7 gennaio 2004

Ciclostilato ALP/CUB

Associazione lavoratrici e lavoratori Pinerolesi, aderente alla Confederazione unitaria di base

- via Bignone 89, Pinerolo- tel/fax/segreteria 0121-321729

- e.mail alpcub@tiscalinet.it --- sito web: www.alpcub.com

LIBERO MERCATO

359. Italia paese di crack e fallimenti

parmalat come enron ?

 Perché stupirsi? La Parmalat non è l’eccezione, è la regola nella società capitalista post industriale. Fare i soldi producendo qualcosa, utilizzando il lavoro di qualcuno, trasformando materia, è da vetero capitalisti. I soldi si fanno facendoli vorticosamente girare di qua e di là. Sul niente. Qualche sosta in posti super turistici, come Montecarlo, Liechtenstein, Barbados, Cayman (nome appropriato). Infatti si chiamano “paradisi fiscali” e sono il vero cuore pulsante del capitalismo mondiale.

Scandalizzarsi? Chi avesse letto una quindicina di anni fa un bellissimo libro di una economista intelligente, Susan Strange, Capitalismo d’azzardo [Casino capitalism in originale], Laterza, 1988, non si strapperebbe le vesti adesso. I controllori  [Banca d’Italia, Consob, Governo…] non hanno controllato? Ma se sono loro che ci hanno spiegato che le obbligazioni delle grandi aziende erano il non plus ultra del risparmio, che ci propongono ogni giorno di stare tranquilli che le nostre pensioni sono al sicuro nei Fondi pensione, che hanno sfornato migliaia di “consulenti finanziari globali” -formati dalle nostre prestigiose Facoltà di economia- che ci hanno suggerito che investire nei paesi emergenti (Argentina, per esempio) o nelle imprese luccicanti (Parmalat, per esempio) era una cosa da strafurbi. Coraggio, non succede solo da noi, l’Enron negli Stati Uniti e la Vivendi in Francia ci fanno concorrenza. E’ il capitalismo del 2000, bellezza.

Ci consola che Calisto Tanzi sia passato, prima di Natale, con la signora devotamente a Fatima.

Quasi quasi ci fa tenerezza il precursore locale Candellero Nuccio.

Claudio.Canal

 

Anche a Pinerolo i fallimenti aumentano:

ESIA- BOMEC e ora vedremo cosa decide il Giudice per la Merlo e Tebaldini. Non ci sono risparmiatori fregati ma lavoratori che perdono il necessario per vivere!!!!

NOTIZIE DALLA FABBRICHE 

>>>Ufficio vertenze alpcub

Martedì dalle ore 18 alle ore 19

>>>MerloTebaldini/Karmak: Dopo aver depositato in Tribunale la richiesta di fallimento unico modo per avere le liquidazioni dei lavoratori è necessario fare

il punto della situazione. E’ stata convocata      

un’ASSEMBLEA  di tutti i lavoratori Karmak per   MARTEDI’  13  GENNAIO  ORE  20,30

presso la sede dell’ALP/Cub.

>>>Autoferrotranvieri: Nasce il Coordinamento Nazionale di Lotta e decide di riprendere la lotta contro l’accordo dei confederali, l’apertura di un nuovo tavolo per ottenere subito quanto maturato dai lavoratori: 3000 Euro di arretrati e 106 di aumento.

L’Assemblea Nazionale di Firenze del 3 gennaio ha dichiarato lo SCIOPERO il 9 Gennaio.

SIAMO TUTTI AUTOFERROTRANVIERI

 

COSA DICE ALP/Cub

>>>Non regalare a nessuno le Assemblee: tante le ore di assemblea “regalate alle aziende”. (5 ore alla SKF di Airasca).     L’assemblea è un diritto dei lavoratori e non dei dirigenti sindacali.

Dice lo statuto dei lavoratori all’art.20:

“ I lavoratori hanno diritto di riunirsi………Le riunioni……sono indette, singolarmente o congiuntamente, dalle rappresentanze sindacali..

Alle riunioni possono partecipare (possono non devono!!!)…..dirigenti esterni del sindacato che ha costituito la rappresentanza sindacale aziendale.

>>Mutuo Soccorso:  ALP/Cub propone una sottoscrizione per le famiglie dei due lavoratori della Karmak (ex Merlo Tebaldini) deceduti in questi mesi. Oltre alle vertenze per il TFR e per recuperare le ruberie sul salario ci sembra un modo giusto di pensare concretamente a chi sta peggio di noi.

Pensiamo ad un “fondo di solidarietà”