poco prima di Villar Perosa ci sono gli stabilimenti della Sachs-ZF e della Stabilus, 

nell'area della ex Fiat-MVP:

Sachs-zf

lotta MVP-Fiat anni 80- Lanza mp3 -6Mb

scheda breve.

Sachs-BOGE  -- e Stabilus

La Sachz ZF nasce dall’Ex Fiat di Villar Perosa quando la Fiat decide di trasferire i giunti omocinetici a Firenze; c’è stata una lotta di tutta la valle, istituzioni e chiese. Nell’aprile ‘84 accordo che faceva nascere questa nuova realtà frutto della fusione tra Boge e Corte Cosso. E’ Il primo accordo Fiat dopo la lotta dei 35 giorni dell’80. L’accordo prevedeva il rientro di tutti i lavoratori che stavano nella vallata. La Boge produce ammortizzatori e sollevatori per auto. Iniziò con 80 dipendenti nel 1985, salitì a 360 nell’89.La BOGE nel 91 passò alla Sachs e iniziò la ristrutturazione. Oggi conta 200 dipendenti. A settembre 2009 annuncia che vuole mettere in mobilità 90 persone.

Nel 1994 la Sachs in un altro capannone insediò la Stabilus(molle a gas) con un centinaio di dipendenti. Dal ’93 varie casse integrazione e mobilità.

Nel 2009 chiusura della Stabilus con licenziamento dei 77 dipendenti.

2011-trasloco Sachs?

La Zf Sachs si sposta da Villar Perosa a Candiolo

Sachs trasloca a Candiolo-eco del Chisone

L'azienda lascia Villar Perosa nel 2012

La Sachs Italia, la fabbrica di ammortizzatori e forcelle per moto di Villar Perosa, ha scelto il sito nel quale si trasferirà nel primo semestre del 2012, con i suoi 150 dipendenti.
Il capannone è in costruzione a Candiolo, appena oltre il confine nonese e l'Indesit. L'azienda conta di risparmiare circa il 50 per cento dei costi di gestione e di migliorare la propria immagine davanti ai clienti, Bmw in testa.
Per il sindacalista Cisl Enrico Tron si tratta di «una sconfitta per la valle, che perde altri posti di lavoro». Per i dipendenti (tutti confermati) dal punto di vista sindacale la soluzione «non è la peggiore tra le tante possibili, ma bisognerà limitare i disagi». (approfondimenti nell'edizione in edicola)



Potrebbe interessarti: http://pinerolo.torinotoday.it/val-chisone/zf-sachs-da-villar-perosa-a-candiolo.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/TorinoToday

 

 vedi http://www.alpcub.com/dossier_stabilus.htm



Luca Prot

 

 

in via Nazionale 174, c'era un mulino da grafite, chiuso alla  apertura del mulino di Malanaggio.

Un altro mulino di grafite e talco in via Trieste, lavorava per la "G.A.Baldracco & Nipote".

 Nel 1920 cede le proprietà alla Talco& Grafite Val Chisone.

 

A Villar Perosa gli stabilimenti della SKF-OMVP

della SKF-Avio Precisi- produzione di cuscinetti, 

(link http://www.skf.com/ e http://www.skf.it)

scheda breve.

LA RIV DI VILLAR PEROSA

La famiglia Agnelli si trasferì a Villar Perosa a metà ottocento acquistando la villa settecentesca di proprietà dei Turinetti di Priero. il 13 agosto 1866 nacque il personaggio che doveva diventare il maggior creatore dell'industria italiana moderna, Giovanni Agnelli. Questi, nel 1899, fonda la FIAT. Agnelli non trova di meglio che mettersi in società con l'ing. Roberto Incerti, un meccanico costruttore di biciclette che possedeva due piccole aziende familiari a Torino e Villar ed iniziare la produzione dei cuscinetti progettati dall' Incerti stesso. Dapprima si lavora in una piccola officina torinese, con 23 operai, quindi si decide l'espansione. Villar viene prescelta per la sede dello stabilimento di grandi dimensioni (si inizia nel 1907 con 6250 mq, 180 dipendenti, una centrale elettrica e 20000 pezzi annui prodotti).Al termine del conflitto, quando l'azienda si costituisce in società anonima "Officine di Villar Perosa" ed ha come presidente il figlio di Giovanni - Edoardo-,  con 1152 operai e 117 impiegati nel 1920, tre centrali elettriche ed un'area coperta di 18.800 mq. Lo stabilimento di Villar comunque non è più sufficiente a soddisfare le richieste del mercato, per cui si aggiungono stabilimenti a Torino (1925), passando ad un totale di 4400 dipendenti e ad una produzione annua di 4 milioni di cuscinetti, e a Massa (1939), arrivando ad una produzione annua di 20 milioni di cuscinetti.

La costante crescita viene interrotta dalla seconda guerra mondiale e Villar non è risparmiata dai bombardamenti. I danni allo stabilimento, così come al paese, sono ingenti tanto che la produzione viene trasferita a Cimena in un tunnel al riparo dagli attacchi aerei, mentre uffici e archivio vengono spostati a Pinerolo. Scioperi marzo ’43 contro la guerra e per il pane. Al termine del conflitto si ricostruisce con fervore, per riavviare la produzione nel più breve tempo possibile. Intanto, il 16 dicembre 1945 scompare il fondatore dell'azienda, Giovanni Agnelli senior.Nel secondo dopoguerra vengono ad aggiungersi gli impianti di Cassino (1959), Pinerolo (1960 – ceduta all’Euroball a fine secolo), Airasca (1963) che man mano assorbe la produzione di Torino (PDF 23 mB) fino a quando, nel 1972, quest'ultimo viene chiuso, Bari (1973).

Nel 1965 il gruppo Agnelli cede il pacchetto di maggioranza (78,5%) alla Svedish Kullager Fabriken (SKF) che, nel gennaio 1979, diviene unico proprietario acquisendo il restante 22,5% delle azioni. Nella Riv di Villar Perosa gli operai sono stati sempre molto organizzati, anche se in presenza di un forte sindacato aziendale. il Fali.  Presente anche 'Pace e Libertà'. Di recente è stata scorporato lo stabilimento e si chiama OMVP. Di recente è partita la mobilità per Omvp stabilimento Villar Perosa 53 persone (su 632),  SKF- Avio e Precisi stabilim. Villar Perosa 11persone (su 484) ,SKF-TBU stabilimento Villar Perosa 5persone (su 72).

 

con i villaggi per operai e per impiegati fatto costruire da Agnelli

accanto alla fabbrica:

filmato rai educational  scorrere lungo i titoli

Il museo del cuscinetto a Villar Perosa
Descrizione: Lo Stabilimento fondato dal senatore Giovanni Agnelli nel 1906 a Villar Perosa, è la sede 

del museo della meccanica e del cuscinetto in cui si possono trovare modelli in legno di macchine 

del passato che hanno disegnato la storia del cuscinetto.
Anno di produzione: 1999
Durata: 13'

Alla RIV, oggi SKF , c'è una storia di organizzazione sindacale secolare:

presso la Biblioteca di Villar l'archivio sindacale RIV

Nella fabbrica il museo del cuscinetto

Vicino alla fabbrica la Scuola professionale  

scheda breve

Nata nel 1930 dall'impegno del Senatore Giovanni Agnelli.

All'inizio era sita nei locali dell'ex dopolavoro, poi spostata  nel 195 3nell'ex Convitto e nel 1963 nel nuovo edificio a monte della fabbrica.

Sul nascere non furono anni facili in quanto la scuola fu messa a dura prova dalle tragiche vicende belliche e dal difficile periodo post-bellico. Nel 1970 sembrò persino che il suo cammino stesse per interrompersi, ma in collaborazione con la Regione Piemonte ha resistito;  come sede di un consorzio educativo CSEA (fallito poi nel 2012)con corsi per meccanici di auto e di acconciature; poi sede dell'Engim continuando i corsi della gestione precedente; con fondi europei vengono fatti alcuni lavori di ristrutturazione; infine vengono ospitate classi della scuola elementare ( provvisoriamente per un biennio, durante lavori alle scuole) e alcune iniziative pubbliche. Oggi è inutilizzato.

http://www.alpcub.com/tesi%20sandra/testo/cap%20III/scuole_profess.htm

 

 

nella nuova zona industriale vari artigiani e la  ISOTALCO

 scheda

ISO TALCO SOC COOP RL - ( Italia - Villar Perosa (TO)  con 29 soci e dipendenti

Produzione ceramiche tecniche industriali - Articoli e forniture steatite, cordierite, cordierite densa

Nata nel 1984  (18 soci) dalle ceneri della Isolantite della Talco&Grafite Val Chisone, si è spostata nel 200o a Villar in un nuovo capannone

 

 

Alla centrale dell'Inverso arriva il canale che porta l'acqua dal bacino di Perosa

  

ritorna a pagina valli