9

aprile

2001

Ciclostilato ALP/CUB

Associazione lavoratrici e lavoratori Pinerolesi,

affiliata alla Confederazione unitaria di base-

via Bignone 89, Pinerolo tel/fax/segreteria 0121-321729

e.mail alpcub@tiscalinet.it

sito web: geocities.com/alpcub

libero mercato:vocabolario

224. Ma utenti e addetti sono assenti

I governi dell’Ulivo si sa pendono a destra e in tutti i settori. Procede la liberalizza-zione nel lavoro ma esiste una erosione di diritti acquisiti anche nella sanità e nell’assistenza. Il modello vincente sembra la Regione Lombardia in cui Formigoni con la legge 32/1997 accelera la concorrenza fra pubblico e privato, in direzione di un libero mercato sanitario. Aumenta la presenza del privato nella sanità – lasciando a quella pubblica la parte più costosa e meno redditizia. In questa direzione si muove oggi la regione Piemonte che taglia i fondi alle USL ( 11 miliardi in meno alla USL10). Ne farà le spese ancora la sanità sul territorio.

La Rosy Bindi nel 2000 offre ai medici di operare esclusivamente dentro gli ospedali con lauti guadagni e l’utilizzo delle strutture logistiche, strumentali, di personale ecc. C’è solo il fatto che chi ha soldi ha corsie privilegiate per visite e ricoveri…gli altri aspettano. La legge Turco_Veronesi completa l’opera, non si parla più di diritti ma di priorità. Viene delegato il socio-assistenziale ai Comuni –se vogliono e se hanno soldi- restano diritti esigibili solo le pensioni di invalidità e gli assegni sociali a carico dello stato. Da noi la C.Montana Val Chisone è tranquilla, avendo un avanzo di 300 milioni proprio sul socio assistenziale!? Questi problemi erano presenti nello sciopero del settore sanità il 30 marzo ( riuscito solo al 30%)? Non ci pare.


>>>uranio impoverito

>>>Biella la strage continua

>>>Sciopero spontaneo alla Fiat

>>>Dove è finito il salario?

>>>il voto sul contratto alle Poste

>>>sciopero alla Tirrenia

>>>Daewoo.svuotata fabbrica

>>>Un miliardo di poveri nelle campagne

>>>Mucca pazza:zitto e mangia!

>>>welfare

>>>SOLO L'IRONIA CI SALVERA' DAL MASSACRO

>>>Contratti a termine, la

BUON 8 MARZO MARA!!!

vedi Mara

vedi Mara1

vedi Mara3

>>>Paulo, edile, immigrato a Lucca

>>>Sentenza operaio rumeno bruciato

>>>campagna bananeras nicaragua

>>>da ll sole24ore:

1 bilancio di una legislatura sul lavoro 2 dati istat

Sintesi Assemblea 2001 ALP/CUB

vedi notizie ECO

brevi dalle fabbriche

>>>Direttivo ALP/CUB lunedì 9 aprile:

Referendum SKF, 1° maggio, Convegno Cooperative fine maggio, 730, varie.

>>>Referendum sul contratto aziendale SKF il 12 aprile: la parola ai lavoratori, Alp invita a votare NO all’accordo .

>>>730: Inizio del servizio fiscale presso Alp il 18 aprile – termine il 19 maggio.

>>>18 aprile Corso di formazione sulla 626 per RSU Scuola. A. Magna Buniva ore 16.30

>>>A.FER: incontro all’UPLMO di Torino per impugnazione provvedimenti disciplinari,

>>>CISS Il 10 aprile incontro alle 14,30 in Comune a Pinerolo per lavoratrici del CISS nell'assistenza agli handicappati.

>>>Luzenac Assemblea in miniera l’11/4

>>>POSTE Nasce il Coordinamento Regionale di base delle poste (ALP-Cobas PT-CUB) con RSU di Novara, Torino, Pinerolo. Si sono concordate iniziative comuni contro gli straordinari e per forzare nuove assunzioni perchè la carenza degli organici è alla base delle cattive condizioni di lavoro, fra l’altro impedisce di fare le ferie per portalettere e sportellisti.

Che cosa dice ALP:

Convegno Ambiente/Lavoro.- Milano Siamo intervenuti sostenendo che si deve coniugare la difesa del lavoro e la difesa dell’ambiente. Per noi alla base ci deve essere: 1)la messa in discussione della centralità della competitività dell’impresa sancita dalla concertazione che produce flessibilità , precarietà e terziarizzazione crescenti. 2)Ci vuole una legge che dia diritti a tutti sulla rappresentanza altrimenti li ha solo chi firma accordi subalterni 3)Si può sperimentare a livello di territorio nuove piattaforme su Lavoro/Sanità/Ambiente 4) E’ emersa nel dibattito la necessità di rilanciare la riduzione orario, come stimolo per un modello di sviluppo diverso.

Powertrain Italia s.r.l. ha avviato la procedura di mobilità per 454 lavoratori presso lo stabilimento di Mirafiori Meccanica. 410 operai, 4 intermedi e 40 impiegati "strutturalmente eccedenti", 454 famiglie messe in strada. La Fiat delega il lavoro sporco alle terziarizzate, prima terziarizza dei rami d’azienda poi le ditte terziarizzate licenziano personale in esubero. Nessuno si è mai posto la domanda, o l’ha posta ad un magistrato, su come è possibile che una azienda come la Powertrain o qualsiasi altra terziarizzata possa continuare ad acquisire rami d’azienda e nel contempo denunciare "esuberi strutturali" o CIGO? Faranno, i sindacati confederali, un mea culpa sul capitolo terziarizzazioni, sul come non l’abbiano mai contrastato, oppure permetteranno a Fiat e terziarizzate di continuare di fare il bello e il cattivo tempo?

Verdetti su part-time e lavoro precario
1Legge sulle cooperative 2 sciopero cooperativa 3 il socio
trattativa Fiat in stallo 23/3/01

NOTIZIE VARIE: http://web.tiscalinet.it/operaicontro

Airasca notizie SKF marzo 2001
Volantino richiesta elezioni Sachs-Boge

 

Ritorna alla pagina principale

Ritorna ad archivio