10 maggio 2004

Ciclostilato ALP/CUB

Associazione lavoratrici e lavoratori Pinerolesi, aderente alla Confederazione unitaria di base

- via Bignone 89, Pinerolo- tel/fax/segreteria 0121-321729

- e.mail alpcub@tiscalinet.it --- sito web: www.alpcub.com

LIBERO MERCATO


377. L’occupazione cresce o cambia?

(da uno studio della CUB)

Secondo tutte le dottrine economiche, l’occupazione cresce solo quando aumenta la produzione della ricchezza. Come si può spiegare allora l’apparente paradosso del caso italiano dove l’economia è ferma e l’occupazione aumenta?

In luogo dell’occupazione industriale, ormai ridotta a meno del 30% del totale, in Italia è sensibilmente cresciuta quella nei servizi, ma quasi mai in settori ad alta specializzazione. Proprio per questo i lavori generati sono solitamente sottopagati. Si pensi ad esempio ai call-center, moltiplicati non perché più ricchi ed evoluti, ma come rimedio alla contrazione dell’attività manifatturiera.

Il risultato di questa nuova composizione del lavoro è una flessione della produttività media degli occupati e una flessione del loro reddito reale medio. A ciò si è aggiunto l’effetto degli incentivi fiscali e contributivi per la creazione di posti di lavoro, serviti all’emersione di lavori in nero preesistenti. La parziale emersione di lavoro sommerso è sicuramente una buona cosa, ma non si tratta di nuovo lavoro.

L’aumento dell’occupazione è scaturita dalla crescita di contratti di lavoro atipici, cui non ha affatto corrisposto un aumento del lavoro, perchè hanno solo ripartito tra un maggior numero di persone la stessa quantità di lavoro.

E’ un risultato utile sotto il profilo della solidarietà, ma irrilevante per un più elevato impiego produttivo del potenziale di lavoro del Paese.

La redistribuzione del lavoro potrebbe approdare a risultati più accettabili anche sul piano della solidarietà se, invece di rassegnarsi alla precarizzazione del lavoro, venisse affrontato il tema di un più ragionevole governo e riduzione degli orari.

La precarietà con il pacchetto Treu ha assunto dimensioni rilevanti: l’ufficio studi della Cub ritiene che la legge 30 aggraverà in maniera rilevante la condizione di precarietà di milioni di lavoratori.

NOTIZIE DALLA FABBRICHE 

>>>Ufficio vertenze alpcub Martedì dalle ore 18 alle ore 19

>>>Ufficio vertenze alpcub: Martedì ore 18 - 19.

>>> 730: Dal 26 aprile al 29 maggio.

Da quest’anno si prenota tel. ( tel. 0121.321729)

>>>SKF: mentre all’Avio ci sono lavoratori in cassa a zero ore, pare che ad Airasca si incentivi lo straordinario “lungo” e con una tantum ?

Sachs-ZF: le RSU dell’ALP/Cub chiedono modifiche alla proposta della Direzione sul premio.

perché la parte più grande alla fine sarà legata alla presenza. Non si risolvono i problemi con queste scelte. I furbi sanno destreggiarsi mentre saranno puniti i malati e quelli con più problemi.

Karmak  ex Merlo Tebaldini: martedì 11 maggio assemblea presso ALP per aggiornamenti.

>>>Scuola: Il Coordinamento nazionale in difesa della scuola pubblica e contro la “riforma”, indicono una grande manifestazione nazionale a Roma il 15 maggio 2004

>>>Alitalia:  CUB contraria all’accordo fra Governo e gli altri sindacati perché “dà il via libera alla privatizzazione della Compagnia di Bandiera, mettendo fine ad un servizio pubblico e bene collettivo importante”. Confermato lo sciopero del 17 con manifestazione nazionale a Roma.

>>>Pubblico Impiego: il 21 sciopero generale di CGIL-CISL-UIL per il rinnovo del contratto nazionale.

>>>Diritto di Sciopero: CUB e ORSA (sind. di base nei trasporti) costituiscono un’associazione per la difesa del diritto di sciopero, del pluralismo e delle libertà sindacali e della democrazia

 nei luoghi di lavoro.

Cosa dice ALP/Cub: Firmato l’accordo a Melfi dopo 21 giorni di lotta. Sul retro locandina  i primi commenti. (notizie da la stampa del 10-5-04)

Avviso: 13 maggio ore 21,15 a Stranamore- Via Bignone 89,  sarà proiettato 'Citizen Berlusconi' di Andrea Cairola e Susan Gray, con la presenza del produttore Stefano Tealdi: Versione integrale del documentario trasmesso il 21 agosto 2003 dalla Pbs-tv pubblica americana.