index

2 novembre 2004

Ciclostilato ALP/CUB

Associazione lavoratrici e lavoratori Pinerolesi, aderente alla Confederazione unitaria di base

- via Bignone 89, Pinerolo- tel/fax/segreteria 0121-321729

- e.mail alpcub@tiscalinet.it --- sito web: www.alpcub.com

LIBERO MERCATO

398. LO SCIOPERO E’ UNA COSA SERIA

Venerdì 15 ottobre Fim-Fiom-Uilm dichiarano lo sciopero per la crisi auto e per le vertenze non chiuse con una manifestazione davanti all’AMMA a Torino.

In SKF,dove abbiamo una vertenza aperta da mesi, prima si dichiara poi si annulla e infine si dice alla RSU “se volete potete dichiararlo voi…”.

Venerdì 29 ottobre Fim-Fiom-Uilm  dichiarano 8 ore di sciopero nel Pinerolese. Non sappiamo in quante fabbriche sia stato dichiarato. I motivi dello sciopero: sostenere le vertenze aperte, la crisi auto, la piattaforma regionale (chi la conosce?), i licenziamenti selvaggi (alla Sachs, in assemblea, si è anche detto per sostenere il fondo “Cometa”…ma quando c’erano lavoratori a zero ore tutto era tranquillo…).

Tutti motivi importanti.

Ma poi perché nell’unica vertenza importante, quella alla SKF, non si fanno iniziative? Anzi, a Villar si dichiara lo sciopero poi qualcuno si ritira…

Alcuni nostri militanti ci hanno chiesto perché non lo abbiamo dichiarato.

1)       Se riteniamo di sostenere le vertenze allora diciamo quale vertenza è da sostenere e se il 3 e 4 novembre non ci sono risposte positive sulla vertenza SKF facciamoci sentire. Sapendo che alla PMT (EX Beloit) la vertenza è chiusa come in Sachs, dove, per inciso, le RSU dell’ALP non hanno firmato perchè il premio è legato alla presenza.

2)       Se poi vogliamo costruire una iniziativa territoriale sulle crisi nel nostro territorio, crediamo che la situazione più complicata sia quella della Manifattura di Perosa, dove riqualificazione e in particolare le alternative industriali siano cose concrete che però dobbiamo ancora elaborare.

3)       Infine noi siamo disponibili a dare il nostro contributo alla lotta come abbiamo sempre fatto e se qualcuno è interessato si faccia sentire e faccia delle proposte. La cosa che non intendiamo fare è chiamare alla lotta per obiettivi non chiari. Non si firma il “Patto per l’Italia” per poi dichiarare sciopero se il Governo, con quella Legge, vuole cambiare la cassa e farla diventare mobilità, o sostenere i fondi integrativi solo perché a gestirli ci sono anche i confederali.  

LO SCIOPERO E’ UNA COSA SERIA

NOTIZIE DALLA FABBRICHE 

>>>Ufficio vertenze alpcub Martedì dalle ore 18 alle ore 19 

>>>12 –11 Direttivo “allargato” con Tiboni:

Discutiamo delle proposte Cub per il rinnovo del biennio economico dei METALMECCANICI e poi cominciamo a discutere e preparare lo sciopero generale della CUB del 3 dicembre contro la Finanziaria, per la difesa della previdenza pubblica, contro lo scippo del TFR e per il salario sociale.

ore 17,30 Saloncino ARCI

>>>Integrativo SKF: Al Coordinamento sindacale del 3-11viene allontanato il presidente dell’ALP con particolare foga da parte di Marchina della Fim. A Fiom e  Fali starebbe forse anche bene la presenza dell’ALP ma non osano fare uno sgarbo ai loro partner Fim e Uilm…Il 4- 11 continua la trattativa con l’azienda ma si rompe sulle garanzie per Cassino, Bari (a noi sembra anche poco garantito l’Avio), sui lavori atipici e anche sul salario le sensazioni sono molto brutte. ALP riunisce il collettivo SKF- OMVP lunedì 8 novembre per decidere le iniziative (potrebbe essere un presidio a Villar) e le forme di lotta più adatte a far cambiare idea alla SKF.

>>>Fondo Pensioni Comit: il fondo è vicino al prosciugamento e i lavoratori della ex Banca Commerciale rischiano di perdere la propria pensione. La vicenda, nascosta forse per evitare il panico dei lavoratori chiamati a decidere la scelta del TFR, rivela i pericoli dello scarico della pensione pubblica sui fondi pensione.

>>> Servizi alla persona: il 26-11 un gruppo di ADEST del pinerolese ha organizzato un convegno:

I servizi alla Persona con quali risorse?

Sala Albarin Chiesa Valdese di Luserna S.Giovanni

Via Beckwith 50 -    ORE 15.

>>> EX dipendenti CISS che assistono i ragazzi disabili nelle scuole, ora passati alla cooperativa “Mafalda”, hanno ricevuto le prime buste paga:

sono oltre due Euro in meno all’ora!!!

ECCO DOVE SI PRENDONO LE RISORSE OGGI PER I SERVIZI ALLA PERSONA !!!!!!!!!

 

>>> Elezioni Pubblico Impiego dal 15 al 18 – 11

RdB e ALP si presentano all’ASL 10, INPS, INAIL e Agenzia delle Entrate.

Vi invitiamo a votare i candidati e rafforzare la presenza del sindacato di Base alternativo ai confederali nel nostro territorio.

>>>Vertenze: La Coop. Quadrifoglio non ha pagato gli aumenti contrattuali alle dipendenti del centro Pegaso che seguono persone con handicap e ALP ha aperto la vertenza. Non è la prima volta….

retro

 

Lavoratrici e lavoratori della Karmak (Ex Merlo Tebaldini)

 

 

Il Giudice del Lavoro del Tribunale di Pinerolo respinge il ricorso presentato dal Legale dell’ALP a nome e per conto di 13 lavoratrici e lavoratori della Karmak.

 

Questi lavoratori non si sono rassegnati a perdere 200-250 Euro al mese, frutto di un accordo sindacale, pur continuando a fare il medesimo lavoro e le medesime mansioni fatte da anni con la Merlo e Tebaldini, negli stabilimenti SKF e OMVP.

 

Sapevamo che il ricorso non era semplice ma la delusione dei lavoratori è grande anche perché il Giudice non ha ritenuto di sentire i lavoratori, mentre loro, i lavoratori, volevano spiegare come è complicata oggi la loro situazione con quei soldi in meno al mese. Quelle condizioni salariali, normative, di diritti, erano il frutto di 30 anni di contrattazione e lotte.

 

E’ vero che non esiste una legge che regola la validità degli accordi firmati dai sindacati anche senza il parere dei lavoratori.

E’ vero che i lavoratori hanno firmato una lettera di assunzione con queste condizioni, ma se non firmavano erano fuori, dunque non era assolutamente facile prendere una decisione.

 

La Karmak dice che ha rispettato il contratto e la procedura per l’appalto, esiste un accordo firmato dai sindacati (senza RSU e con i lavoratori informati dopo la firma), e così il Giudice ha respinto il ricorso. Esprimiamo soltanto amarezza per non poter modificare una situazione che riteniamo ingiusta.

 

Ora attenderemo le motivazioni della sentenza e poi insieme al nostro Legale che ringraziamo per la serietà e l’impegno, decideremo tutti insieme come e cosa fare.

 

Il ricorso respinto non modifica la nostra convinzione e il nostro impegno per difendere le condizioni delle lavoratrici e lavoratori della Karmak a partire dalla elezioni delle RSU anche perché i due RSU che hanno contestato l’accordo sono stati trasferiti.

 

 

ALP/Cub - Associazione Lavoratori Pinerolesi

via Bignone 89 Pinerolo 0121-321729