Pasquale Cavaliere 

Pasquale Cavaliere (Gragnano (NA), 24 febbraio 1958 – Cordoba (Argentina), 6 agosto 1999) è stato un ambientalista italiano. Cavaliere è stato consigliere regionale in Piemonte per i Verdi a partire dal 1995.

Secondo di 9 fratelli, emigra ancora piccolo a Ciriè, in provincia di Torino insieme alla famiglia. Dopo la scuola dell’obbligo, inizia a lavorare come apprendista in diverse fabbriche della zona e dopo essere stato assunto come operaio in una piccola industria metalmeccanica cittadina, diventa delegato sindacale e guida molte battaglie per migliorare le condizioni di lavoro all'interno dello stabilimento.

A partire dal 1975 entra a far parte di Democrazia Proletaria ed è animatore di diverse iniziative nella città, oltre che fondatore di alcune pubblicazioni di controinformazione come Cheffare, L'altra Ciriè e della cooperativa In/contro.

Nel 1989 è tra i membri fondatori del Verdi Arcobaleno. A partire dal 1995 è consigliere della regione Piemonte e nel 1999 entra nella segreteria nazionale dei Verdi.

Muore a Cordoba, in Argentina, il 6 agosto 1999.In sua memoria è stata dedicata una piazzetta nella città di Ciriè, adiacente all'antica torre di San Rocco e a lui è stato intitolato L’ Ecoistituto del Piemonte Pasquale Cavaliere.

Serata per Pasquale Cavaliere, a dieci anni dalla sua scomparsa

L'Associazione Amici di Pasquale Cavaliere, a dieci anni dalla Sua scomparsa, ne ricorda la vita, lo spirito, il dialogo, la politica, attraverso la presentazione del libro di Davide Pelanda: Il Cavaliere dell'Arcobaleno.
Ad Assemblea Teatro il compito di legare ricordo, letteratura e teatro. Si è scelto di andare in scena con qualcosa che Pasquale amava, quindi Cesare Pavese e i suoi Dialoghi con Leucò che dieci anni fa, per il cinquantenario della morte del poeta piemontese, diventò la piece Dialoghi.
Un cast importante (da Gisella Bein a Giovanni Boni, da Lino Spadaro ad Annapaola Bardeloni) riporterà sul palco del Teatro Agnelli lo spettacolo che Assemblea Teatro produsse nel 2000 e nel quale Cesare Pavese scioglie attraverso le parole alcuni temi a lui cari, quali terra, mistero, amore, morte, vita...


 

 

Carissimi amici,
come diceva Alex i pesi a volte diventano insostenibili ed io, anche senza accorgermene, sulle spalle ne ho accumulati molti.

La nostra generazione ha sperato troppo e troppo pesante è stato farci carico di questo.
Abbiamo mischiato gli affetti alla politica e spesso, molti di noi, non riescono piu' a sbrogliare questa matassa di sentimenti e di amori irrisolti.
Ci siamo voluti bene, ed io con voi sono stato privilegiato.
Non nutro rancore con nessuno e spesso capita che per persone come noi, a volte, non possono esserci soluzioni normali.
Un abbraccio a tutti
Pasquale

pasquale Cavaliere c'è- audio