3

giugno

2002

Ciclostilato ALP/CUB

Associazione lavoratrici e lavoratori Pinerolesi, aderente alla Confederazione unitaria di base

via Bignone 89, Pinerolo

tel/fax/segreteria 0121-321729

e.mail alpcub@tiscalinet.it

sito web: www.alpcub.com

libero mercato:vocabolario

283. UNA PARTE DELLA CUB SI PRONUNCIA SUI REFERENDUM

<<In questi giorni è in corso una campagna referendaria relativa a sei quesiti:

· due riguardanti l’estensione dell’articolo 18 anche alle aziende con meno di 15 dipendenti,

· uno sulla scuola per abolire alcuni aspetti della controriforma Berlinguer con particolare riferimento all’introduzione di finanziamenti alle scuole private;

· tre su questioni ambientali: pesticidi, elettrosmog e forni inceneritori.

La scelta di indire un pacchetto di referendum su temi estremamente eterogenei è un rischio di per sé, anche in virtù dell’uso strumentale e dissennato fatto recentemente dai radicali dei referendum.

La Cub, che tra l’altro aderisce al referendum in difesa della scuola pubblica e non ha quindi atteggiamenti preconcetti sull’utilizzo dello strumento referendario, ritiene invece pericoloso e fuorviante rispetto alle priorità del movimento dei lavoratori l’utilizzo del referendum popolare in materia di estensione dei diritti previsti dall’art.18.L’utilizzo dello strumento referendario ,che notoriamente chiama tutti i cittadini a decidere in merito, per un argomento che è di esclusivo interesse e pertinenza dei lavoratori rischia di essere pericoloso e controproducente. Si rischia di fornire all’avversario di classe un’arma da utilizzare contro i lavoratori, così come è già avvenuto in passato. Concentrare l’attenzione e le energie del sindacalismo di base sulla battaglia per l’estensione dell’art.18 rischia di essere fuorviante rispetto alla necessità, ineludibile per il movimento dei lavoratori, della costruzione di una piattaforma generale adeguata e alternativa rispetto alla politica concertativa di cgil,cisl e uil responsabili di decenni di sconfitte e di arretramenti. >>

>>> il DIRETTIVO ALP ha iniziato a discutere ma non ha ancora deciso come comportarsi.


Dopo lo sciopero generale, ricostruiamo il controllo dal basso sull’operato sindacale!

DIFENDI I DIRITTI DEI LAVORATORI, NO ALLA CANCELLAZIONE DELL’ART.18 DELLO STATUTO!!

NO all’attacco su lavoro, fisco, pensioni

nuovi lavoratori = stessi diritti

uguale lavoro uguale salario

brevi dalle fabbriche

>>> 730: A giugno restituiamo i 730 e i bollettini ICI. >>>Venerdì 7 giugno Riunione delle RSU industria per preparare l'intervento al congresso CUB di sabato 8 giugno presso Stranamore.

.>>>il mercoledì ad Alp il responsabile dell'Ufficio Vertenze è in sede dalle 18 alle 19

>>>FIAT proclamate altre 4 ore di sciopero venerdì 7 giugno allargate anche all’indotto.

>>>PMT- ex Beloit : Incontro in Regione per la mobilità. Sono 47 gli eccedenti. La Regione propone una soluzione accettabile nella quale la mobilità é legata al raggiungimento della pensione e per i volontari. La direzione e l'AMMA propongono un punto inaccettabile. Si rinvia all'11 giugno per informare i lavoratori e in attesa delle decisioni del governo sulla Fiat per gli ammortizzatori sociali.

>>>Sachs-ZF: Si é tenuto presso la Fim di Pinerolo l'incontro del CAE Comitato Aziendale Europeo degli stabilimenti ZF italiani. ALP ha partecipato. Si é potuto così conoscere meglio le varie realtà e si è preparato un documento finale nel quale si dà mandato al coordinatore italiano di portare al prossimo comitato Europeo il caso Sachs, in particolare per poter avere gli incontri con i dirigenti ZF e sapere cosa intendono fare dello stabilimento di Villar. Era anche presente il Sindaco di Villar. Ora si tratta di informare i lavoratori, socializzare le conoscenze e riprendere le iniziative.

>>>LUZENAC Nell’incontro del 28 la Direzione ha annunciato la prossima assunzione di altri 3 polacchi per la miniera. Si è parlato di sicurezza, appalto carico camion del talco.

>>>GOVERNO Il 31 si sono incontrati i sindacati maggioritari con il Governo. Pregiudiziale lo stralcio della riforma dell’art. 18. I sindacati vanno all’incontro in ordine sparso. La CGIL rompe, CISL e UIL firmano il verbale di intesa.

>>>IMMIGRATI 236 deputati contro 168, la Camera approva un emendamento al testo della "Bossi-Fini", già votato dal Senato. Impronte digitali per extracomunitari che chiedono il permesso di soggiorno. È la strategia della "tolleranza zero"

.>>>Forum di ALP/CUB: è aperto il dibattito nel nuovo sito www.alpcub.com- chi ha delle cose da dire sul sindacato si faccia vivo.

Che cosa dice ALPCUB Amer-ECO

L’udienza per i due licenziamenti si è conclusa positivamente. L’azienda pagherà 2500 Euro netti per risarcimento e spese processuali. Siccome l’amministratore delegato intendeva denunciare anche le due lavoratrici per diffamazione, (come ha fatto per il presidente dell’ALP e un giornalista dell’Eco) si è concordato che le lavoratrici comunicheranno all’Eco del Chisone che gli assegni erano coperti (notizia da noi data il 21 gennaio) e l’AMER -ECO si impegna a chiudere la vicenda senza querele alle due lavoratrici. Rimane aperto il problema con l’ultima lavoratrice che da gennaio non percepisce lo stipendio.

 

Che cosa dice ALPCUB Poste: A Roma sciopero unitario contro i comportamenti indecenti delle Poste in tutto il territorio: Si propone lo sciopero generale delle Poste. Da noi continua l'atteggiamento pesante della direzione che ha convocato un RSU dell'ALP/Cub: si profila un trasferimento, che se fosse attuato, avrebbe il sapore di una punizione. Attendiamo riscontri ufficiali e ci prepariamo a dare battaglia.

nuove rubriche:

Diario - Forum

>>>Percorso fotografico tra le fabbriche della Val Chisone

>>>fumetti inediti sulla Resistenza in Val Chisone e a Torino -di Carlo Minoli più altre più altre tavole su vari argomenti e il 'gioco dell'oca 'di un operaio anni'70.