2

aprile

2002

Ciclostilato ALP/CUB

Associazione lavoratrici e lavoratori Pinerolesi, aderente alla Confederazione unitaria di base

via Bignone 89, Pinerolo

tel/fax/segreteria 0121-321729

e.mail alpcub@tiscalinet.it

sito web: www.alpcub.com

libero mercato:vocabolario

274. Ripresa occupazionale- dati Istat 27/03/02

L’Istat segnala la discesa - in gennaio - del tasso di disoccupazione al 9,1%, il livello più basso dal 1993.

Il governo ha, immediatamente, tentato di mettere le mani, alzando il tiro con la promessa che, grazie all'approvazione del Libro bianco (con l'aggiunta dello spappolamento dell'articolo 18), la creazione di un milione e mezzo di nuovi posti di lavoro nel corso della legislatura è un obiettivo possibile. Anzi, certo.

I dati Istat, però dicono che nei cinque anni di centro sinistra un milione e mezzo di nuovi posti di lavoro sono stati creati davvero, non solo promessi, e in una fase di politica economica non particolarmente espansiva, visto l'impegno di Maastricht. Tutto questo significa che la tenuta della crescita e l'aumento dell'occupazione ha differenti radici. In primo luogo nella politica moderatamente espansiva lasciata in eredità dal precedente governo sul fronte delle opere pubbliche e della moderata riduzione della pressione fiscale. Inoltre, la crescita e la tenuta dell'occupazione affondano anche nella domanda estera, in particolare quella proveniente dall'esterno dei confini dell'euro, grazie alla forza del dollaro e ai maggiori introiti dei paesi produttori di petrolio.

I dati Istat dimostrano perfettamente che la crescita può essere trainata unicamente dal lavoro regolare e stabile, che garantisce anche le imprese più dinamiche. La conferma si ha dai dati territoriali sulla disoccupazione: al Nord il tasso di disoccupazione è sceso al di sotto del 4%, mentre nel Mezzogiorno il tasso dei senza lavoro (anche se in riduzione) rimane appena al di sotto del 19%. Poter licenziare al Sud, con l'abolizione dell'articolo 18, chi è appena emerso non creerà nessun nuovo posto di lavoro, mentre al Nord, in genere, il problema è solo quello della carenza di manodopera.

Il problema non è quello della flessibilità e della precarietà, ma dell'accumulazione al Sud che chiede qualità delle produzioni e non flessibilità, e dei bassi salari che con l'abolizione dell'articolo 18 rilancerebbero le produzioni a basso valore aggiunto.

DIFENDI I DIRITTI DEI LAVORATORI, NO ALLA CANCELLAZIONE DELL’ART.18 DELLO STATUTO!!

NO all’attacco su lavoro, fisco, pensioni

Sciopero generale !!!!

brevi dalle fabbriche

Brevi dalle fabbriche

>>> ad Alp il responsabile dell'Ufficio Vertenze è in sede dalle 17.30 alle 18.30 del mercoledì.

>>>Sciopero generale CUB, CONFED.COBAS, SLAICOBAS hanno deciso di chiamare i lavoratori di tutte le categorie allo SCIOPERO GENERALE per tutta la giornata di martedì 16 aprile con manifestazioni nazionali a Roma, Milano e Palermo contro le politiche antisociali del Governo, la concertazione, e la guerra.

>>>Pinerolo Social forum I giovani invitano tutti i sindacati a un incontro per spiegare le proprie proposte per una iniziativa a Pinerolo per il 16 aprile, riunione il 2 aprile all’ARCI. Alp sarà presente.

>>>PMT ex Beloit Si sono svolte le elezioni delle RSU. In totale ALP 92, Uilm 55 e Fiom 47 . IL regolamento favorisce la Uilm e nonostante abbia più voti ALP/Cub avrà meno RSU.

>>>CISS incontro il 3 aprile. Alp/cub ribadisce il diritto alla stabilità del posto di lavoro e il no al passaggio alla cooperativa.

>>>Sachs-ZF Giovedì 4 incontro in Regione.

>>>POSTE Si svolgeranno due assemblee per portalettere e sportellisti. Continua lo stato di tensione. ( una lavoratrice è stata colta da malore ed è intervenuta l’autoambulanza.)

>>> 730 - Inizia mercoledì 17 aprile il servizio fiscale presso ALP.

Che cosa dice alp/CUB :

1. Sciopero del 16: Le iniziative di lotta contro le modifiche all’art.18 non bastano se contemporaneamente non si contrasta tutta la politica antisociale del governo, la guerra, e non si abbandona la concertazione che e' stata ed e' la linfa vitale delle politiche liberiste.

2-----Il 6 aprile corteo CACEROLAZO a Torino alle 15 da p.za Crispi organizzato dal Torino Social Forum. Alp aderisce con decine di altre organizzazioni. FAME DI DIRITTI: per un sapere pubblico e democratico, per una città multietnica di eguali, contro il precariato e la disoccupazione, per il diritto di scelta delle donne, per uno stato sociale universale ed efficace, per la salvaguardia dell’ambiente.

 

 

 

>>>Percorso fotografico tra le fabbriche della Val Chisone

>>>fumetti inediti sulla Resistenza in Val Chisone e a Torino -di Carlo Minoli , vari, e il gioco dell'oca