index

 

 

ricordi/novecento

   

"A un bambino gli darei le ali, ma lascerei che da solo imparasse a volare.
Ai vecchi insegnerei che la morte non arriva con la vecchiaia, ma con
l'oblio."  
                                 Gabriel Garcia Marquez

Come granelli di sabbia del deserto

danziamo nel girotondo

 



 

a tutti

 'a tutti' serve per salutare quanti non possiamo citare nella breve raccolta di ricordi.

Persone comuni, che fanno parte di quel popolo che attraversa la nostra vita e di cui sappiamo poco, da vivi o da morti.

Penso spesso alla nostra vita come la scia sull'acqua che subito si ricompone sulla superficie immutabile della storia . La attraversiamo a miliardi ... e poi scompare la traccia... il ricordo è quella scia che poi si ricompone  (Gianni)



 

 

 

 

 

Questa raccolta di ricordi, in corso d'opera, risponde all' esigenza di tenere memoria di compagne/i della sinistra politica e sindacale in senso largo e , con criteri territoriali, del pinerolese. Inoltre vi compare una scelta di figure importanti nella storia del Novecento. E' da ampliare ma non sarà certo esauriente. Forse basta ricorrere a Wikipedia come del resto si fa sovente qui. Per tagliare o aggiungere è gradita la collaborazione .

 

 

Novecento

Anni Duemila

 

 


   

Gino Rostan        Viola

"Sono passati cinquant'anni da quel lontano periodo della lotta partigiana e ogni anno sono salito sui monti delle nostre valli"


 

1999

Fabrizio De Andre'

Mi Innamoravo di Tutto


 

1999

Adelina Morello

Certo nessuno si sarebbe aspettato che dopo tutti quegli anni saremmo riusciti ad aprire la COOP, Adelina ne sarebbe stata molto contenta."


1999

Pasquale Cavaliere

La nostra generazione ha sperato troppo e troppo pesante è stato farci carico di questo.


 

 1779 duecento anni

124 esponenti della Repuibblica Napoletana del 1799 giustiziati in seguito alla repressione borbonica dopo la caduta della repubblica. fra il 1 giugno 1799 2e l'11 settembre 1800.


1999

Saul Steinberg

« Io sono tra i pochi che continuano a disegnare dopo la fine dell'infanzia, persistendo a perfezionare i tratti infantili - senza le tradizionali interruzioni accademiche. »


 

1997

Arturo Genre

Docente di Fonetica sperimentale all’Università di Torino


18.09.1997

Lilia Davite

non era una persona capace di abituarsi alle ingiustizie, di voltare le spalle agli altri; e questa sua dote/ricchezza/fardello aveva poco a che fare con le ideologie, e molto con  la sua nativa limpidezza di animo


1996

Sergio Quinzio

http://www.emsf.rai.it/biografie/anagrafico.asp?d=62

http://it.wikipedia.org/wiki/Sergio_Quinzio

 


 

 

Alessandro Buffa - 4.10.1996

Sandro era andato a studiare alle Frattocchie a Roma e poi a Bologna alla scuola quadri del PCI. Ha lavorato sempre alla Teksid di Borgaretto come operaio in fonderia. Consigliere comunale e segretario del PCI a Pinerolo.

Ricordo in Consiglio Comunale

Ricordo sull'Eco del Chisone pdf


1908 1996

Tullio Vinay

Nel 1946 Vinay lasciò il suo incarico nella chiesa valdese fiorentino e l'anno successivo fondò a Prali il centro ecumenico Agape grazie al lavoro di giovani provenienti da tutta Europa. Agape è un centro di incontro per giovani di diversi paesi e fedi religiose, un centro profetico (nel 1947 era ben da venire l'ecumenismo) in cui si vive e si lavora insieme

 


      

Sebastiano Giannì'

'Cos'è la 'reazione?' diceva e io gli parlavo della Francia e della Vandea. Poi sono arrivati la Lega e Berlusconi.  (Piero)

 


1995

Leopoldo Armandi

Di cultura operaia,  persona trasparente,informata,comunista fine, subì la repressione in fabbrica. 

Impegnato nel sociale, nel quartiere S.Lazzaro, si attivò per la cessione al Comune dell'asilo nido di proprietà della parrocchia.


1995

video http://www.youtube.com/watch?v=7961fRAMHv4

Massacro di Srebrenica- Jugoslavia

Ottomila vittime musulmane in cinque giorni da parte delle  truppe del generale Ratko Mladic


1995

Emilio Pugno

Fiat


1995

Iqbal Masih

“Non ho paura del mio padrone; ora è lui ad aver paura di me”  


1995

Alexander Langer

Tra le tematiche al centro della sua attenzione intellettuale e del suo agire politico erano la situazione nell'Alto-Adige ed in particolare il rapporto tra le diverse comunità linguistiche; le problematiche internazionali, il rapporto tra nord e sud del mondo, la situazione dei paesi dell'Europa dell'est e i problemi di convivenza nelle aree di crisi; gli interrogativi sul senso e la dinamica dell'unificazione europea;l'ambientalismo.


 1990            1995

Alberto Moretto e Giuseppe Canto Blundo

appartenevano alla generazione dei sindacalisti cresiuti in fabbrica negli anni Sessanta

ricordi

foto tratte dalla fototeca della Fondazione Vera Nocentini di Torino


  1907 1994

Marianna Eugenia Tron

la 'magistro' di Massello


click to zoom 1994

Genocidio Ruanda

Il genocidio del Ruanda fu uno dei più sanguinosi episodi della storia del XX secolo. Dal 6 aprile alla metà di luglio del 1994, per circa 100 giorni, vennero massacrate sistematicamente (a colpi di armi da fuoco, machete e bastoni chiodati) una quantità di persone stimata tra 800.000 e 1.071.000.

http://it.wikipedia.org/wiki/Genocidio_del_Ruanda


1994

Peppe Diana

Don Giuseppe Diana è morto, ucciso dalla camorra il 19 marzo 1994 nella sacrestia della chiesa di cui era parroco, a Casal di Principe, nell'agro aversano. 


Amato Raimondo

socialista sui generis, era un maestro elementare innovativo


26.10.94

ricordo di Marco Brugiafreddo

Insieme ai moltissimi morti della miniera del Beth, a tutti i minatori scomparsi del talco e della grafite, ricordiamo  anche Marco, geometra topografo,  che ha perso la vita non per la superata silicosi ma per un assurdo incidente di miniera. (piero)

archivio miniere


1994

Franco Fortini

Scrivi mi dico, odia
chi con dolcezza guida al niente
gli uomini e le donne che con te si accompagnano
e credono di non sapere. Fra quelli dei nemici
scrivi anche il tuo nome.

 

 


marzo 1994

Enzo Ferlenda

un grande desiderio di giustizia, di rispetto e considerazione per chi aveva più difficoltà, lui che non aveva trovato la via spianata, ma si era conquistato con fatica i suoi spazi.


 

 

  Amos Pignatelli, Magistrato

 

Amos Pignatelli si era laureato in legge ed era stato impegnato in Magistratura Democratica.

Sempre disponibile per conferenze e per approfondire la storia e la cultura coi più giovani. Col gruppo lavoratori di S.Lazzaro pubblicò l’opuscolo ’ la fabbrica è del padrone?’. La sua lucidità e sicurezza erano impressionanti.

 Ricordo un suo testo: “ Natura del terrorismo e repressione, in Magistratura Democratica La magistratura di fronte al terrorismo e all'eversione di sinistra”, Milano, Franco Angeli , 1982, 152 p. 

Purtroppo dopo un intervento di trapianto è morto nel 1994. (piero)

convegno-professionalita-e-responsabilita-del-magistrato audio 24.10.1986- 3'

"Un nuovo codice per una nuova giustizia" 'unione delle Camere penali italiane audio 8.10.1988  21'


15 set 1993

Pino Puglisi

Don Giuseppe Puglisi meglio conosciuto come padre Pino Puglisi, (Palermo, 15 settembre 1937Palermo, 15 settembre 1993) è stato un presbitero italiano, ucciso dalla mafia il giorno del suo 56º compleanno a motivo del suo costante impegno evangelico e sociale.

http://it.wikipedia.org/wiki/Pino_Puglisi


luglio 93

Dario Storero

Dario lavorava sempre per gli altri, per i piu' deboli


don Tonino Bello


 

Piero Polastro

Proveniente da Perosa Argentina, lavorava all'INPS a Torino.

Appassionato di musica - suonava la chitarra e il clarinetto- e ballava danze occitane.

si era avvicinato alla sinistra comunista non tollerando più le contorsioni elettoralistiche della sinistra italiana. Amava la bicicletta con cui faceva lunghi tour, e la montagna,  e  praticava una alimentazione naturale. (piero)


 

 

       1993

ricordi di Sandro Sarti

due parole sulla guerra del Golfo - Sandro Sarti audio 3'

speciale di radio Beckwith sulla guerra del  Golfo -Sandro sarti - audio

  L'ho conosciuto nel 68, poi perso di vista e ritrovato 

per lavori sulla Palestina e l'Iraq. Indimenticabile.


  1992

Enzo Jouve

Il leader indiscusso della tipografia Subalpina di 

Torre Pellice era Enzo Jouve. Lui e il più giovane Sergio 

Giacon erano reduci dal periodo bellico in cui la tipografia 

aveva giocato un ruolo decisivo della stampa clandestina

 (Il Pioniere, ma non solo, ndr) a sostegno della Resistenza.

 


 

Marisa Calliero

Marisa  era una cara amica di Pinerolo, insegnante e 

poi direttrice didattica a Pinerolo. Nel 1992, 

sul pieghevole per ricordarla, i familiari 

(Mauro, Andrea, Daniele) hanno scritto: 

Poi gli disse: tutto quello che hai visto ricordalo, 

poiché tutto quel che dimentichi ritorna a volare 

nel vento’- versi di un canto Navajo.  (piero)

ANDREA UGHETTO - Question mark blues

QUALCUNO TORNERÀ (Litaliano - R. Ciampi)

Qualcuno tornerà
per sentire la tua voce,
per dirti che la vita
è un gioco in mezzo ai prati,
che il tempo non ha fine
se vivi per qualcuno.
Qualcuno tornerà
per amarti tutti i giorni.


 

1992

Paolo Borsellino

Politica e mafia sono due poteri che vivono sul controllo dello stesso territorio: o si fanno la 

guerra o si mettono d'accordo

http://www.19luglio1992.com

 


 

1992

Giorgio Perlasca

Il grande insegnamento di Perlasca è stato quello di essere sempre al di sopra di ogni ideologia, 

di comportarsi dando retta all’umanità delle persone

http://rbe.it/inediti/2010/05/11/giorgio-perlasca-un-italiano-scomodo/

 


 

1992

Giovanni Falcone

Chi tace e chi piega la testa muore ogni volta che lo fa, chi parla e chi cammina a testa alta muore una volta sola

 

 


Natale 1991

Gabriele Canal

“Chi muore giovane è caro agli Dei” : ma lascia un vuoto incolmabile

in chi lo ha conosciuto e stimato


 

Giorgio Accastelli

19 maggio 1991

Per Giorgio  /foto e articoli

 


  1991

Ludovico Geymonat

A molti apparve scandaloso il suo essere filosofo accademico

 e comunista rivoluzionario.


 

1990

Sandro Pertini  wikipedia

La sua elezione alla presidenza apparve da subito un 

importante segno di cambiamento per il Paese, grazie al carisma

 e alla fiducia che esprimeva la sua figura di eroico combattente antifascista e padre fondatore della repubblica


1989

 

Elvio Fachinelli

Forse il suo più importante contributo alla psicologia, in particolare infantile, è stata la promozione 

della cosiddetta pedagogia non autoritaria


1989

Jerry Masslo

fu un rifugiato sudafricano assassinato da una banda di criminali, vent'anni prima delle

 leggi 'razziali' del governo Berlusconi


 

 

intervista pdf


1987

Thomas Sankara

“Non possiamo essere la classe dirigente ricca in un Paese povero”, era solito ripetere Sankara,

 che visse un’infanzia di miseria (“Quante volte i miei fratelli e io abbiamo cercato qualcosa 

da mangiare nelle pattumiere dell’Hotel Indépendance”) e povero, come gli altri burkinabè,

 è sempre rimasto.

http://it.wikipedia.org/wiki/Thomas_Sankara

 concerto perSankara http://www.youtube.com/watch?v=nTXJqX_u1bM

libro "La voce nel deserto" di Vittorio Martinelli, Sofia Massai
http://www.peacelink.it/mosaico/a/6192.html

https://www.youtube.com/watch?v=GPCNq-T7yDY

 

 


1987

Primo Levi

" Considerate se questo è un uomo
Che lavora nel fango
Che non conosce pace
Che lotta per mezzo pane
Che muore per un sì o per un no "

 

 


 

1986

 

Cafiero Bonucci

"scusi, sa, ma io sono un comunista..."


 

1986

Franco Castagno

Tratti distintivi della sua vita sono state 

senza dubbio la convinzione dell’importanza della politica

 e della militanza, l’orgoglio di essere un operaio,

 il desiderio e la curiosità di conoscere la Storia e le storie delle persone. 


 

1984

Enrico Berlinguer

Con Berlinguer è nata l'illusione di credere possibile una vera democrazia sociale senza socialismo, 

cioè senza rivoluzione politica e senza una gestione collettiva dei fondamentali mezzi produttivi.


Isidoro Azzario

Nato nel 1884 

Dirigente comunista dei primordi- condannato a 

10 anni dal Tribunale speciale- estradato dalla Columbia

 e torturato sulla nave, ebbe problemi psichici

 


1982

vedi archivio guerra di Spagna sesta parte


1982

Carla Lonzi

Femminista, i suoi scritti possono aiutare a riflettere su qual è il cambiamento necessario che

 nessuna legge, nessuna riforma sociale può soddisfare.


1981

Don Zeno Saltini

http://www.donzeno.it/

 


1981

Ferruccio Parri

espressione dell'antifascismo e degli ideali della Resistenza


feb 1981

Paul Mattick

LA CONOSCENZA TEORICA DEL FATTO CHE IL CAPITALISMO DOVRA' CROLLARE A CAUSA

DELLE SUE CONTRADDIZIONI, NON IMPEGNA A SOSTENERE CHE IL VERO CROLLO SARA' 

UN PROCESSO AUTOMATICO, INDIPENDENTE DAGLI UOMINI.
SENZA GLI UOMINI NON ESISTE NEMMENO L'ECONOMIA.
PAUL MATTICK

https://it.wikipedia.org/wiki/Paul_Mattick

intervista  https://www.youtube.com/watch?v=CtkOMOdAFR0&feature=share

http://paulmattickarchivio.blogspot.it/

 


   1980

Oscar Romero

Il giorno prima di essere assassinato l'arcivescovo di San Salvador aveva incentrato quella che fu l'ultima

 sua omelia sull'osservanza del sesto comandamento, «non uccidere», intimando ai soldati dell'esercito 

di non sparare sulla propria gente.

http://it.wikipedia.org/wiki/%C3%93scar_Romero

 


1952-1980

Elio Bianciotto

Operaio dell'Indesit 2 di None. Le diverse componenti sindacali 

cercavano di fare proseliti tra i giovani per poter contare su 

nuovi militanti. E Lui si divertiva a sorprendere e stupire 

con l' immancabile " Il Manifesto" in tasca come fosse un biglietto da visita.

Attivo nello Pdup, amava la montagna e lì è morto in Val Maira.


1980

Giuseppe Valarioti

Quel che è certo è che questo Paese non ha saputo garantire giustizia neppure a un giovane e trasparente 

eroe dell'anti-ndrangheta come Peppe Valarioti


1980

Piero Ciampi

La guerra di Piero non finisce mai: perché "non si combatte con le armi ma col cuore


 

1980

 Jean-Paul Sartre

ricerca di un'esistenza piena e consapevole, senza false maschere o travestimenti che possano illuderlo, 

un'esistenza che non si oppone all'essere.


 1897-1980

 

Dorothy Day e il catholic worker

 Il movimento fondato da Dorothy Day all'inizio degli anni trenta 

è la radice di tutta la tradizione pacifista cattolica nordamericana.

 La sua straordinaria vitalità gli ha consentito di essere fino a oggi, 

in ogni circostanza critica, al centro della mobilitazione nonviolenta.


 

Giuseppe Valarioti

nel 1980 le cosche uccidevano l'esponente politico calabrese, subito dopo le elezioni che avevano visto la vittoria del Pci.


1979

Guido Rossa

il 24 gennaio 1979, il compagno Guido Rossa - 44 anni, moglie e una figlia di sedici, operaio comunista all’Italsider di Genova - veniva ucciso dalle Br, prima gambizzato e poi finito con un colpo al cuore, mentre saliva in auto per andare al lavoro. La sua “colpa”? Aveva rappresentato il Consiglio di fabbrica, di cui era autorevole esponente, come parte civile nel processo contro un “postino” dei terroristi. - See more at: http://www.radioarticolo1.it/articoli/2014/01/22/7169/il-nostro-guido-rossa#sthash.jZl3uHtV.dpuf

liberazione

http://it.wikipedia.org/wiki/Guido_Rossa

http://www.youtube.com/watch?v=1bgTL8_i8XE video


 

1979

Demetrio Stratos

Demetrio riesce a emettere doppi, tripli, talora quadrupli suoni simultanei, raggiunge frequenze di 7000 hertz


1978

Peppino Impastato

una vita contro la mafia: "Arrivai alla politica nel lontano 

novembre del '65, su basi puramente emozionali: a partire cioè 

da una mia esigenza di reagire ad una condizione familiare ormai divenuta insostenibile."


1977

Giulio Maccacaro   wikipedia

Il diritto alla salute

Medicina Democratica link

nato a Codogno nel 1924,
ancora studente prese parte alla Resistenza; medico, 

docente universitario,
noto in campo internazionale per le sue ricerche di microbiologia, 

genetica
e biometria, ha dedicato un'intensa attività alla costruzione 

di una
medicina democratica.

Il sapere operaio: l'eredità di Giulio A. Maccacaro e il lavoro di Medicina Democratica (primo capitolo 

di un documentario sui movimenti operai degli anni settanta e ottanta, le lotte per la "non delega"

 e  per la salute dentro e fuori la fabbrica. Seguiranno poi gli altri capitoli.)

http://www.youtube.com/watch?v=lwBd_67SatI video

 


1976

Eros Galliano

Quando penso a Eros la prima immagine che si 

presenta alla mia mente  è una macchina fotografica,

 


 

1975

Danilo Montaldi

Alla fine della guerra si iscrive al PCI, ma già nel 1946, in disaccordo con la politica di unità nazionale, esce dal partito. 

Da questo momento Montaldi intraprende un percorso che lo porterà, nel corso degli anni successivi, 

a entrare in collegamento con numerosi gruppi della sinistra radicale internazionale


 

1975

Pier Paolo Pasolini

Riferendosi alla madre: 

"Mi raccontava storie, favole, me le leggeva. Mia madre era come 

Socrate per me. Aveva e ha una visione del mondo certamente 

idealistica e idealizzata. Lei crede veramente nell'eroismo, 

nella carità, nella pietà, nella generosità. Io ho assorbito tutto 

questo in maniera quasi patologica".

una vita violenta la storia siamo noi video

iO SO- TESTO    VIDEO

 

 


  Michele Terzano

29.7.1947-17.8.1975

Michele Terzano,proveniente da Castel del Bosco, operaio 

alla Fiat Rivalta, poi licenziato per rappresaglia.

 Assunto prima in un'impresa e poi all’Enel morì precipitando

 dal Pelvo in alta Val Germanasca il 17 agosto 1975. 

Con lui avevo condiviso l’alloggio per alcuni anni e 

qualche escursione (facile) come al monte Rosa con Isa e Maria..

Robusto e irruento era uno dei più genuini militanti di 

Lotta Continua di Pinerolo. (piero)  


1972   

Franco Serantini

Era il Sessantotto quando Serantini arrivò a Pisa. Si lasciò prendere dalla politica, cominciò a partecipare 

alle assemblee degli studenti, trovò persino un lavoro. Prese la licenza media e cominciò a frequentare un istituto

 professionale. Divenne anarchico.


giu 19171

Gyorgy Lukacs

http://www.sinistrainrete.info/marxismo/8720-matteo-gargani-un-testamento-senza-eredi-lukacs-e-lo-stalinismo.html

https://it.wikipedia.org/wiki/Gy%C3%B6rgy_Luk%C3%A1cs

 


 

1970

Amedeo Bordiga

Quando, nel 1930, Amadeo Bordiga fu espulso dal Partito comunista d’Italia, gli stessi fascisti al potere 

– che già avevano inflitto a Bordiga un arresto e tre anni di confino – sulle prime non ci credettero: 

era il fondatore del partito, suo primo segretario, già direttore de "Il comunista", membro dell’esecutivo 

dell’Internazionale. Ma espulso, perché "eretico". I partiti comunisti, e quello italiano in particolare, sono stati 

spesso accostati in metafora a una Chiesa, con le loro liturgie, le loro gerarchie e soprattutto i loro dogmi.

http://www.quinterna.org/

http://digilander.libero.it/diesel43/

 


1969

Ho Chi Minh

Lo zio Ho fu un'icona per i giovani del '68,seppe coniugare strettamente 

comunismo e causa nazionale

 


1969

Giuseppe Pinelli

Morì il 15 dicembre 1969 precipitando da una finestra 

della questura di Milano, dove era trattenuto per accertamenti

in seguito alla esplosione di una bomba a piazza Fontana, 

evento noto come Strage di Piazza Fontana.


  1968

Ada Gobetti

http://it.wikipedia.org/wiki/Ada_Gobetti

http://www.enciclopediadelledonne.it/index.php?azione=pagina&id=463

 


 

Martin Luther King Jr NYWTS.jpg 1968

 

Martin Luther King   wikipedia

apostolo instancabile della nonviolenza


1967

Lorenzo Milani

Fu Don Milani ad adottare il motto "I care", letteralmente

 "m'importa, ho a cuore" (in dichiarata contrapposizione

 al "Me ne frego" fascista), motto che sarà in seguito fatto 

proprio da numerose organizzazioni religiose e politiche.


   1967

Woody Guthrie

la sua collocazione nella sinistra americana e nel sindacato gli procurano un posto nelle liste nere

 della "caccia alle streghe" durante il Maccartismo, rendendogli la vita ancora più difficile.

canzoni

sito


 

1967

Ernesto Che Guevara

Crescete come buoni rivoluzionari. Studiate molto 

per poter dominare

 la tecnica che permette di dominare la natura.


1964

http://it.wikipedia.org/wiki/Palmiro_Togliatti

Togliatti- pdf manifesto


1964

Raniero Panzieri

fondatore dell'operaismo

tra Roma e Torino -link


1964

Giovanni Pesce

http://it.wikipedia.org/wiki/Giovanni_Pesce

Senza tregua

Liberato nell'agosto del 1943, si unì alle prime formazioni partigiane e fu tra i fondatori dei GAP di Torino. 

Qui svolse, con il nome di battaglia "Ivaldi", numerose azioni di sabotaggio


1963

Vajont

la diga del Vajont, che determinò la frana del monte Toc nel lago artificiale. La sera del 9 ottobre 1963 

si elevò un immane ondata, che seminò ovunque morte e desolazione. La stima più attendibile è,

 a tutt'oggi, di 1910 vittime.

VAJONT L'immagine dell'orrore (History Channel) video


 

1960

Adriano Olivetti

http://www.storiaolivetti.it/sottotemi.asp?idTema=22

COMUNITA'

Riforma pdf

Ricordo di pensieri in piazza

http://www.radioarticolo1.it/audio/2013/10/29/18194/adriano-olivetti-un-uomo-per-il-lavoro

 


Luglio 1960

Era l'avvio del cammino di una generazione, idealmente tenuta a battesimo dalla piazza di Genova,

 dalle cariche dei carabinieri a cavallo a Porta San Paolo a Roma, dai morti di Licata, Palermo, Catania,

 fino all'eccidio di Reggio Emilia.


1957

Giuseppe Di Vittorio

La fama ed il prestigio di Di Vittorio ebbero largo seguito tra la classe operaia ed il movimento sindacale

 di tutto il mondo tanto che, nel 1953, fu eletto presidente della Federazione Sindacale Mondiale.


 

1948

Placido Rizzotto

Venne rapito nella serata del 10 marzo 1948, mentre andava da alcuni compagni di partito, e ucciso dalla mafia 

per il suo impegno a favore del movimento contadino per l'occupazione delle terre


1956

Helios Gòmez

Alla sua opera artistica, anche in ambito poetico, unisce  per tutta la vita un'irriducibile attività rivoluzionaria,

 tanto da rispecchiare perfettamente le parole di Jean Cassou per il quale era artista por ser revolucionario

 y revolucionario por ser artista.


1945

Jenny Cardon

porta ordini V divis. G.L. Val Pellice, caduta durante 

combattimento coi fascisti


1945 Mauthausen

Jacopo Lombardini

Ti scrivo dai monti, dove mi sono rifugiato per non sottostare alla

 dominazione tedesca e per fare un po’ di bene. Sono infatti un po’

 il cappellano dei Valdesi che sono nelle Bande partigiane.

 


1945

Dietrich Bonhoeffer

«Viene il giorno in cui sarà forse impossibile parlare apertamente, 

ma noi pregheremo, faremo ciò che è giusto, il tempo di Dio verrà».

Dietrich Bonhoeffer - Teil 1 von 4 video


1944

Willy Jervis

"Non piangetemi, non chiamatemi povero. Muoio per aver servito un'idea".

 


1944

Dante di Nanni

"Andate via", dice Di Nanni a voce bassa e calma,

"non sono un pazzo. Sono un partigiano."

DANTE DI NANNI interpretata dai GANG video


1943

Alfredo Sforzini

Il nome di Sforzini viene poi assunto dalla IV Brigata Garibaldi di cui aveva fatto parte e, dopo la Liberazione,

 il Consiglio comunale di Cavour gli dedica la piazza principale della Città


1943

Die Weiße Rose

http://it.wikipedia.org/wiki/Rosa_Bianca

L'importanza della "Rosa Bianca " per il futuro dell'Europa


Donne nella resistenza

la donna che decideva di fare la staffetta era animata da un forte 

sentimento di giustizia, da una grande forza d’animo, e da un grande 

coraggio che la spingeva ad anteporre alle proprie esigenze personali 

quelle della causa per la quale combatteva con tutti i propri mezzi

 


1943 Auschwitz

Etty Hillesum

Una pace futura potrà esser veramente tale solo se prima sarà 

stata trovata da ognuno in se stesso – se ogni uomo si sarà 

liberato dall’odio contro il prossimo, di qualunque razza o popolo, 

se avrà superato quest’odio e l’avrà trasformato in qualcosa di diverso,

 forse alla lunga in amore se non è chiedere troppo. E’ l’unica soluzione possibile. (Etty)

video you tube


1943 Simone Weil

nel centenario della nascita (1909-2009)

Le sue analisi sembrano allontanare la prospettiva di

 una rivoluzione nella quale quasi tutti credono con fede cieca. 

Ma per quanto disincantate le Riflessioni non sono l'addio 

alla rivoluzione e all'impegno. Segnano,indubbiamente, un tornante, 

una svolta, un modo nuovo di concepire l'impegno politico, lo ridimensionano.

  13 marzo audio     pdf Pensare è un atto eroico

12 giugno audio  dibattito     

 12 settembre Pinerolo ore 15

 pieghevolepdf   la condition ouvriere pdf

03-02-2009  

Fahrenheit
100 anni di Simone Weil: Laura Boella e Vito Mancuso

ascolta

Vito Mancuso a Damasco(Rai3) ascolta

Dalla lettera di Simone Weil a Joë Bousquet del 13 aprile 1942 Un piccolo omaggio per il centenario 

della nascita di Simone Weil (1909 - 1943)


1940

Vito Volterra

Nel 1922 prende avvio il regime fascista di Benito Mussolini ed in Parlamento Volterra si schiera contro di esso.

 Nel 1930 il Parlamento viene abolito e nel 1931 è uno dei quattordici professori universitari italiani

 a rifiutarsi di prestare il giuramento di fedeltà al fascismo. Viene quindi costretto a lasciare 

l'università e le sue molte cariche nelle accademie scientifiche italiane.

http://it.wikipedia.org/wiki/Vito_Volterra

biografia


1940

Emma Goldman

Lotta sul terreno politico e sociale in difesa dei lavoratori, ma anche per «libertà di parola, 

indipendenza femminile, libertà sessuale, controllo delle nascite, educazione alla libertà e al pensiero critico».


 

1938

Migjeni

 


1937

Andrés Nin

Murió sin claudicar, fiel a las ideas y a las convicciones que había defendido durante toda su vida de revolucionario.


1933

Kostantinos Kavakis


 

1930

Mother Jones

La "nonna" dei movimenti antagonisti degli Usa non si decide a morire del tutto, entra addirittura nell’epica. Buon segno.

 Significa che persino negli Stati Uniti non tutto è perduto.


Sacvan.jpg

Sacco e Vanzetti

wikipedia

'sotto un cielo stellato'- presentazione del libro di L.Tibaldo su 'Sacco e Vanzetti'- Tibaldo e Dellacqua- audio

GIU'LE MANI DA NICK E BART -PDF


Lenin

video 'sciopero'- Russia 1925- Sergej M Ejzenstein

 

325 Mb

Russia 1912. Un operaio, accusato ingiustamente di furto da un caporeparto, s'impicca. 

Per protesta i suoi compagni scioperano. I padroni assoldano spie, accattoni, provocatori per incastrarli. 

La polizia li massacra, con le loro famiglie. Primo lungometraggio di S.M. Ejzenstejn. Basato su due principi (le masse come protagoniste; rinuncia alla tradizionale trama narrativa), è, visto oggi, un affascinante film sperimentale di laboratorio,

 un brogliaccio più che un'opera compiuta e organica, ricco di metafore ora folgoranti per forza plastica,

 ora intellettualistiche e persino ingenue. Ma attraverso la sua frammentarietà s'intravede una struttura -

 musicale più che narrativa - in 3 tempi. Anni dopo Ejzenstejn riconobbe - spontaneamente? - 

che l'opera era affetta dalla malattia infantile dell'estremismo.

 

 


                                                        

Primo Mazzolari 1959

e Ernesto Buonaiuti 1946

* Dagli inizi degli anni cinquanta don Primo sviluppa un pensiero sociale vicino alle classi deboli

 (Nessuno è fuori della carità) e alle tematiche pacifiste che attireranno le critiche e le sanzioni delle 

autorità ecclesiastiche fino a portarlo all'isolamento nella sua parrocchia di Bozzolo.

*Bonaiuti fra i principali esponenti del modernismo italiano. Scomunicato e ridotto allo stato laicale 

dalla Chiesa cattolica, fu privato della cattedra universitaria dal regime fascista per essersi rifiutato,

con altri 13 docenti soltanto, di giurare fedeltà al regime.


 

1938

 

Emilio_Guarnaschelli

http://it.wikipedia.org/wiki/Emilio_Guarnaschelli

Emilio Guarnaschelli giovane operaio comunista, visse con entusiasmo i suoi primi mesi 

nella patria del socialismo, ma nel 1935 - durante una massiccia ondata di arresti - 

venne condannato a cinque anni nel campo di Pinega oltre il circolo polare artico. 

La presa di coscienza della ferocia delle persecuzioni staliniane, la sofferenza, la fame, 

la solitudine della prigionia, fino alla morte avvenuta all'età di ventotto anni, nel 1938.


 

Gramsci.png 1937

 

Antonio Gramsci  wikipedia

se il Partito si rivela un mero organismo burocratico,

senza anima e senza volontà, la classe operaia istintivamente

 tende a costituirsi un altro partito.

Eric Hobsbawm : Antonio Gramsci video


 

1926

Piero Gobetti

http://it.wikipedia.org/wiki/Piero_Gobetti

« Io seguo con simpatia gli sforzi degli operai che realmente costruiscono un ordine nuovo. 

Non sento in me la forza di seguirli nell'opera loro, almeno per ora. 

Ma mi par di vedere che a poco a poco si chiarisca e si imposti la più grande battaglia del secolo.

 Allora il mio posto sarebbe dalla parte che ha più religiosità e spirito di sacrificio »

(Piero Gobetti, lettera ad Ada Prospero, 1920)

 


1925

Anna Kuliscioff

Anna

A febbraio del 1890 la «dottora» rivela: «Faccio il facchino tutto il giorno. Sono estenuata dal lavoro.

 Non ho le forze sufficienti per affrontare una fatica così enorme come fare il medico dei poveri 

e salire cinque piani di scale». Due anni dopo sarà tra i fondatori del Partito socialista italiano.

 



1924

Giacomo Matteotti

Il 10 giugno 1924 un signore, alto e distinto, che percorreva Lungo Tevere Arnaldo da Brescia
veniva affiancato da un’automobile nera. Ne scendevano alcuni uomini che lo aggredivano,
colpendolo fin quasi a tramortirlo, e a forza lo cacciavano nella vettura, dove la colluttazione
proseguì, finché l’uomo fu trafitto da vari colpi di pugnale. Gli assassini erano guidati da
Amerigo Dumini; l’ucciso si chiamava Giacomo Matteotti, e il suo cadavere, scarnificato, fu
ritrovato in un bosco non lontano da Roma, il 16 agosto.

Matteotti, italiano diverso- Angelo D'Orsi -pdf

http://it.wikipedia.org/wiki/Giacomo_Matteotti

 


1922

Pietro Ferrero

“Pietro Ferrero, dopo essere stato colpito ferocemente, è stato legato per i piedi ad un camion

 e trascinato a lungo per i viali di Torino. Il suo corpo, martirizzato, irriconoscibile, 

è stato abbandonato presso l’aiuola di un viale non molto distante della Camera del Lavoro”.

 

 


1870 1919

Rosa Luxemburg

Condivide il principio della dittatura del proletariato,

 ma per lei "questa dittatura deve essere opera della classe,

 e non di una piccola minoranza di dirigenti in nome della classe".

Rosa Luxemburg - then and now video

The Spartacist Rising video

www.alpcub.com/WIKIRADIO_del_15_01_2016_-_LA_RIVOLTA_SPARTACHISTA_raccontata_da_Paolo_Soldini.mp3

 

 


nov 1016

Jack London

Jack-London-Il_Tallone_di_Ferro.pdf


 

LA GRANDE GUERRA

Quaderno Eco valli sulla guerra - pdf la guerra di Toni

La Guerra in Trincea- video

http://www.storia900bivc.it/pagine/editoria/canal108.html

 


1915

Joe Hill

http://ita.anarchopedia.org/Joe_Hill

LA RESISTENZA OPERAIA NEGLI STATI UNITI A CAVALLO DELLA GRANDE CRISI DEL ‘29  pdf

Il mio testamento è facile da stabilire,
Perché non ho nulla da dividere,
La mia famiglia non ha bisogno di lamentarsi e piangere
"Il muschio non attecchisce alla pietra rotolante" 
Il mio corpo?Ah, se potessi scegliere,
Io lo lascerei ridurre in ceneri,
E le brezze leggere trasportare
La mia polvere là dove qualche fiore germoglierebbe.
Così che un fiore appassito
Ritornerebbe alla vita e fiorirebbe di nuovo.
Questa è la mia ultima e finale volontà,
Buona fortuna a tutti, Joe Hill.

 

 

 


 

1908-1974

Giacomo Bernardi

Giacu Cayenna

 

uno che non credeva in Dio, cominciò a vedere 

nella sua incredibile odissea il sottile disegno del Destino


Louise Michel

http://it.wikipedia.org/wiki/Louise_Michel

Fu molto attiva nelle giornate della Comune, collaborando ai giornali che sostenevano la rivoluzione,

 il «Le Cri du peuple» e «La Marseillaise»


1871

la Comune di Parigi

wikipedia

 


lettura A JANITZIO LA MORTE NON FA PAURA   (n+1)