1 agosto 2000

Ciclostilato ALPCUB

Associazione lavoratrici e lavoratori Pinerolesi, affiliata alla Confederazione unitaria di base

via Bignone 89, Pinerolo

tel/fax/segreteria 0121-321729

e.mail alpcub@tiscalinet.it

sito web: geocities.com/alpcub

libero mercato: vocabolario

191. Accordo alla Beloit

L’accordo siglato alla Beloit il 25 luglio 2000, approvato con il 68% di SI ( ma queste importanti decisioni bisognerebbe discuterle e prenderle "assieme" ai cassaintegrati), è il risultato della situazione di debolezza e difficoltà presente alla Beloit, in generale nell’ambito sindacale e politico oggi. In particolare pesa il fatto che da 5 anni in questa fabbrica, come in molte altre del pinerolese, siamo in assenza di rappresentanze. Sul problema più delicato che era quello delle eccedenze si è evitato almeno in parte di individuare già da adesso i lavoratori in esubero, anche se i limiti alla rotazione consentiranno, come per altro è già avvenuto in questi ultimi anni, alla Direzione di lasciare fuori quelli che a lei meno interessano, i più deboli.

Ci eravamo posti tre obiettivi:

-Piano industriale serio che desse garanzie di continuità;-Difesa dell’occupazione esistente ( non lasciare nessuno senza tutela), - difesa dei diritti acquisiti.

Nell’accordo si delineano degli impegni industriali, investimenti , sull’occupazione il piano prevede 205 addetti che potrebbero essere incrementati. Sulla difesa dei diritti invece nulla si è detto. Alcuni mesi fa la Direzione aveva disdetto tutti gli accordi- pensando di ripartire da zero con tutti?

Che cosa dice ALP L’accordo Beloit potrà essere migliorato solo se continueremo ad essere presenti, con delle lotte e delle iniziative che coinvolgano il territorio, le istituzioni, le forze politiche ( cosa che è mancata dopo le lotte intorno allo sciopero generale del 17 dicembre 1999). L’ALP è già oggi disponibile ad impegnarsi per questi obiettivi e ringrazia tutti quelli che in questi mesi si sono spesi per questa lotta che non è ancora finita.

brevi dalle fabbriche

>>>Beloit Nell’accordo siglato da FimFiomUilm e Comitato lavoratori Beloit si prevedono investimenti per 20 miliardi, 170 in CIGS per 24 mesi con rotazione secondo le esigenze produttive, mobilità volontaria per chi può andare in pesnione.

Il referendum ha dato questi risultati:

addetti 348, votanti 242.

SI 145, NO 60, Bianche 4, Nulle 3.

>>>SKF

Nelle assemblee, sabotate da Fim, Uilm e Fali si è espressa la critica all’accordo separato. Forte la posizione di Cremaschi che ha promesso di impegnarsi per un corretto svolgimento delle future elezioni RSU.

>>>Luzenac Val Chisone. La miniera lavorerà anche nelle ferie a turni ridotti, utilizzando i nuovi assunti e i volontari.

>>>Cimitero Pinerolo. Incontro martedì 1 con il Segretario Comunale di Pinerolo.

>>>Ospedali valdesi L’Rdb e Alp hanno migliorato il contratto stipulato dai confederali e comunicato ai lavoratori i risultati della loro azione.

>>>POSTE

L’incontro del 21 luglio 2000 con il responsabile della Filiale di Pinerolo ha confermato tutti i timori.

Le assunzioni previste sono 31. Essendo una trentina le carenze strutturali ( maternità, distacchi, malattie particolari) ne ricaviamo che le nuove assunzioni non sono sufficienti nemmeno ad ovviare alle carenze suddette.

L’anno 2000 segna la fine dell’utilizzo di lavoratori a tempo determinato. La sportelleria usufruirà delle ferie con la sostituzione dei colleghi mediante il doppio turno o con la chiusura delle Agenzie nel pomeriggio.

Il recapito gestirà la quasi totalità delle ferie con le surroghe nelle proprie areole di apparteneza ( attualmente la scorta vaga tra il 10 e il 15%).

Non sarebbe il caso di scendere in lotta?.

 

Ritorna alla pagina principale

Ritorna ad archivio