Skf Italia in breve

http://www.skf.com/it/our-company/skf-italia/cenni-storici-sulla-skf-in-italia/index.html

 

Airasca (TO) - SKF Industrie

Stabilimento di Airasca (TO)
Stabilimento di Airasca (TO)
Il Sito SKF di Airasca attualmente comprende:
  • lo stabilimento Automotive, Car Chassis Business Unit, specializzato nella produzione di diverse tipologie di cuscinetti a sfera per applicazione mozzo ruota, che per vastità e numero di dipendenti, rappresenta la maggiore realtà produttiva del Comprensorio ed una delle più significative di tutto il Gruppo SKF.
  • L’unità Drive by Wire che sviluppa e produce soluzioni meccatroniche per sistemi frenanti di mezzi pesanti ed agricoli, l’SKF EPB (Electronic Parking Brake), e per sistemi sterzanti e di guida per mezzi pesanti e per il settore marino, l’SKF ESIU (Electronic Steering Input Unit).
  • Il magazzino centrale prodotti finiti di 30.000 mq in cui confluiscono le produzioni di numerosi tutti gli stabilimenti SKF in Italia. 
  • Gli Uffici Direzionali e gli Enti Centrali di SKF Industrie S.p.A., oltre ad uffici commerciali e di sviluppo prodotto sia per il settore Automotive che per il mercato industriale.
Lo stabilimento di Airasca è operativo sin dal 1962 e misura un'area coperta di 70.000 mq. Oggi tutta la produzione dello stabilimento è organizzata per linee integrate (canali di produzione) in cui in flusso continuo sono realizzate tutte le fasi di lavorazione dal componente al prodotto finito. Tutta la movimentazione avviene tramite trasferimenti integrati.
Lo stabilimento ospita un numero complessivo di 13 canali di produzione, ripartiti in raggruppamenti di canali omogenei per tipologia di prodotto. I cuscinetti a sfere prodotti nello stabilimento sono destinati principalmente all'applicazione automobilistica e, specificamente, al montaggio sul mozzo ruota delle automobili e, negli ultimi anni, si producono mozzi ruota per camion e cuscinetti per applicazioni agricole.
I principali costruttori di automobili a livello mondiale sono clienti di questo stabilimento.
Il grado di complessità dei cuscinetti mozzo ruota prodotti ad Airasca varia a seconda della sofisticazione tecnologica richiesta dal cliente: si va dal costruttivamente più semplice cuscinetto mozzo ruota di I generazione (anelli interni, anello esterno, sfere, schermi) ai via via più complessi cuscinetti di II generazione (flangiati) e di III generazione (biflangiati). In tutte e tre le generazioni possono essere integrati i sensori per il controllo della frenata (ABS).


Stabilimento di Airasca:
  • Certificazioni:  ISO/TS 16949:2009;  ISO 14001:2004;  OHSAS 18001:2007;  ISO 50001:2011.
  • Prodotti: Mozzo ruota di prima, seconda e terza generazione.

Magazzino centrale prodotti finiti:
  • Certificazioni:  ISO 9001:2008;  ISO 14001:2004;  OHSAS 18001:2007;  ISO 50001:2011.
  • Attività: Gestione logistica per SKF Italia e per aziende esterne al Gruppo.
  • dipendenti stabilimento 823  superficie coperta 70mila m2

Bari - SKF Industrie

Stabilimento di Bari
Stabilimento di Bari
Lo stabilimento SKF di Bari produce cuscinetti radiali rigidi a sfera con diametri esterni compresi tra i 52 e 90 mm, su un'area coperta che misura circa 34.000 mq.
Oggi l'intera produzione dello stabilimento è organizzata per "Canali". Al loro interno, a flusso continuo, proprio come fossero piccole unità produttive, sono realizzate tutte le fasi di lavorazione partendo dalla materia prima fino ad ottenere il prodotto finito.
Lo stabilimento SKF di Bari attualmente è organizzato in 11 canali di produzione cuscinetti, ripartiti in 2 raggruppamenti (A-B) omogenei per tipologia di prodotto ed 1 raggruppamento (C) di produzione anelli per lo stabilimento di Bari e rulli destinati allo stabilimento SKF di Schweinfurt.
I cuscinetti a sfere prodotti sono destinati a quasi tutti i segmenti di mercato, da quello automobilistico a quello della meccanica generale.


  • Certificazioni:  ISO/TS 16949:2009ISO 14001:2004;  OHSAS 18001:2007.
  • Prodotti: Cuscinetti radiali rigidi a sfera, cuscinetti a 4 punti di contatto
  • dipendenti 335  superficie coperta 34mila m2

Cassino (FR) - SKF Industrie

Stabilimento di Cassino
Stabilimento di Cassino
Lo stabilimento di Cassino occupa una superficie complessiva di 59.000 mq di cui 26.000 coperti. In aggiunta ai cuscinetti, la produzione di Cassino si è diversificata e arricchita annoverando anche anelli "cam followers" e "galet" per l'industria automobilistica e cuscinetti co-stampati in plastica . Lo stabilimento, che nel 2006 ha festeggiato i 50 anni di attività, è organizzato come segue:
  • 7 linee di produzione di anelli "cam followers" e "galet"
  • 14 linee di montaggio che, attraverso varie fasi di lavorazione, assemblano fra loro i componenti (anelli, sfere, gabbie e schermi) fino ad ottenere il cuscinetto finito in varie tipologie.
  • 1 pressa per la produzione di supporti in plastica
Le linee, tecnologicamente molto complesse sono accorpate in 3 raggruppamenti dotati di una manutenzione interna specificamente addestrata.
I cuscinetti a sfere prodotti a Cassino sono destinati a quasi tutti i segmenti di mercato, da quello automobilistico a quello della meccanica generale.

  • Certificazioni:  ISO/TS 16949:2009ISO 14001:2004;  OHSAS 18001:2007.
  • Prodotti: cuscinetti radiali rigidi, cam follower e galet, cuscinetti co-stampati in plastica.
dipendenti (2012)  340  superficie coperta 26mila m2

Massa - SKF Industrie

Stabilimento di Massa
Stabilimento di Massa
Lo stabilimento SKF di Massa sorge su un’area di circa 30.000 mq di cui 7.100 sono coperti e ospitano 5 canali di produzione: 3 per i cuscinetti Y, 1 per i cuscinetti SIS e 1 per i supporti in ghisa.
Nel nuovo stabilimento, fin dalla sua nascita all'inizio degli anni novanta, è stato deciso di concentrare la produzione su un determinato tipo di prodotto: le unità Y, composte da un alloggiamento (Housing) realizzato in ghisa, acciaio inox, materiale composito o lamiera stampata di acciaio e da un cuscinetto volvente a sfere.
Il cuscinetto Y si differenzia dai cuscinetti radiali rigidi da cui deriva per il profilo sferico dell'anello esterno e per il particolare sistema di fissaggio sull'albero. Le applicazioni più comuni delle unità Y sono in macchine agricole, nastri convogliatori, macchine tessili, ventilatori industriali nonché in macchine per l'industria alimentare e per l'imballaggio.
Dal 2002 è stata avviata anche la produzione di cuscinetti SIS (Special Industrial Solutions): cuscinetti volventi di varie tipologie, forme e dimensioni, prodotti in piccoli lotti (da 50 a 2500 pz), dai cuscinetti radiali rigidi con taglio sfera, o a doppia corona, a cuscinetti a contatto obliquo a sezione sottile singola e doppia corona, a 4 punti di contatto, cuscinetti tendicinghia e distacco frizione, a cuscinetti per carrelli elevatori e mozzi ruota. A fronte di una gamma così ampia le applicazioni non possono che essere diversificate. Si passa, infatti, dagli impianti di produzione di pellicole fotografiche alle macchine a fluido, dai carrelli elevatori alle macchine movimento terra e alle autovetture.

  • Certificazioni:  ISO 9001:2008ISO 14001:2004;  OHSAS 18001:2007.
  • Prodotti: Cuscinetti a sfera e unità di tipologia Y per applicazioni industriali, SIS (Special Industrial Solution).
  • Dettaglio produzione: 3 M Ybrgs; 1 M Yhousing; 2 M Yunits; 60 Tpcs SIS.

dipendenti 145 superficie coperta 7100 m2



Pianezza (TO) - SKF Industrie

Stabilimento di Pianezza
Stabilimento di Pianezza
Lo stabilimento Super Precision Bearings di Pianezza (identificato come SuPB Torino), produce cuscinetti di alta precisione, fabbricando oltre 400.000 pz. l'anno, destinati per il 55% al mercato europeo, per il 35% all'area asiatica e la differenza alle Americhe ed al resto del mondo.
I prodotti fabbricati sono cuscinetti di precisione obliqui, ad una corona di sfere, tre differenti serie dimensionali, tre angoli di contatto, due esecuzioni per alta velocità ed una per alto carico, schermati o aperti, con sfere in acciaio o ceramica, disponibili anche in gruppi appaiati per una gamma dimensionale da 6 mm a 150 mm di foro a seconda dell'esecuzione.

Il settore di maggior diffusione per questi cuscinetti di precisione è tipicamente l'industria della macchina utensile ed in particolare le macchine destinate al settore aeronautico, a quello automobilistico, all'industria degli stampi e della rettifica. I cuscinetti di alta precisione trovano comunque applicazione laddove le condizioni di impiego richiedano prestazioni di livello superiore: alta velocità di rotazione, bassa temperatura in funzionamento, accurate precisioni di lavorazione, elevata rigidezza, notevole silenziosità e lunga durata di esercizio.
Sono quindi utilizzati con successo anche in altri campi come quelli della lavorazione del legno, dall'industria dei semiconduttori alle macchine da stampa, dalle apparecchiature mediche agli impianti di laminazione ad alta velocità, dalle microturbine alle turbopompe molecolari ed ai turbocompressori.

  • Certificazioni:  ISO 9001:2008ISO 14001:2004;  OHSAS 18001:2007.
  • Prodotti: Cuscinetti di Super Precisione.
    dipendenti 179  superficie coperta 8600 m2


Poggio Rusco (MN) - SKF Industrie

Lo stabilimento di Poggio Rusco, attivo dal 1978, occupa una superficie complessiva di 19.000 mq di cui 6.500 coperti. La progettazione e la produzione, inizialmente dedicata ai soli giunti omocinetici si è sviluppata nel corso degli anni ampliando la propria offerta ai kit di ricambio fino ai semiassi e trasmissioni complete per autovetture e veicoli commerciali.
 Lo stabilimento attualmente è organizzato in:
  • due linee automatiche per la lavorazione del giunto omocinetico;
  • una linea di assemblaggio semiassi;
  • un settore dedicato alla preparazione ed al confezionamento dei kit ricambio.

I giunti omocinetici ed i semiassi sviluppati e realizzati a Poggio Rusco sono destinati sia al mercato aftermarket sia ad importanti nicchie di primo equipaggiamento di clienti mondiali.

  • Certificazioni:  ISO 9001:2008ISO 14001:2004;  OHSAS 18001:2007.
  • Prodotti: giunti omocinetici e semiassi completi.
dipendenti 46   superficie coperta 6500 m2

Varese e Villanova d'Asti - RFT

Stabilimento di Varese
Stabilimento di Varese
Stabilimento di Villanova d'Asti
Stabilimento di Villanova d'Asti
RFT S.p.A., società unipersonale del gruppo svedese SKF, è uno dei principali produttori italiani di tenute e guarnizioni in gomma e metallo e opera nei siti di Villanova d'Asti e di Gazzada-Schianno (Va).
Nel corso degli anni, grazie alla politica di investimenti mirata all'automazione produttiva, la RFT ha messo a punto un'esclusiva tecnologia di stampaggio degli elementi di tenuta. Tale tecnologia, totalmente progettata e sviluppata all'interno dell'azienda, è applicata utilizzando macchine di stampaggio a compressione cosiddette "a carosello" (CCM) sviluppate internamente nel Tool & Equipment Center, dipartimento di sviluppo tecnico e tecnologico dove vengono inoltre progettate e costruite tutte le macchine di controllo e collaudo automatico e gli stampi per l’intera Busness Unit e macchinari per altre unità SKF (come ad esempio apparecchi di controllo per i cuscinetti magnetici).

RFT è diventata un riferimento importante per i produttori di componenti e sotto-componenti nel settore della meccanica ai quali mette a disposizione una vasta gamma di articoli. A Villanova si producono più di 1000 articoli, con due diverse tecnologie di stampaggio (compressione ed iniezione).
A Gazzada-Schianno gli oltre 400 articoli sono realizzati con la tecnologia a compressione CCM.
I prodotti principali sono schermi per cuscinetti (Bearing Seals), cuscinetti mozzo ruota (hub seals), ruote foniche in gomma magnetica per sensori ABS e gestione motore, guarnizioni di tenuta olio per alberi rotanti per applicazioni automobilistiche (engine seals), per veicoli pesanti ed industriali in genere, guarnizioni per ammortizzatori (shock absorber seals).
Negli ultimi anni sta diventando un mercato di riferimento sempre più importante quello dei prodotti industriali non specifici per il settore automotive, quali ad esempio le tenute per il settore dei riduttori e per l’industria del bianco.



Stabilimento di Varese:

  • Certificazioni: ISO/TS 16949:2009ISO 14001:2004;  OHSAS 18001:2007;  ISO 9001:2008.
  • Prodotti: Componenti tecnici in gomma e metallo.

Stabilimento di Villanova d'Asti:
  • Certificazioni: ISO/TS 16949:2009ISO 14001:2004;  OHSAS 18001:2007;  ISO 9001:2008.
  • Attività: Componenti tecnici in gomma e metallo (guarnizioni per cuscinetti, per mozzo ruota e guarnizioni magnetiche)

dipendenti 299 superficie coperta 15mila m2


Verona - SKF Industrie

Il sito di Verona commercializza e soprattutto produce per lavorazione meccanica (tornitura) guarnizioni industriali e particolari finiti in elastomeri e plastomeri destinati al settore oleo-dinamico e pneumatico, con un mercato  rappresentato da imprese prevalentemente industriali e perloppiù circoscritte al territorio italiano.
In Verona si svolge, oltre che la normale attività locale di vendita e produzione, il coordinamento commerciale e produttivo di tutte le unità italiane di SKF Sealing Solutions, che opera anche sulle 3 sedi  distaccate di Moncalieri (To), Cormano (Mi) e Parma, le prime due gà inserite in altri siti SKF, rispettivamente Solution Factory in Moncalieri e Lubrication in Cormano.
Tutte le unità locali di Sealing Solutions svolgono l’attività di commercializzazione e produzione di sistemi di tenuta, riferita alla clientela loro assegnata in base a competenza geografica, con un ufficio commerciale interno di Customer Service, personale di vendita operativo sul mercato e un reparto di tornitura, il quale attinge da un magazzino minimo locale, alimentato settimanalmente dall’unità principale di Verona, ove è concentrato e coadiuvato l'approvvigionamento dei materiali per la tornitura.
Tra i segmenti industriali del mercato si colloca da anni al primo posto il settore del Food & Beverage, che nel 2012 ha fatto registrare una quota di primo impiego del 25,7% del fatturato aziendale, cui si è aggiunto il settore manutentivo e degli utilizzatori finali con un ulteriore 1,4% sui ricavi globali, rappresentando perciò un 27,1% in totale. Seguono nell’ordine la distribuzione e il primo equipaggiamento di macchinari per impieghi speciali.

  • Siti:  Verona, Parma, Cormano (MI) e Moncalieri (TO).
  • Prodotti:  Guarnizioni e tenute su misura.
  • dipendenti 30  superficie coperta 1500 m2

Villar Perosa (TO) - SKF Industrie

Super Precision Bearings

Stabilimento di Villar Perosa
Stabilimento di Villar Perosa
Lo stabilimento Super Precision Bearings di Villar Perosa sviluppa e produce cuscinetti di alta precisione, fabbricando oltre 500.000 pz. l'anno destinati per la metà al mercato europeo, per il 37% all'area asiatica e la differenza alle Americhe ed al resto del mondo.
Queste le tipologie principali:
  • cuscinetti di precisione obliqui, ad una corona di sfere, tre differenti angoli di contatto, standard design o per alta velocità, schermati o aperti, con sfere in acciaio o ceramica, disponibili anche in gruppi appaiati; gamma dimensionale da 15 mm a 360 mm di foro a seconda dell'esecuzione;
  • cuscinetti di precisione ad una o due corone di rulli cilindrici, rulli in acciaio o ceramica  per velocità più elevate, da 25 mm a 280 mm di foro subordinato alla tipologia;
  • cuscinetti di precisione assiali obliqui a sfere a doppio effetto, esecuzione standard o per alta velocità, sfere in acciaio o ceramica, da 35 mm a 200 mm in base al tipo;
  • cuscinetti di precisione a rulli assiali e radiali per tavole rotanti da 80 mm a 325 mm.
I cuscinetti di alta precisione trovano applicazione laddove le condizioni di impiego richiedano prestazioni di livello superiore: alta velocità di rotazione, bassa temperatura in funzionamento, accurate precisioni di lavorazione, elevata rigidezza, notevole silenziosità e lunga durata di esercizio.
Sono quindi utilizzati con successo in svariati campi, dall'industria dei semiconduttori alle macchine da stampa, dalle apparecchiature mediche agli impianti di laminazione ad alta velocità, dalle microturbine alle turbopompe molecolari ed ai turbocompressori. Il settore, tuttavia, di maggior diffusione per questi cuscinetti speciali rimane tipicamente l'industria della macchina utensile, tanto per il taglio dei metalli quanto per la lavorazione del legno.

  • Certificazioni:  ISO 9001:2008;  ISO 14001:2004;  OHSAS 18001:2007.
  • Prodotti: Cuscinetti di Super Precisione.
    dipendenti 233 superficie coperta 9700 m2

Avio

Lo stabilimento Avio di Villar Perosa produce da decenni cuscinetti per applicazioni aeronautiche destinati ad equipaggiare i più diffusi motori per aeroplani ed elicotteri.
L'esperienza maturata nel corso dei decenni nella progettazione e produzione dei cuscinetti per motori aeronautici, consente di continuare ad operare anche nel campo elicotteristico.
SKF Avio è in grado di produrre cuscinetti sia a sfere sia a rulli cilindrici o conici, con una gamma dimensionale che va dai 10 millimetri di diametro foro ai 480 millimetri di diametro esterno. Questo consente pertanto ad Avio di offrire soluzioni per le applicazioni che richiedano precisione, forme e geometrie particolari e l'utilizzo di acciai speciali che consentano di operare in condizioni di funzionamento particolarmente critiche.

  • Certificazioni:  ISO 9001:2008;  EN 9100:2009 Revision C;  ISO 14001:2004;  OHSAS 18001:2007.
  • Prodotti: Cuscinetti aeronautici e servizi di riparazione.
    dipendenti 251 superficie coperta 9600 m2

Unità produttiva TBU (Tapers Bearing Unit)

L’unità produttiva TBU produce cuscinetti per applicazione ferroviaria. Tali cuscinetti, la cui funzione è la riduzione dell'attrito di marcia di treni, tram e metropolitane, hanno sostituito la vecchia tecnologia rappresentata dalle bronzine.
Nell'ottica di una sempre maggiore attenzione alle esigenze di affidabilità e sicurezza del mercato ferroviario, l'unità ha sviluppato un cuscinetto con schermo integrato e sensorizzato (Sensor Compact TBU), soluzione tecnologicamente avanzata rispondente a tale requisiti.
I clienti dello stabilimento sono i maggiori costruttori mondiali di treni e le Società che gestiscono il trasporto su rotaie di alcuni stati europei per quanto concerne la ricambistica.

  • Certificazioni:  ISO 9001:2008;  ISO 14001:2004;  OHSAS 18001:2007;  IRIS.
  • Prodotti: Cuscinetti, boccole e componenti per applicazioni ferroviarie. Eliminare dicitura "Sensori e attività di monitoraggio".

dipendenti 99 superficie coperta 9500 m2



  • STORIA

  • Era il 1906............


    È all'alba del XX secolo che due aziende separate da un intero continente ma unite dai medesimi obiettivi, vedono la luce in Italia e in Svezia. La RIV di Villar Perosa e la SKF di Göteborg iniziano approssimativamente nel medesimo periodo a realizzare cuscinetti per tutta l'industria, allora in forte sviluppo.


    1906

    La FIAT partecipa ad una esposizione-competizione per costruttori di automobili a Berlino; per partecipare a questa manifestazione è però necessario che tutti i componenti dell’auto siano fabbricati nel paese dell’azienda partecipante. Alla FIAT mancano solo i cuscinetti a sfera, che sono già costruiti in Francia e in Germania ma non in Italia. Il “Senatore” viene a contatto con il progettatore italiano del cuscinetto, l'ingegner Roberto Incerti, meccanico costruttore di biciclette che possiede due piccole aziende familiari. Viene quindi aperta a Torino, in Via Marocchetti 6, la società RIV che ha come denominazione ufficiale Roberto Incerti & C. Villar Perosa, fabbrica di cuscinetti a sfere e sfere d’acciaio e per il momento trova spazio in via sperimentale nello stabilimento Fiat di Corso Dante con una manodopera iniziale di 23 operai. Lo stesso nome, RIV, che tuttora in un certo senso ed entro certi ambiti fa parte dell’etichetta data all’azienda, deriva appunto dal nome dell’ingegner Roberto Incerti (RI), unito al nome del paese in cui si è costruita la prima officina, Villar Perosa, all'imbocco della Val Chisone in provincia di Torino, da cui si è presa la V per formare infine il nome RIV.


    1907

    Nasce a Villar Perosa il primo vero e proprio stabilimento RIV. La scelta del luogo è determinata sia da fattori sentimentali (Giovanni Agnelli senior era nato lì) sia da fattori economici: Villar Perosa è un piccolo paese all’inizio della Val Chisone, servito da una buona rete stradale e ferroviaria e una posizione che ha permesso la creazione di centrali idroelettriche adatte a sopportare un’attività industriale di quella portata. Lo stabilimento si estende su un’area iniziale di 6250 metri quadrati ed ha 180 dipendenti. Contestualmente viene costruito il Municipio di Villar Perosa e le case operaie: il paese cresce insieme alla fabbrica, che presto raggiunge una produzione annua di 20000 cuscinetti.


    1911

    I dipendenti diventano 340 e la produzione annua raggiunge i 200.000 pezzi. Sempre nello stesso anno entra in funzione il primo reparto per la fabbricazione delle sfere che permette alla RIV una propria autonomia produttiva.


    1919

    La RIV si rende autonoma dalla FIAT e si costituisce in Società Anonima assumendo la denominazione di RIV Officine di Villar Perosa, nella quale comunque la famiglia Agnelli ha ancora delle partecipazioni


    1922

    La RIV acquista la fabbrica torinese di automobili "Rapid", e sulla sua area inizia a costruire un altro moderno stabilimento, che verrà inaugurato nel 1924. Nel contesto viene costruito un asilo dedicato ai figli dei dipendenti e le case popolari per i dipendenti.


  • 1930

    Nasce la Scuola Professionale di Villar Perosa, oggi Consorzio per la Formazione Interaziendale della Val Chisone.


    1939

    Viene aperto lo stabilimento di Apuania, ovvero di Massa. Il primo cuscinetto esce nel 1943.


    1943

    Ad ottobre i macchinari dello stabilimento di Massa vengono trasferiti a Villar Perosa in quanto Massa viene occupata dalle truppe naziste. Si spostano anche alcuni operai e la produzione viene trasferita nel sito di Villar Perosa. Alcuni dipendenti restano a Massa ma a fine anno si perderanno i contatti tra lo stabilimento e la casa madre.


    1944

    Lo stabilimento di Torino viene bombardato ripetutamente, come quello di Villar Perosa, che viene completamente distrutto insieme al padiglione delle Esercitazioni Pratiche della Scuola Professionale.


    1946

    Immediatamente dopo la guerra, inizia la ricostruzione dello stabilimento di Apuania (oggi Massa), che sarà interamente ricostruito entro il 1947 e nel 1950 avrà 104 persone occupate al suo interno.


    1955 - 1956

    A Torino viene costruito il nuovo palazzo uffici della Sede Centrale. Si tratta di un grande palazzo sito in via Mazzini sulla riva del Po, che rappresenterà per diversi anni l'immagine dell'azienda di cuscinetti in Italia.


    1956

    Nasce a Cassino, in provincia di Frosinone, il primo stabilimento RIV del sud Italia, una tra le prime iniziative industriali nel Mezzogiorno di un'azienda operante nel nord. I primi cuscinetti usciranno da questo stabilimento nel 1959.


    1959

    Viene costruito lo stabilimento di Pinerolo, in provincia di Torino.


  • 1961

    Comincia la costruzione della prima parte dello stabilimento di Airasca, in provincia di Torino, destinato a sostituire quello di via Nizza.


    1965

    La RIV entra nel Gruppo SKF assumendo la denominazione di "RIV-SKF Officine di Villar Perosa S.p.A.". L'accordo tra l'azienda svedese e quella italiana prevede l'acquisizione da parte del gruppo svedese dei 2/3 del capitale azionario della società italiana.


    1967

    Viene fatto un primo ampliamento allo stabilimento di Airasca.


    1968

    Viene ampliato lo stabilimento di Cassino, installando un reparto per la lavorazione delle boccole ferroviarie. Nascono a Cassino le prime linee integrate.


    1968

    Nasce l'officina 2 nello stabilimento di Massa.


    1969

    Viene firmata la convenzione per la cessione del territorio per costruire una nuova unità produttiva nel sud Italia. Si tratta di Bari. La produzione inizierà nel 1972.


    1972

    Viene aperto lo stabilimento "avio - precisi" di Villar Perosa. Sempre nel medesimo anno si sostituisce la CMEC S.p.A., società commerciale a totale partecipazione RIV-SKF, che nel 1986 diventerà la "SKF Componenti Industriali S.p.A.".


    1973

    Entra in funzione la mensa aziendale nello stabilimento di Massa.


    1974

    Si costituisce la RFT S.p.A., presso lo stabilimento RIV-SKF di Varese, per la costruzione di articoli tecnici di alta precisione.


    1974 - 1976

    Viene costruito ad Airasca il magazzino prodotti, che copre un'area di 27.000 m2.


    1976

    Presso lo stabilimento di Cassino viene inaugurata una nuova unità produttiva di boccole ferroviarie.


    1977

    Ampliamento dello stabilimento di Massa. Nello stesso anno, presso Milano, sorgono il magazzino periferico e la filiale vendita Milano 2.


    1980

    La RIV-SKF Officine di Villar Perosa S.p.A. diventa holding e coordina della nuova società RIV-SKF Industrie S.p.A., della RFT-RIV FIRGAT S.p.A. e della CIMEC S.p.A..


    1988

    La RIV-SKF acquisisce il nome di una sola delle due case madri e diventa SKF Industrie S.p.A., a dimostrazione del fatto che la collaborazione tra l'azienda italiana e quella svedese è stata proficua. A partire da questo momento la storia ed i successi della RIV si fondono con quelli di tutto il Gruppo.


    1993

    Introduzione nella produzione dell’unità cuscinetto per mozzi ruota 3 (HBU 3) che viene dotata di un sensore per essere utilizzata nel sistema frenante ABS.


    1994

    SKF apre un nuovo magazzino centrale a Tongeren, Belgio, denominato SKF European Distribution Centre (Centro di distribuzione europea SKF).


    1995

    Viene lanciato sul mercato un cuscinetto volvente completamente nuovo: il cuscinetto toroidale a rulli CARB®. Il Gruppo SKF vanta a ques'epoca 90 stabilimenti distribuiti su tutto il territorio mondiale.


    1997

    SKF ottiene la certificazione ISO 14001, standard internazionale per la difesa dell'ambiente.


    1999

    Introduzione sul mercato di una nuova generazione di cuscinetti a rulli sferici: la serie Explorer. Nello stesso anno viene lanciato il portale Endorsia.com, mercato basato sulla rete internet.


  • 2000

    Viene creata una joint venture per la produzione e la vendita di sfere in acciaio al cromo per cuscinetti a sfera e altri prodotti. L'accordo è firmato con la società tedesca FAG Kugelfischer Georg Schafer AG e la società americana NN Ball and Roller Inc.


    2001

    È l'anno dell'affermazione sul mercato dele cuscinetto toroidale CARB® come standard industriale per fonditrici a colata continua nel settore metallurgico. Nel medesimo anno il gruppo SKF acquisisce la Gamfior S.p.A., azienda torinese leader nella produzione di mandrini a motore e viti a ricircolo di sfere ad alta precisione per macchine utensili. Al Motor Show di Ginevra viene presentato il prototipo della FILO, automobile basata sulla tecnologia drive-by-wire, sviluppata congiuntamente da SKF e la carrozzeria Bertone.


    2002

    Il programma SKF Reliability Systems si espande e introduce @ptitudeTM, un sistema per il supporto delle decisioni relative alla manutenzione, volto a migliorare l’affidabilità degli impianti per i clienti utenti finali. Nello stesso anno si espande la linea dei cuscinetti SKF classe Explorer fino a includere cuscinetti a rulli cilindrici e cuscinetti obliqui a sfere. Ancora, la General Motors sceglie il sistema di controllo by-wire di SKF per il suo Hy-wire, il primo prototipo di veicolo guidabile a pile combustibili.


    2003

    Tom Johnstone viene nominato nuovo CEO del Gruppo


    2004

    Viene acquisita una società leader mondiale nei sistemi di lubrificazione. Si tratta della Willy Vogel AG, di cui fa parte la Berger Vogel srl, con sede a Milano.


    2006

    SKF consegue la certificazione OHSAS 18001, per la prima volta data ad un Gruppo internazionale del settore dei cuscinetti. Viene acquisita una società di casa madre francese, operante nell'ambito delle applicazioni aeronautiche e le machine utensili. Si tratta della SNFA SAS, di cui fa parte anche la Somecat Spa, con sede a Pianezza (TO).
    Lo stabilimento OMVP di Villar Perosa (Torino) festeggia i 100 anni dalla fondazione.


    2007

    Il Gruppo SKF compie 100 anni. Grandi festeggiamenti in tutti gli stabilimenti. Il Gruppo acquisisce diverse società in svariati paesi nel mondo. Viene venduta la produzione di anelli forgiati che aveva sede a Lüchow in Germania. Tra i nuovi prodotti e servizi lanciati c'è una nuova gamma di cuscinetti ad efficienza energetica ingrado di ridurre l'attrito di circa il 30%; SKF Agri Hub, un cuscinetto per applicazioni su macchinari agricoli che no necessita di rilubrificazione; SKF Client Needs Analysis- Energy and Sustainability, uno strumento usato via web nelle operazioni industriali.


    2008

    Acquisite diverse società in diverse parti del mondo. La SKF viene inclusa nei primi posti della Disclosure Leadership Index. Viene estesa la gamma dei cuscinetti ad efficienza energetica con l'aggiunta di cuscinetti orientabili a sfere e a rulli. Alla luce dell'indebolimento della domanda la SKF annuncia che entro la fine dell'anno verranno ridotti la capacità lavorativa e i costi.


    2009

    La parte relativa alla produzione delle viti a ricircolo di sfere della SKF BSS S.p.A. viene trasferita alla Transrol di Chambéry. In Italia restano i servizi di revisione dei mandrini ed elettromandrini.


    2011

    La SKF cede il 100% delle azioni della società italiana "Officine Meccaniche Villar Perosa SpA" (OMVP), il primo insediamento produttivo in Italia, specializzato nell'attività di fucinatura, al Gruppo Neumayer Tekfor. La vendita dello stabilimento di Villar Perosa è in linea con la strategia SKF tesa a dismettere la produzione di componenti che non rientrano nel core business.  


    2012

    Lo stabilimento SKF di Airasca compie 50 anni.
    SKF Industrie inaugura la nuova Solution Factory di Moncalieri (TO).