La Cia scopre Marx e Putin il Kgb-il manifesto 11/02/01
SPIONAGGIO Il direttore Tenet al senato. A Mosca si lavora per rifare un maxi-servizio
DARIA LUCCA

Con un colpo d'ala quale soltanto una old fashioned spy può permettersi, l'altro giorno il direttore della Cia, George J. Tenet, ha spiegato al senato americano che le contraddizioni del capitale sono alla base della seconda "intifada" e, più in generale, dell'inquietudine del mondo. Negli stessi giorni, da Mosca si sta facendo strada l'idea che, tutto sommato, il Kgb era meglio, nel senso che un unico efficiente servizio segreto (forse ricollocato proprio sotto la storica etichetta) sia preferibile alle attuali pasticciate "agencies". Nulla di nuovo sotto il sole, nonostante la new economy.
E' stata proprio la rivoluzione tecnologica a fornire a Tenet, il 7 febbraio scorso, la prima delle sue ironie involontarie. "La stessa tecnologia che consente ai consumatori degli Stati Uniti di cercare e comprare libri in Australia o India, permette anche ai terroristi di raccogliere denaro, diffondere i loro dogmi, trovare reclute e programmare operazioni lontano".
Quanto al Medioriente, è in corso un cambiamento nella natura "dell'attivismo di strada". Il cittadino medio sta diventando impaziente: "Il giusto catalizzatore può spingere la gente ad agire. Attraverso l'accesso a Internet e agli altri mezzi di comunicazione, un pubblico irrequieto è sempre più capace di muoversi anche senza una leadership identificabile o una struttura organizzata". E' un bel modo per mettere le mani avanti e confessare indirettamente che la Cia non ha il polso della situazione. E' comunque vero che una delle grandi differenze tra la prima e la seconda "intifada" sta proprio nel numero di tv satellitari (17 stazioni in lingua araba) di cui la resistenza palestinese dispone. Le altre variabili sono di ordine economico. Ricorda Tenet che negli ultimi 25 anni, la crescita media annua del prodotto interno lordo delle economie mediorientali è stata del 2,8 % "molto meno dell'Asia e pochissimo più dell'Africa sub-sahariana". I salari reali e la produttività del lavoro sono gli stessi di 30 anni fa. Anche a causa del forte incremento demografico, la crescita economica in Giordania è ben sotto la possibilità di "assorbire 60.000 nuove entrate annue sul mercato del lavoro". Lo stesso dicasi in Egitto, dove si contano 600.000 nuove domande di lavoro l'anno.
Mentre Tenet analizza le macro-contraddizioni del mondo, a Mosca i suoi pari grado stanno lavorando sodo per ridare vita a quel mostro elefantiaco (500.000 addetti nel periodo d'oro) nonché inesauribile fonte di plot holywoodiani che fu il Kgb. Artefice della resurrezione è naturalmente Vladimir Putin, che della precedente edizione era stato anche direttore.
L'idea è quella di riunire sotto una sola sigla le attuali Fsb, Svr, Gru e tutto il resto, compresa forse la polizia tributaria russa. Senza dubbio, una struttura che potrebbe fare una concorrenza serrata alla ipervirtuale Echelon, con in più i vantaggi classici della polizia politica segreta (una delle carenze di Echelon è sempre stata la delazione). Tra i vari organismi che dovrebbero confluire nella nuova struttura, anche il Gusp, ovvero l'organismo che cura i programmi speciali del presidente e dispone di bunker, autostrade sotterranee e altre infrastrutture.