index

5  luglio 2004

Ciclostilato ALP/CUB

Associazione lavoratrici e lavoratori Pinerolesi, aderente alla Confederazione unitaria di base

- via Bignone 89, Pinerolo- tel/fax/segreteria 0121-321729

- e.mail alpcub@tiscalinet.it --- sito web: www.alpcub.com

LIBERO MERCATO

385. Elogi della tortura…
Dal crollo delle torri gemelle,  è stato messo in atto un bombardamento di opinioni giuridiche e giornalistiche favorevoli a questo metodo istituzionale di violenza, sebbene quasi mai lo chiamino col suo nome. Queste sostengono che la tortura è legittima per difendere la popolazione inerme di fronte ai pericoli che la minacciano, perché ci sono mezzi di lotta di dubbia moralità  inevitabili contro gli assassini senza scrupoli che praticano il terrorismo e non dicono mai la verità.
Ma se fosse così, chi bisognerebbe torturare? Chi sono gli uomini che hanno mentito di più in questo XXI secolo? Chi sono coloro che hanno ucciso più innocenti nelle loro guerre terroriste in Afghanistan e in Iraq? Chi sono coloro che hanno contribuito di più alla moltiplicazione del terrorismo nel mondo?
Adesso abbondano i sorpresi e gli indignati, ma la tortura non è stata utilizzata per errore o per caso contro la popolazione irachena. Le truppe di occupazione l'hanno impiegata per ordini superiori, sapendo quello che facevano e perché lo facevano.
Perché? Non c'è alcuna prova che la tortura sia mai servita per evitare un solo attentato terroristico. Nel caso dell'Iraq, non è servita neppure per catturare qualcuno degli importanti fuggiaschi. Il più importante, Saddam Hussein, è caduto grazie al denaro che ha comprato una spia.
La tortura strappa informazioni di scarsa utilità e confessioni di improbabile veracità, e tuttavia è efficace per castigare eresie e umiliare dignità e soprattutto è efficace per diffondere la paura: il potere non impiega la tortura per proteggere la popolazione, bensì per terrorizzarla.
Sarà davvero così efficace come il potere crede che sia?    da un testo di Eduardo Galeano

      (Trad. Marcella Trambaioli -© Ips/il manifesto)

NOTIZIE DALLA FABBRICHE 

>>>Ufficio vertenze alpcub Martedì dalle ore 18 alle ore 19

>>> 730: Venite a ritirare i 730.

>>>Contratto integrativo SKF: incontro all’AMMA il 7-8 luglio per trovare un accordo. Il risultato verrà sottoposto a nuovo referendum tra i lavoratori.

>>>Contratto commercio: firmato da CGIL-CISL-UIL. La CUB dice: “pochi soldi e svendita dei diritti” e invita i lavoratori a respingere l’accordo con lo sciopero del 16 luglio. >>>Trasporti, continua la lotta: sciopero il 6 luglio per costringere Governo, regioni ed enti locali a destinare nuove risorse al rinnovo contrattuale.

>>>Riforma Pensioni: la Commissione Lavoro della Camera non convoca la CUB. Sarà perché è l’unica organizzazione che rifiuta lo allo scippo del TFR e difende la previdenza pubblica???

>>>Alitalia: il SULT (sindacato di base) non firma l’accordo perché non garantisce che i sacrifici dei lavoratori evitino le esternalizzazioni.

>>>Vodafone e call-center: venerdì scorso 8 ore di sciopero e presidio dei lavoratori che denunciano “ritmi di lavoro insopportabili, pressione psicologica e impossibilità di organizzare la propria vita”.

>>>Petrolchimico Porto Marghera: prossime udienze il 6, l’8 e il 13 luglio. Sul tema, silenzio assordante di confederali e partiti.

>>>Comitato Solidarietà Popolo Palestinese: progetto per aiutare i figli dei detenuti e delle vittime di tortura. 130 Euro per sostenere un singolo bambino. Se siete interessati rivolgetevi in sede.
 

<<<< a tutti gli interessati al futuro  della Val Chisone : il 16 luglio alle 15.30 ci sarà la terza riunione a Perosa- Piazza del mercato da Polastro con le operaie della Manifattura sul futuro della valle:lavoro, società, democrazia.

Ciao tesoro
Giulio Tremonti si è dimesso: «Volevo ridurre le tasse, non mi è stato possibile». Se ne va l'alfiere del berlusconismo creativo. Berlusconi, per ora, resta e si prende l'interim dell'economia. Ma è lui il vero sconfitto. An incassa, la Lega vuole garanzie federaliste, l'Udc pensa al «grande centro»: nella maggioranza allo sbando ognuno corre per sé. L'opposizione chiede le dimissioni del premier e una «crisi parlamentare»- il manifesto 4-6-2004

  retro

 

RISULTATI REFERENDUM PIATTAFORMA (NOTA 1)

CONTRATTO INTEGRATIVO SKF 2004

Unità Produttiva

Addetti

Votanti

%

Voti validi

SI

%

NO

%

 

HBU

1.231

807

65,56

785

714

91,86

71

9,04

 

M.Prod.

139

105

75,54

102

98

93,33

4

3,71

 

OMVP

660

308

46,60

300

234

75,90

66

21,40

 

TBU

68

47

69,00

47

44

93,60

3

6,40

 

Avio-Precisi

464

272

58,62

265

244

92,08

21

7,92

 

Cassino

437

298

68,19

291

273

93,81

18

6,19

 

Bari

458

271

59,17

268

254

94,78

14

5,22

 

Massa

180

81

45,00

76

75

98,68

1

1,32

 

TOTALE

3.637

2.189

60,19

2.134

1.936

90,72

198

9,28

 


(nota 1) Piattaforma unitaria fim fiom uilm fali  ( alp è d’accordo soprattutto per il metodo di consultazione per la piattaforma, ma non ha presentato volantini assieme alle altre organizzazioni).Il metodo prevede un referendum iniziale di conferma delle richieste, nella fase conclusiva una votazione da parte delle rsu. Se le rsu sono daccordo sui risultati,  si ritornerà dai lavoratori per un referendum conclusivo prima di firmare.

Alp ha aderito alla piattaforma perche’ si è inserita la richiesta  della soluzione della crisi dell’Avio col rientro dei cassaintegrati.

  

CONSULTAZIONE SU EROGAZIONE

SECONDA QUOTA DI INCREMENTO ECONOMICO (VEDI NOTA 2)

 

Unità Produttiva

VOTI VALIDI

ANNUO

%

MENSILE

%

HBU

789

581

73,64

208

26,36

M.Prod.

105

87

82,85

18

17,14

OMVP

301

193

64,12

108

35,88

TBU

47

23

48,94

24

51,06

Avio-Precisi

266

153

57,52

113

42,48

Cassino

294

185

62,93

109

37,07

Bari

80

23

28,75

57

71,25

Massa

269

236

87,73

33

12,27

TOTALE

2.151

1.481

68,85

670

31,15

(NOTA 2.) Consultazione su richiesta di mensilizzare 440 euro dei 1100 chiesti di incremento . Il 68% dei lavoratori ha scelto di prendere l’incremento in una unica soluzione su base annua.