index

22 novembre 2004

Ciclostilato ALP/CUB

Associazione lavoratrici e lavoratori Pinerolesi, aderente alla Confederazione unitaria di base

- via Bignone 89, Pinerolo- tel/fax/segreteria 0121-321729

- e.mail alpcub@tiscalinet.it --- sito web: www.alpcub.com

LIBERO MERCATO

401. Come stanno le lavoratrici e i lavoratori ?

Quando si sente parlare di riduzione delle tasse, tutti pensano di avere qualche vantaggio. In realtà le tasse dovrebbero aumentare per chi è ricco, altrimenti ci saranno sempre più poveri e i poveri saranno sempre più poveri.

Ma sappiamo cosa succede a chi lavora?

Vediamo alcune cose che succedono a Pinerolo:

Alla Karmak dei lavoratori si trovano a fare lo stesso lavoro di prima con 200/250 Euro in meno al mese, perché così prevedono il Contratto e la legge.

Le dipendenti del CISS passano ad una Cooperativa  (gli enti pubblici scaricano i servizi all’esterno) e  si trovano un salario più basso di 1,30 Euro all’ora, facendo sempre lo stesso lavoro.

La Cooperativa Quadrifoglio non paga il contratto e poi licenzia le lavoratrici in attesa dell’appalto (una lavoratrice che segue delle persone disabili  guadagna da 6 a 6.7 Euro l’ora).

Le aziende incrementano la produttività ma per i lavoratori solo le briciole: vedi la contrattazione in SKF e  PMT ex Beloit.

I lavoratori malati sono un freno alla competitività e appena possibile le aziende li licenziano.

Tiboni, nel Direttivo ALP/Cub, diceva che  è urgente una svolta sindacale e noi siamo molto d’accordo. La politica dei redditi ha portato i salari e le pensioni a livelli mai così bassi. La precarietà obbliga le famiglie ad utilizzare tutti i risparmi costruiti in molti anni per dare una mano ai figli

Cosa aspettiamo allora a cambiare rotta?

 

Nei prossimi giorni saremo chiamati a decidere per lo SCIOPERO GENERALE DELLA CUB DEL

3 DICEMBRE PROPRIO PER DARE UNA SVOLTA.       DOBBIAMO PROVARCI !!!!.

NOTIZIE DALLA FABBRICHE 

>>>Ufficio vertenze alpcub Martedì dalle ore 18 alle ore 19 

>>>ICI: Sono pronti i moduli per pagare la seconda rata dell'ICI che scade il 20dicembre. Passate a ritirarli in sede: lunedì-mercoledì-venerdì ore 15-19

>>>Direttivo ALP allargato agli iscritti :Venerdì 26

 ore 21 per decidere sullo SCIOPERO GENERALE del 3 DICEMBRE dichiarato dalla CUB.

 

>>>Sachs-ZF:  Ancora cassa integrazione ordinaria per 19 lavoratori. Intanto la Direzione licenzia una lavoratrice con gravi problemi di salute e di deambulazione. Il medico di fabbrica nella sua relazione afferma che ci sono alcune postazioni in cui potrebbe essere impiegata ma siccome la Direzione dice di non essere in grado di individuare specifici percorsi di sicurezza, conclude che la lavoratrice è inidonea ad essere impiegata in quelle postazioni.

Noi pensiamo che oltre alle decisioni legali e vertenziali sarebbe auspicabile un segnale da parte di tutti i lavoratori in difesa di questa lavoratrice. Ricordiamoci che tutti ci possiamo ammalare ma non per questo dobbiamo essere messi da parte.

>>>Pensioni e TFR: Mercoledì 1° dicembre 04 sala ARCI (nel cortile dell’ALP) ore 21

serata di approfondimento sui Fondi di pensione e difesa del sistema previdenziale pubblico, tra i vari obbiettivi del prossimo sciopero generale del 3 dicembre. Intervento di Claudio Bettarello della CUB Bancari (Sallca) di Torino

>>> KARMAK: La Direzione Provinciale del Lavoro annulla i due provvedimenti disciplinari inflitti ad un lavoratore a cui veniva contestata assenza ingiustificata. Questa decisione è per noi molto importante, non tanto per la pesantezza delle sanzioni, ma per il fatto che si riconosce che il lavoratore non ha violato delle norme contrattuali e serve inoltre a frenare alcuni atteggiamenti pesanti della KARMAK nei confronti di alcuni lavoratori.

Si consiglia ai lavoratori di richiedere per iscritto i giorni di ferie e permesso facendosi rilasciare anche per iscritto l’accettazione di tali richieste.

>>>La Cooperativa Quadrifoglio comunica alle lavoratrici del centro Pegaso che assistono persone disabili che con la fine dell’appalto si intende esaurito il rapporto di lavoro (in pratica le  licenzia ).

confermando un comportamento scorretto.

COSA DICE ALP

Mercoledì 24 novembre Sciopero dei Magistrati con ASSEMBLEA presso il Tribunale di Pinerolo ore10.

ALP sarà presente non solo per solidarietà e per difendere l’autonomia della Magistratura, ma anche per ribadire il nostro impegno per i diritti di tutti.

retro

Convegno “I Servizi alla Persona: con quali risorse?” 

 

Siamo un gruppo di ADEST (Assistenti Domiciliari E dei Servizi Tutelari) e OSS (Operatori Socio Sanitari), dipendenti di strutture tutelari e di servizi domiciliari del Pinerolese, in provincia di Torino.

Da alcuni anni assistiamo, con crescente preoccupazione, al continuo ed inesorabile peggioramento delle condizioni del nostro lavoro e della qualità del servizio che offriamo alle persone affidate alla nostra cura.

Noi pensiamo che la qualità del servizio e del nostro lavoro richieda una risposta adeguata al DIRITTO ALL'ASSISTENZA che ogni uomo e ogni donna devono veder concretamente riconosciuto dallo Stato, in forza del proprio DIRITTO DI CITTADINANZA.

Viceversa, il diritto all'assistenza non è pienamente realizzato in una società in cui, ad esempio, posti-letto rimangono vacanti, nonostante le liste d'attesa siano lunghe, a causa dell'insufficienza del reddito.

La qualità del servizio, poi, peggiora nelle situazioni in cui l'organizzazione del lavoro subisce quotidiani aggiustamenti per adeguarla alla crescente scarsità delle risorse disponibili.

Per contro assistiamo ad una ingiusta distribuzione della ricchezza a livello nazionale, sempre più incanalata verso spese "di morte" (armi, eserciti e guerre) e verso l'accumulo in mano ai sempre più ricchi.

Mentre cerchiamo quotidianamente di contrattare la miglior qualità possibile del servizio e del lavoro, compatibile con le risorse sempre decrescenti, sentiamo profondamente nostro anche il dovere di una contrattazione sociale orientata all'accrescimento delle risorse disponibili, attraverso una distribuzione più equa della ricchezza sociale.

Siamo consapevoli di nuotare contro corrente, invitandovi a discutere le nostre proposte. Ma siamo anche consapevoli che per tutti e tutte, a diverso titolo, sarebbe conveniente un deciso cambiamento di rotta.

Le nostre proposte possono essere così sintetizzate:

a)      Inserire l’assistenza alle persone nel sistema dei “Servizi Sociali a domanda individuale”, organizzati e gestiti dallo Stato in varie forme e garantiti dal prelievo fiscale, con il contributo dell’utente attraverso un ticket proporzionato al reddito personale disponibile.

b)      Se questo, come pensiamo, richiedesse la separazione netta dell’Assistenza dalla Previdenza, si avvii finalmente con coerenza il confronto di merito tra le Organizzazioni Sindacali. e il Governo nazionale, per dare una soluzione adeguata ad un problema annoso e ormai ineludibile.

c)      Infine proponiamo di pensare anche alla destinazione mirata del gettito dell’8 per mille: che la quota raccolta dallo Stato venga interamente destinata al potenziamento dei servizi assistenziali, in primis di quelli domiciliari.

 

 

Con questo spirito e per confrontarci su queste proposte,Vi invitiamo a partecipare ad un convegno

venerdì 26 NOVEMBRE 2004, dalle ore 15 alle ore 19,

nella Sala Albarin della Chiesa Valdese di Luserna S. Giovanni (TO), Via Beckwith 50

Comodo parcheggio nell’adiacente piazza Olivet.