index

17 gennaio 2005

Ciclostilato ALP/CUB

Associazione lavoratrici e lavoratori Pinerolesi, aderente alla Confederazione unitaria di base

- via Bignone 89, Pinerolo- tel/fax/segreteria 0121-321729

- e.mail alpcub@tiscalinet.it --- sito web: www.alpcub.com

LIBERO MERCATO

408. CONTRATTO METALMECCANICI: rinnovo biennio economico

La FIOM abbassa la propria richiesta salariale e si accorda con FIM e UILM. La piattaforma confederale chiederà quindi:

·         un aumento di 105 euro lordi mensili, più 25 per le aziende che non hanno contrattazione integrativa;

·         referendum  tra i lavoratori prima di chiudere la trattativa, anche se chiesto da una sola organizzazione su posizioni diverse;

·         un freno alla precarietà e l’apertura di una discussione sulle politiche industriali.

 

La FlmUniti, sindacato di categoria della Cub, cui aderisce ALP, vuole rompere la gabbia della concertazione, che impone salari bassi in cambio di investimenti che spesso non vengono. Per questo chiede:

·         aumento salariale di 250 euro lordi mensili come tappa verso il salario europeo e per un recupero parziale del potere di acquisto dei salari, impoveriti dalle politiche concertative di Cgil, Cisl e Uil.

·         democrazia sindacale: partecipazione alle trattative di tutte le organizzazioni, superando la discriminazione nei confronti del sindacato di base, a partire dal regolamento per le elezioni delle RSU. Non basta inoltre chiedere il referendum: bisogna favorire la partecipazione dei lavoratori con voto nelle assemblee.

·         meccanismo che leghi la paga all’inflazione, calcolata su un paniere basato sui consumi dei lavoratori, e TFR sempre disponibile per i lavoratori tramite preavviso.

notizie dalle fabbriche

>>>Ufficio vertenze alpcub: Martedì ore 18 - 19.

>>> OMVP: Nell’incontro con le RSU la Direzione preannuncia la morte lenta del reparto plurimandrini e il motivo è il calo di cuscinetti della prima generazione. Dei 27 interinali lasciati a casa ne verranno ripresi 21 ma purtroppo sempre in affitto…

>>>Ferrovieri autoconvocati in sciopero, dalle 21 di domenica 16 alle 21 di lunedì 17, contro i tagli alla sicurezza in nome del profitto. I confederali avevano solo proclamato una fermata simbolica di 10 minuti.

Ma l’assemblea ha deciso autonomamente e ha confermato le 24 ore di lotta in difesa della vita dei macchinisti e dei cittadini.

. Questo è fare veramente il sindacato di Base.!!!!!

 

>>>General Motors taglia 8000 posti di lavoro negli USA, con pensionamenti e blocco delle assunzioni. Nel 2000 erano 198.000, ora sono 153.000 negli USA. 45.000 in meno.

>>>Precariato scuola: il sen. Valditara, responsabile Scuola di AN, ha proposto l’immissione in ruolo di 90.000 precari con un tagli di salario. La CUB Scuola invita i precari a non cadere nella trappola pre-elettorale della maggioranza con la disponibilità dei sindacati concertativi della scuola. Invita inoltre la categoria a mobilitarsi per la difesa dell’organico e di una scuola pubblica di qualità.

Cosa dice ALP

In difesa della Manifattura e della altre fabbriche del gruppo andiamo in tanti alla manifestazione di Milano con presidio sotto la sede della Regione Lombardia.

Venerdì 21 gennaio

L’appuntamento è alla Stazione di Pinerolo ore 6,40 prenotarsi presso la sede ALP/Cub

Sul retro il volantino

Alla lavoratrici e lavoratori della Manifattura di Legnano

 

Difendiamo il lavoro nel Gruppo con le iniziative di lotta ma anche superando la Concertazione che ha portato profitti ai padroni, salari da fame e precarietà ai lavoratori e non ha risolto i problemi occupazionali.

 

Il Direttivo dell’ALP/Cub riunito con le lavoratrici della Manifattura di Perosa e il Gruppo di Base della Valle intende dare il suo contributo a sostegno della lotta delle lavoratrici e dei lavoratori di tutte le realtà del Gruppo Legnano con queste proposte:

 

1)     Difendere il più possibile tutti i siti produttivi per la difesa occupazionale e la salvaguardia dei vari territori in particolare quelli con più disoccupazione.

2)     Mantenere gli strumenti di difesa sociale (Cassa integrazione) e utilizzarli in modo equo con la rotazione e gli anticipi.

3)     Predisporre piani di reindustrializzazione con soluzioni compatibili con il territorio e per lavori di qualità unici che possono competere con la grande concorrenza esistente nel settore.

4)     Nell’attesa delle nuove soluzioni dobbiamo evitare che i possibili esuberi nelle varie aziende escano dal mercato del lavoro (in particolare per le donne), perché il rischio è che non rientrino più e gli esempi purtroppo non mancano. In questo senso abbiamo chiesto che le aziende con meno problemi si facciano carico di una parte di queste persone coinvolgendo le Istituzioni e gli Enti Locali in particolare per sostenere dei piani di riqualificazione anche perché nel nostro territorio vi è una cultura e ci sono strutture in grado di farlo seriamente.

5)     ALP/Cub intende suggerire per le prossime iniziative di lotta di utilizzare la nostra Valle che in questi periodi propone l’evento Olimpiadi del 2006 per ricordare a tutti che finite le manifestazioni sportive se non ci saranno investimenti veri non rimarrà nulla per le persone della Valle e scarse prospettive per i nostri figli.

6)     Infine è necessario cambiare rotta dal punto di vista sindacale. La Concertazione che negli accordi del 93 pensava di rilanciare le imprese con la politica dei redditi e molta flessibilità ha portato invece una situazione pesante per i lavoratori con salari da fame, cancellazione dei diritti (vedi leggi Treu e Biagi), precarietà come norma e senza risolvere i gravi problemi della nostra economia (la situazione Fiat insegna). Per fare un lavoro di qualità unico in grado di far reggere la nostra competitività ci vogliono salari adeguati, lavoro stabile e professionalità alta, investendo le risorse necessarie in questi obiettivi.

 

 

Il Direttivo ALP/Cub – Gruppo di Base della Val Chisone -2005