Il Sorriso

1 apr2015

 

 

eco 25feb15

 


 

 

>>> Coop. il Sorriso: Ancora la situazione rischia di precipitare. Nell'assemblea dei soci di Venerdì 10 ottobre sono emersi i gravi problemi del bilancio. Noi ribadiamo che non accetteremo altre richieste di ricapitalizzazione, anche se sappiamo che si corre il rischio di portare in liquidazione il Sorriso. Ci sono inoltre voci di separazione tra Pro Senectute e S.Giuseppe.... A fine novembre ci sarà l'assemblea per prendere queste delicate decisioni. In preparazione abbiamo convocato il Collettivo aperto a tutti per Giovedì 16 ottobre ore 18,30 presso la sede dell'ALP/Cub.

 

18giu2014

 

http://www.youtube.com/watch?v=La0oZAtG26k

Val Pellice- la parrocchia di Torre offre la casa vacanze- la Diocesi integra

Maxi donazione fa tornare il sorriso

Matta: 'Ora riorganizziamo i servizi'.

eco 8gen2014

 

 

23set2013eco

 

 

riforma 16ott2013

riforma 1ago2013

 

audio prima parte assemblea

Val Pellice: «Lavoriamo insieme a una soluzione per "Il Sorriso"»

Val Pellice: «Lavoriamo insieme a una soluzione per "Il Sorriso"»

Il sindaco di Luserna S. Giovanni Livio Bruera si è impegnato a favorire un tavolo di lavoro tra tutte le parti in causa per trovare una soluzione ai problemi della cooperativa "Il Sorriso", che gestisce gli istituti per anziani Pro Senectute (di Luserna S.G.) e S. Giuseppe (di Torre Pellice), nonché la Scuola Mauriziana di Torre Pellice.
Nel corso dell'assemblea pubblica indetta dal sindacato di base Alp-Cub e conclusasi poco fa presso la sala del Municipio di Luserna S.G., Bruera ha invitato alla cautela per agevolare il buon esito dell'operazione: «Ci sono 150 posti di lavoro e quasi 200 posti letto da tutelare».
Enrico Lanza, che ha parlato a nome dell'Alp Cub, ha posto l'accento sull'importanza di fare emergere i problemi, affinché possano essere affrontati, definendo «anomala» la richiesta avanzata ai soci-lavoratori di un contributo per la ricapitalizzazione della cooperativa (1.600 euro). Da parte dei lavoratori, in gran parte soci, è stata ribadita la necessità della massima chiarezza sulla situazione.
Il cda della cooperativa "Il Sorriso", in scadenza di mandato, non era presente all'assemblea (cui hanno partecipato una cinquantina di persone). Nei giorni scorsi, tuttavia, la presidente Donatella Orsini ha assicurato in un'intervista a "L'Eco del Chisone" il massimo impegno per il raggiungimento dell'obbiettivo, nella salvaguardia del servizio e dei posti di lavoro.

d.arg.

 


Val Pellice: caso "Il Sorriso", stasera assemblea aperta

Val Pellice: caso "Il Sorriso", stasera assemblea aperta

La cooperativa "Il Sorriso" gestisce due importanti istituti per anziani della Val Pellice: il S. Giuseppe di Torre Pellice e la Pro Senectute di Luserna S.G.. La crisi che attanaglia le Case di riposo ha creato i presupposti per la chiusura del bilancio in forte passivo, più di 300mila euro. In gioco quasi 200 posti letto e 150 posti di lavoro. Questa sera, nella Saletta d'arte del Municipio di Luserna S.G., l'Alp-Cub propone un'assemblea aperta per discutere del problema.

La presidente dell'Alp-Cub, Rossella Ribet, ha invitato a partecipare il sindaco di Luserna S.G. Livio Bruera, il vice-sindaco Valter Mensa e l'assessore Enrico Delmirani: «Ci sono dei ritardi nei pagamenti delle spettanze, la richiesta di un prestito ai soci, difficoltà di bilancio. Questa situazione ha creato in questi mesi preoccupazione tra le lavoratrici e i lavoratori e sulla quale vorremmo confrontarci con la cittadinanza e le istituzioni», afferma Ribet.

Inizio alle 20,30, ingresso da via ex-Deportati e Internati 24.

d.arg.

sorriso.pdf  salvare posti letto e posti di lavoro - eco

 

 

>>> Coop Il Sorriso: La situazione di crisi che ha portato alla richiesta di un prestito ai soci lavoratori di 1.600 Euro sta preoccupando le lavoratrici e i lavoratori della Pro Senectute, del S. Giuseppe e della Scuola Mauriziana. Alp organizza un' ASSEMBLEA PUBBLICA per Venerdì 5 LUGLIO presso la sala in via ex deportati e internati a Luserna S. Giovanni. Sono stati invitati Istituzioni e giornali. Contiamo su una buona partecipazione delle lavoratrici e dei lavoratori e di tutte le persone interessate al problema dell'assistenza.