15 dicembre 2003

Ciclostilato ALP/CUB

Associazione lavoratrici e lavoratori Pinerolesi, aderente alla Confederazione unitaria di base

- via Bignone 89, Pinerolo- tel/fax/segreteria 0121-321729

- e.mail alpcub@tiscalinet.it --- sito web: www.alpcub.com

LIBERO MERCATO

357.        Assemblea a milano

Limitazione del diritto di sciopero e utenti del servizio pubblico

Il 1° Dicembre gli autisti dell’ATM di Milano hanno realizzato l’unica possibilità di critica pratica rispetto ad una legislazione sul diritto di sciopero che rende succubi i lavoratori al dispotismo aziendale. In realtà lo sciopero del 1° dicembre ha realizzato quello che è l’obbiettivo degli scioperi: Fare male all’avversario.

Certamente, quando scioperano i servizi essenziali, vi sono problemi veri di rapporto fra scioperanti e resto dei lavoratori, certamente è necessario un sindacalismo indipendente che sappia collocare le lotte aziendali e categoriali in una prospettiva più ampia ed è necessario ragionare seriamente sulle forme di mobilitazione e di coinvolgimento degli utenti.

Va, anzi, anche detto, senza alcuna ambiguità, che è proprio la normativa antisciopero il primo ostacolo da abbattere se si vuole andare in questa direzione. Se, infatti, i lavoratori, per scioperare devono farlo “a sorpresa” pena la vanificazione dello sciopero stesso, è chiaro che i disagi per i cittadini non possono che crescere. Paradossalmente, sono proprio i nemici della libertà di sciopero a rendere gli scioperi tanto devastanti.

 

Venerdì 12 Dicembre a Milano con:

P. Giorgio Tiboni  Cord. Naz.  CUB

Claudio Signore    RSU Slai Cobas ATM

Gianni Cavinato ACU (Ass. Consumatori Utenti)

NOTIZIE DALLA FABBRICHE 

>>> Ufficio Vertenze: Martedì dalle 18 alle 19

>>> ICI: Scade la seconda rata il 22 dicembre

>>>Direttivo allargato sulle Pensioni: Venerdì 19       ad ALP ore 20,30 con relazione di Luigi Fenoglio >>> Poste spa: Ti obbligano a fare le ferie sotto le feste per ridurre i costi. Risultato : gli sportellisti impazziscono e i cittadini si incazzano. Un bravo al Direttore della Filiale di Pinerolo.

   ::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Cosa dice ALP/Cub

Sulla situazione della SKF e OMVP descritta il 3-12 all’AMMA possiamo fare queste riflessioni:

1)      Ci sono situazioni critiche che devono essere viste e seguite con priorità. Cassino, Massa e Avio. Per il nostro territorio la crisi Avio rappresenta l’elemento di maggior preoccupazione per evitare una selezione “politica” dei lavoratori a zero ore e non lasciare nessuno in mezzo alla strada. Il  controllo sui corsi, degli investimenti (che sono pochi). La rimozione degli sprechi (che sono molti : consulenti, straordinari, lavoro fuori, ecc ).

2)      Ci lascia meno preoccupazioni il futuro OMVP per i considerevoli investimenti, le voci che diventi SpA, due elementi che renderebbero meno preoccupante la eventuale terziarizzazione.

3)      I notevoli margini e l’alta produttività dimostrano che i lavoratori hanno dato un grande contributo a questa Azienda ed è ora di pensare a redistribuire una parte della ricchezza e produttività prodotta.   

Noi pensiamo dunque che ci siano le condizioni per dare una mano ai nostri salari che non si sono accorti dell’aumento contrattuale e se abbiamo la moneta europea e sacrosanto avere salari europei. Inoltre è arrivato il momento di frenare flessibilità e precarietà.

Si chiami integrativo o precontratto è ora di pensarci.

(riflessioni dopo il collettivo SKF e OMVP)

>>>Istituti Valdesi: Firmato il CCNL. Aumento del 5% e nuova classificazione per arrivare ad un unico Contratto Nazionale di settore. In corso le assemblee.

>>>Gasparri: varata in senato la legge sulla regolamentazione delle TV e della pubblicità. Il governo oggi controlla sia Mediaset che RAI. Il 10% della popolazione legge giornali, l’informazione è di regime. Si sapeva. Nessuno vuole fare lo sciopero del canone RAI e di Mediaset ?

>>>Pensioni: grande manifestazione CGIL-CISL-UIL sabato scorso a Roma. Speriamo che non si ripeta il 1994 : si regalò a Dini ciò che sì negò a Berlusconi.

DIRITTI IN PILLOLE – INFORTUNIO

Il lavoratore è obbligato a dare immediata notizia di qualsiasi infortunio anche se di lieve entità al datore o dirigente o preposto. Durante l’infortunio non ci sono fasce di reperibilità come per la malattia.

Il datore di lavoro deve redigere la richiesta di visita medica di infortunio e accompagnare a proprie spese l’infortunato presso il più vicino Ambulatorio INAIL o al più vicino Pronto Soccorso.