19 gennaio 2004

Ciclostilato ALP/CUB

Associazione lavoratrici e lavoratori Pinerolesi, aderente alla Confederazione unitaria di base

- via Bignone 89, Pinerolo- tel/fax/segreteria 0121-321729

- e.mail alpcub@tiscalinet.it --- sito web: www.alpcub.com

LIBERO MERCATO


361. Questione salariale e diritto di sciopero: due riflessioni che ci vengono offerte dalla lotta degli autoferrotranvieri.

Il Coordinamento Nazionale di Lotta proclama altre 24 ore di sciopero il 26 gennaio, per riaprire la contrattazione ed ottenere le spettanze maturate dalla categoria: 3000 euro di arretrati e 106 di aumento mensile.

Nonostante le dichiarazioni provocatorie del Sindaco di Milano e del Presidente delle Aziende Pubbliche (“i tranvieri guadagnano in media 1700 euro mensili”!?!?), secondo un sondaggio dell’IPSOS l’83% degli intervistati capisce i lavoratori “perché ‘prendono poco’ e il loro contratto non è rinnovato da molto tempo”.

Uno su tre dice anche che è giusto scioperare senza preavviso, avvertendo il problema delle libertà sindacali.

In particolare per quanto riguarda il diritto di sciopero, negli ultimi anni c’è stata una crescente offensiva politico-culturale per delegittimarlo, a volte assecondata dalle org. sindacali maggioritarie. Un esempio è la legge 146, che introduce un sistema di regole complesso che rende lo sciopero indolore ed inefficace: dieci scioperi nazionali del trasporto locale hanno infatti lasciato indifferenti Governo e Aziende. Soltanto “rompendo le regole” i ferrotranvieri hanno ottenuto ascolto e si sono dati la possibilità di ottenere qualcosa.

Dopo aver rotto il tabù della 146, nonostante le minacce del Governo e della Commissione di Garanzia, occorre battersi per una legge rispettosa delle libertà sindacali, come parte di una battaglia più ampia per la democrazia sindacale, per la legge sulla rappresentanza democratica, per l’obbligatorietà del voto vincolante dei lavoratori sui contratti.

NOTIZIE DALLA FABBRICHE 

>>>Ufficio vertenze alpcub Martedì dalle ore 18 alle ore 19

>Direttivo ALP/Cub: Venerdì 23 gennaio 2004-bore 20,30 presso la sede di via Bignone 89.

>>>KARMAK (ex Merlo Tebaldini): Numerosa la presenza di lavoratrici e lavoratori all’Assemblea serale per fare il punto. Prima udienza per il fallimento il 4 febbraio ore 12 presso il Tribunale di Pinerolo. Si è deciso di stringere i tempi per ricorrere al Giudice sul taglio dei salari, conseguenza dell’accordo sindacale. Un lavoratore ha percepito 687 Euro di tredicesima con le nuove buste paga Karmak con una perdita di 249 Euro, che moltiplicati per 13 danno la perdita annuale di questo lavoratore…

>>>SKF Airasca HBU:  Dopo avere lasciato a casa 6 lavoratori cui scadeva il contratto la Direzione richiama altri 26 lavoratori con assunzione a termine. Si consolida un metodo di utilizzo dei tanti contratti ora possibili non tanto per rispondere alle variazioni del mercato ma come un lungo periodo di prova e di osservazione: un lungo periodo interinale seguito da un altro lungo periodo a termine e poi per qualcuno ci sarà l’assunzione a tempo indeterminato. Nel frattempo attenti a come vi muovete…

>>>Scuola- Riforma Moratti: venerdì scorso 150mila in piazza a Roma contro l’abolizione del tempo pieno e per andare a scuola “con gioia ma senza Letizia…”

>>>Pensioni e TFR secondo la Margherita: Rutelli-Bindi-Treu lanciano a sorpresa una proposta: innalzare di due anni l’età pensionabile, spostando in avanti anche l’età legale. Critica la CGIL, interessata la UIL e incerta la CISL. Tutti d’accordo invece sull’altra proposta: metodo del silenzio-assenso per passare i TFR ai fondi pensione.

>>>Presentazione libro: lunedì 19 alle 21.00, presso la CUB di c.so Marconi 34 a Torino, presentazione del libro di Piero Baral “Niente di nuovo sotto il sole”, sui 61 licenziati e l’autunno ’80 alla FIAT.