LA DEMOCRAZIA (per ora) E’ TORNATA IN FABBRICA

Finalmente dopo anni di impedimenti, discriminazioni, ALP riesce a partecipare alle elezioni per le RSU alla SKF e alla Euroball (ex SKF di Pinerolo).

Nei tre stabilimenti dove abbiamo presentato dei candidati, abbiamo tra gli operai, ottenuto un’adesione del 30% (360 preferenze su 1200 voti).

Nel collegio degli impiegati di Villar la candidata dell’ALP ha sfiorato il 20%.( 16 voti su 85).

Solo per un iniquo regolamento che regala ai firmatari di contratto il 33% delle RSU, abbiamo ottenuto solo 3 Rappresentanti.

(Nello stabilimento di Villar a parità di voti ALP ha 2 RSU mentre il FALI ne ha 5!!)

Primi a Villar, secondi a Pinerolo, terzi all’Avio: un grande riconoscimento da parte dei lavoratori.

Un GRAZIE sincero alle lavoratrici ed ai lavoratori che hanno voluto esprimere la loro adesione ai nostri candidati, al nostro sindacato, ai nostri militanti che nonostante la palese repressione (specie a Villar), sfociata in trasferimenti politici, accuse infamanti sconfessati dal Pretore di Pinerolo, declassamento professionale, hanno resistito tutto questo periodo con ostinazione, forti di motivazioni e valori di giustizia e democrazia.

Questo risultato ci legittima a rappresentare i nostri compagni di lavoro e questo per noi è quello che conta ed è motivo di grande orgoglio.

Questa non è la conclusione esaltante di un percorso, ma l’inizio di un nuovo impegno che con serietà ed umiltà ci prepariamo ad affrontare, a partire dal referendum sull’accordo separato sul premio aziendale assieme alla Fiom e a tutti quelli che pensano che non sia giusto dare 300.000 ai lavoratori della SKF, mentre gli stessi sindacati alla Fiat si battono per avere 2.200.000 lire!!!

E’ doveroso un apprezzamento al lavoro corretto svolto dalle Commissioni Elettorali.

 

Collettivo SKF ALP/CUB - novembre2000