaria considerazione la volontà della prevalenza della popolazione residente, di cui i Consiglieri Comunali sono portavoce e rappresentanti presso le istituzioni ed in particolare VlSTO

l' esito della raccolta di firme raccolte in loco dal Comitato per la salvaguardia del Chisone; .

8) vista ed esaminata la successiva proposta verbalmente manifestata dalla Comunità Montana in data 13 settembre 2000 in merito ad un arretramento verso valle ( oltre l' abitato di Granges) nella realizzazione della centrale denominata IDROPADANA 2 già con captazione precedentemente prevista presso il rilascio dell' attuale centrale denominata ENERGIE 1 ;

9) visto ed esaminato ogni altro documento informativo in possesso sui progetti in questione;

10) valutato tuttavia che ogni decisione sulle modalità di gestione integrata del torrente appaiono premature considerato che stanno per essere completati ed entrare in vigore sia il Piano Regionale delle risorse idriche, sia soprattutto il Regolamento Provinciale di gestione delle risorse idriche, che determinerà la gestione compreso il potenziale sfruttamento idrico attualmente allo studio di una commissione di esperti voluta dall' Assessore competente, relativamente ai 10 bacini idrici provinciali, compreso il torrente Chisone; considerato che in tali piani verrà valutata la propensione di ogni torrente ad uno sfruttamento non solo economico, come quello che ora si prospetta, ma anche turistico, biologico,ambientale, ittico ecc.

1 1 ) valutato Io stato di difficoltà attuale del torrente con notevole stress derivante da lunghi periodi di magra che nei progetti in questione, coincidendo con il DMV (Deflusso minimo vitale) verrebbero ampliati ad oltre 150 giorni l'anno;

12) considerato che il prolungamento di tale periodo di magra priva pressochè totalmente il torrente Chisone della autonoma capacità di autodepurazione da inquinanti extrafognari quali per es. le tonnellate di sale e cloro riversate ogni inverno sulla SS 23, nonche i vari scarichi industriali e privati che sfuggono da sempre ai controlli delle autorità competenti;

13) valutate le difficoltà , i tempi e gli oneri a far valere in sede legale quanto previsto nei protocolli di intesa con le imprese nel caso di contenziosi o di fallimento delle medesime, la cui solidità finanziaria ,ancorchè attivando fidejiussioni esterne ,non offre garanzie sufficienti;

14) valutate le preoccupazioni e la ( logorante) necessità di provvedere negli anni ad un continuoI .

controllo pubblico, la cui fattibilità è tutta da verificare, circa i rilasci effettivi delle centrali rispetto alle quantità in concessione, circostanza avvalorata dalle difficoltà burocratiche incontrate in valle dall' Associazione Pescatori a far valere i rilasci minimi in centrali esistenti;

15) valutati pertanto senza pregiudizio alcuno tutti i vantaggi e gli svantaggi prodotti nel tempo dai progetti in questione;

16) tenuto conto viceversa che il condiviso piano di revisione delle condotte fognarie di valle potrà essere oggetto irrinunciabile di finanziamenti in vista delle Olimpiad 2006 in cui la VaI Chisone è fortemente coivolta; ,

17) valutato che le entità economiche aggiuntive derivanti agli enti pubblici dalle concessioni d'acqua di che trattasi ( neppure l' 1% in più rispetto alle risorse attualmente disponibili negli enti del comparto pubblico valligiano) non si ritengono proporzionate al sacrificio di una parte qualificante della vita della valle legata al torrente Chisone;

18) tenuto conto di ogni altro impatto che un prelievo aggiuntivo comporterebbe sulla biologia del torrente, sulla fauna ittica, sul turismo rivierasco (es. spiaggetta di Fenestrelle), sui pozzi di acqua potabile, sull'irrigazione comprese le molteplici concessioni già in atto ecc.;

19) valutata la dubbia attendibilità delle portate reali del torrente dichiarate, che da fonti autorevoli si ritengono risalenti a (più ricchi d' acqua) periodi passati, mentre da anni sussistono di fatto lunghi mesi di scarsità di precipitazioni e di acqua;

20) valutato ed apprezzando comunque lo spirito con il quale la Provincia di Torino e la Comunità Montana hanno avanzato un' ipotesi di progetto sicuramente innovativo e valido ma limitatamente agli aspetti economici e tecnologici;

21) ritenuti dunque ormai sufficientemente chiari e noti i termini dell'intero progetto di valle , dato atto che la posizione del Comune di Finestrelle, ex se, non pregiudica l' eventuale prosecuzione dell' iniziativa a livello di valle;

22) preso atto che la D. Leg.vo 152199 stabilisce che le concessioni per gli sfruttamenti idrici si rilasciano solo se non pregiudicano i risultati prefissi dal Piano tutela acque, Piano che attualmente, a livello Regionale , non è operativo , .dopo ampio dibattito nel quale hanno preso la parola tutti i Consiglieri comunali presenti;

TUTTO CIO' PREMESSO, 1 CONSIGLIERI COMONALI Dl . FENESTRELLE:

1) ESPRIMONO ALL'UNANIMITA'

una posizione contraria alla realizzazione di nuovi impianti idroelettrici od opere ad essi connesse sul territorio di propria competenza finalizzate a prelievi di qualsiasi entità da1 torrente Cbisone;"

una posizione favorevole a perseguire con ogni mezzo legittimo il finanziamento e la realizazione della condotta fognaria di valle con deparazioni a Pourrieres , Perosa Argentina e Villar Perosa così come tecnicamente proposto dalla Comunità Montana Valli Chisone e Germanasca;

2) IMPEGNANO a convocare al più presto un consiglio comunale affinchè la posizione su riportata possa venire formalmente approvata nell'ambito di una regolare deliberazione da inviare agli enti competenti ;

IL SINDACO E LA GIUNTA MUNICIPALE

- ad assicurare la più ampia informazione agli enti competenti ed alla popolazione circa le motivazioni (su riportate in 18 punti) che stanno alla base della posizone assunta dai Consiglieri Comunali-,

19/09/ 2000