news_archivio

spot audio

Sciopero dei metalmeccanici di Venerdì 

9 ottobre:

 la dichiarata volontà degli industriali meccanici di fare un contratto con chi rappresenta poco più di 1/3 dei lavoratori (Fim- Uilm e Ugl) mette di fatto fuori dal gioco democratico il più grande sindacato italiano la FIOM che rappresenta più del 50% dei lavoratori metalmeccanici. Ora non è accettabile che l'ALP venga discriminato per via della sua esigua forza sindacale, ma eliminare il più grande sindacato dei meccanici del paese è un vero e proprio "COLPO di STATO". Pur nella diversità che abbiamo sempre rappresentato non vogliamo essere complici di un liberticidio, per cui oltre alle problematiche territoriali facciamo nostre le proteste dei compagni della Fiom e come ci viene chiesto dai lavoratori dichiariamo sciopero VENERDI' 9 OTTOBRE in tutte le aziende meccaniche del Pinerolese.  ALPCUB

 volantino di dichiarazione di sciopero - pdf

volantino PRC

 15 ottobre firmano contratto CISL e UIL

La stagione contrattuale

Metalmeccanici, accordo separato senza la Fiom

Federmeccanica, Fim e Uilm firmano l'intesa per il rinnovo. Adottano il nuovo modello contrattuale e concedono 112 euro per il 2010-2012. Rinaldini: "E' illegittimo, subito il referendum o non lo applichiamo. Poi una campagna sulla democrazia sindacale"


http://www.dplmodena.it/16-10-09CCNLMetalmeccanici.htm

Contratti: rinnovo del contratto dei metalmeccanici - triennio 2010-2012

 

Le associazioni datoriali Federmeccanica e Assistal e le sigle sindacali Fim-Cisl, Uilm, Fismic e Ugl, hanno sottoscritto l'accordo per il rinnovo del triennio 2010-2012 del contratto dei metalmeccanici.

L'aumento medio mensile sarà pari a 110 euro sul 5° livello professionale. La prima tranche dell'aumento, pari 28 euro, verrà erogata unitamente alla retribuzione di gennaio 2010, la seconda di 40 euro dal 2011 e la terza di 42 euro nel 2012. Inoltre, per chi non ha la contrattazione integrativa, viene previsto una integrazione di ulteriori 15 euro mensili - dal 1° gennaio 2011 - come elemento di perequazione.

 

 

Categoria

1ª tranche
dal 1° gennaio 2010

2ª tranche
dal 1° gennaio 2011

3ª tranche
dal 1° gennaio 2012

Totale

17,50

25,00

26,25

68,75

20,48

29,25

30,71

80,44

24,15

34,50

36,23

94,88

25,55

36,50

38,33

100,38

28,00

40,00

42,00

110,00

30,98

44,25

46,46

121,69

 33,25

47,50

49,88

130,63

36,75

52,50

55,13

144,38

 

la finanziaria è PESSIMA:

Per fronteggiare la crisi le proposte della CUB sono:
l’immediato blocco dei licenziamenti,
la riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario,
consistenti aumenti di salari e pensioni di almeno 300 euro,
aggancio di salari e pensioni al reale costo della vita,
continuità del reddito per cassintegrati e lavoratori atipici con assunzione a tempo indeterminato dei precari.

LA CUB DICHIARA LO SCIOPERO NAZIONALE DEL SINDACATO DI BASE PER IL 23 OTTOBRE

video

volantino sciopero 23 e manifestazione antirazzista doc


 

Crisi Sachs Boge------------------- dossier

Nell' assemblea Fim e Fiom,interrogati dai lavoratori, ribadiscono che alla Stabilus si è fatto l'accordo migliore possibile e che non sono arrivati i soldi dalla Regione per il cattivo comportamento negli incontri e per il “casino” fatto con il“presidio” alla Stabilus. Come dire: se voi della Sachs ZF volete fare delle iniziative, ncome dice ALP, sapete cosa vi succede....

accordo alla Sachs video

 


2 ottobre Pinerolo

ore 20.30 piazza Facta

fiaccolata e manifestazione contro il razzismo più di un migliaio di persone

foto

 

lettera migranti gruppo 'valore laicità'

condannato sfruttatore dell'immigrazione eco del chisone



pace subito - video

Ripresa in giro

Esplode la disoccupazione nell'Ocse: 56 milioni senza lavoro, 25 milioni in più in un anno. La ripresa di cui ci parlano è finta e si fonda  sui licenziamenti.

Gli industriali italiani vedono la luce in fondo al tunnel della crisi. Ma la ripresa sarà «lenta, lunga, insidiosa». E distruggerà altri 700 mila posti di lavoro. Sale la rabbia dei lavoratori: la vostra crisi noi non la paghiamo.

racconta la crisi- lettere a repubblica - link

dossier INNSE      prefazione agenda 2010-pdf

Operai Innse sulle gru

Cosa sta succedendo agli operai in Italia, perché le risposte agli effetti della crisi sono così lente, di basso impatto, quando ci sono, altrimenti c’è solo sottomissione, acquiescenza. Nessun serio segno di rivolta, poche o nulle le reazioni. Eppure la crisi nei primi mesi del 2009 ha colpito con metodo. Parliamoci chiaro, fra operai. Gli effetti della crisi si sono abbattuti su centinaia di migliaia di operai, nei primi sei mesi di questo anno non si contano più i ricorsi alla cassa integrazione, i licenziamenti attraverso la mobilità, le fabbriche che sono state chiuse. Per chi è rimasto a lavorare i salari sono scesi e le condizioni di lavoro sono peggiorate. Le morti sul lavoro sono un indice chiaro della nostra condizione sotto il comando dei padroni, la corsa al profitto schiaccia letteralmente gli operai esponendoli a rischi di ogni genere e tipo. C’è ne abbastanza per una rivolta, o almeno per una serie di scioperi seri, per manifestazioni oltre le solite processioni. Invece niente, se abbiamo l’onestà intellettuale di non nasconderci la realtà, dobbiamo riconoscere che siamo di fronte ad una relativa passività degli operai, ad una silenziosa discesa verso il basso accettata come una sorte del destino.     (segue )- pdf

video padrone mio 5 Mb

 

La lotta della classe operaia coreana link pdf

Istat: 1 milione di disoccupati in più in un anno. CIG +222%


Bianca la Rossa - Pralibro con Claudio Canal -audio mp3

Bianca saluta - audio mp3


 

20 giugno assemblea annuale Alpcub alla Sala Lombardini- Perosa ore 15

relazione Franco Breuza  pdf

intervento di Gianpiero Clement

intervento di Enrico Lanza

segue dibattito non registrato


Veronica
Berlusconi s'incazza, ma non risponde.
lodo Alfano - 7-10-09 

La Consulta ha bocciato il 'lodo Alfano' per violazione dell'art.138 della
Costituzione, vale a dire l'obbligo di far ricorso a una legge costituzionale (e non
ordinaria come quella usata dal 'lodo' per sospendere i processi nei confronti delle
quattro più alte cariche dello Stato). Il 'lodo' è stato bocciato anche per
violazione dell'art.3 (principio di uguaglianza). L'effetto della decisione della
Consulta sarà la riapertura di due processi a carico del premier Berlusconi: per
corruzione in atti giudiziari dell'avvocato David Mills e per reati societari nella
compravendita di diritti tv Mediaset.

Chi spera nelle dimissioni di Berlusconi si sbaglia.
 
Pubblichiamo le nuove dieci domande che la rete pone a Berlusconi 

Berlusca, come Maria Antonietta  dice a chi non ha pane se avete fame mangiate brioches

 

Razzisti per legge-articoli

lettera aperta -pdf

come un uomo sulla terra .- presentazione video

Dag, nell’inverno 2005 ha attraversato via terra il deserto tra Sudan e Libia. In Libia, però, si è imbattuto in una serie di disavventure legate non solo alle violenze dei contrabbandieri che gestiscono il viaggio verso il Mediterraneo, ma anche e soprattutto alle sopraffazioni e alle violenze subite dalla polizia libica, responsabile di indiscriminati arresti e disumane deportazioni. Sopravvissuto alla trappola Libica, Dag è riuscito ad arrivare via mare in Italia, a Roma, dove ha iniziato a frequentare la scuola di italiano Asinitas Onlus punto di incontro di molti immigrati africani coordinato da Marco Carsetti e da altri operatori e volontari. Qui ha imparato non solo l’italiano ma anche il linguaggio del video-documentario. Così ha deciso di raccogliere le memorie di suoi coetanei sul terribile viaggio attraverso la Libia, e di provare a rompere l’incomprensibile silenzio su quanto sta succedendo nel paese del Colonnello Gheddafi.

tango della ronda - video

"SE VOI FOSTE PERSONE NORMALI"

MONI OVADIA

Se foste un rom, quella di Salvini non vi apparirebbe come la sortita delirante di un imbecille da ridicolizzare. Se foste un musulmano, o un africano, o comunque un uomo dalla pelle scura, il pacchetto sicurezza non lo prendereste solo come l'ennesima sortita di un governo populista e conservatore, eccessiva ma tutto sommato veniale.

Se foste un lavoratore che guadagna il pane per sé e per i suoi figli su un'impalcatura, l'annacquamento delle leggi sulla sicurezza nei luoghi di lavoro non lo dimentichereste il giorno dopo per occuparvi di altro. Se foste migrante, il rinvio verso la condanna a morte, la fame o la schiavitù, non provocherebbe solo il sussulto di un'indignazione passeggera.

Se foste ebreo sul serio, un politico xenofobo, razzista e malvagio fino alla ferocia non vi sembrerebbe qualcuno da lusingare solo perché si dichiara amico di Israele. Se foste un politico che ritiene il proprio impegno un servizio ai cittadini, fareste un'opposizione senza quartiere ad un governo autoritario, xenofobo, razzista, vigliacco e malvagio.

Se foste un uomo di sinistra, di qualsiasi sinistra,non vi balocchereste con questioni di lana caprina od orgogli identitari di natura narcisistica e vi dedichereste anima e corpo a combattere le ingiustizie.

Se foste veri cristiani, rifiutereste di vedere rappresentati i valori della famiglia da notori puttanieri pluridivorziati ingozzati e corrotti dalla peggior ipocrisia.

Se foste italiani decenti, rifiutereste di vedere il vostro bel paese avvitarsi intorno al priapismo mentale impotente di un omino ridicolo, gasato da un ego ipertrofico.

Se foste padri, madri, nonne e nonni che hanno cura per la vita dei loro figli e nipoti, non vendereste il loro futuro in cambio dei trenta denari di promesse virtuali.

Se foste esseri umani degni di questo nome, avreste vergogna di tutto questo schifo.

Fonte: L'Unità  
09.05.2009

canzone di Pietrangeli

video  ascanio celestini su you tube

Nel primo trimestre di quest’anno il Pil tedesco è sceso del 3,8% rispetto al trimestre precedente e addirittura del 6,7% in rapporto allo stesso periodo dell’anno scorso. Colpa delle esportazioni che sono diminuite quasi del 10% e degli investimenti che sono crollati dell’8%. In Italia gli operai sono fortunati. In Italia c'e' l'ottimista Berlusconi che prende il caffe con la minorenne Noemi. In Italia abbiamo il re della truffa: Tremonti In Italia abbiamo Maroni l'organizzatore della caccia agli immigrati, In Italia abbiamo il genio dello shopping senza soldi: Marchionne.



 

giro 2009 - Villar Perosa  video : cronista rai sport " alp forse un sindacato aziendale..."


 

1 maggio   a Villar Perosa    a Torino  Mayday a Milano

 

La crisi può essere un’opportunità per collegare le nostre energie e le nostre lotte, perché se il nostro isolamento è l’arma in mano ai padroni, la nostra unità è il loro più grosso problema !!!

Se stiamo ai fatti la situazione della Cub è frutto della mai risolta presenza al proprio interno di una confederazione ( RdB ) in competizione con la Cub.
Oggi si alza il tiro con il tentativo di scippare alle altre 14 organizzazioni l’insieme della confederazione. Questa operazione, se verrà attuata, produrrà la separazione dei lavoratori del P.I. da quelli del privato indebolendo/rallentando la prospettiva della costruzione di un forte sindacato di base in grado di dare soluzione ai problemi della classe lavoratrice. (CUB)

vedi cronache assemblea nazionale sindacati di base

vedi video cliccando qui


 

Già, operai. Quasi il 60 per cento di loro, dunque, dice di voler votare per Pdl e Lega; in particolare, coloro che si apprestano a scegliere Berlusconi sono il doppio di quelli che opteranno per Franceschini. Com’è lontana l’egemonia operaia teorizzata da Gramsci e per anni praticata dal Partito comunista


8 marzo: archivio donne   7 marzo Torino corteo



"A un bambino gli darei le ali, ma lascerei che da solo imparasse a volare.
Ai vecchi insegnerei che la morte non arriva con la vecchiaia, ma con
l'oblio."  

Gabriel Garcia Marquez

ricordi


http://www.peppinoimpastato.com/

http://www.libera.it

La vera storia della mafia. Parte prima. 10 min video www.youtube.com

STORIA DELLA MAFIA NEL MEZZOGIORNO D'ITALIA

 

TRE INCONTRI SU SIMONE WEIL

nel centenario della nascita (1909-2009)

 

 

13 marzo audio   

     pdf Pensare è un atto eroico **

12 giugno ** audio

 

12 giugno** dibattito 

 

12 settembre

Pinerolo

** salone cavalieri ore 21- pinerolo

 

pieghevolepdf   la condition ouvriere pdf


2008-2009 di crisi

Cgil: "Salari fermi al 1993"
Epifani: "Il picco crisi a giugno"


ROMA - I salari netti sono fermi al 1993, mentre il fisco in 15 anni si è "mangiato" guadagni di produttività per 6.738 euro a lavoratore. Viceversa, lo Stato ha beneficiato di 112 miliardi di euro tra maggiore pressione fiscale e fiscal drag. E' quanto contenuto nel IV Rapporto dell'Ires-Cgil presentato alla stampa, su salari, produttività e distribuzione dei redditi.

Secondo il sindacato, dal '93 al 2008 le retribuzioni nette sono cresciute meno di quelle lorde. E' per questo, accusa ancora la Cgil che "il fisco ha mangiato i pochi guadagni di produttività"; il che dimostra che la contrattazione da sola non basta a tutelare il potere d'acquisto dei salari: "Ci vuole una nuova politica dei redditi".

Il segretario generale della Cgil Guglielmo Epifani annuncia che il picco della crisi economica "arriverà nel secondo trimestre di quest'anno. E' singolare la tesi secondo cui la crisi appena iniziata sia già finita. Non è così. Il peggio deve ancora venire".
( 27 marzo 2009 )

Loren Goldner. L'immensa sorpresa di ottobre - pdf  link

il discorso di Draghi -pdf

L’allarme di Bankitalia: aiuti alle fasce deboli.  Draghi: lavoro a rischio per 2milioni di precari

Tremonti: abbiamo fatto il possibile

ma cos'è questa crisi? - video youtube



riforma contrattazione- ACCORDO QUADRO- PDF con cisl-uil-ugl

 La Cgil allo sciopero del 13 Febbraio -parla Rinaldini - audio

due radio da seguire:

 cliccare sull'icona della cgil-Roma

radio beckwith Torre Pellice

 per sentirla http://stream15.top-ix.org:80/radiobeckwith.ogg.m3u

 

rapporto sui precari - pdf cgil

firmato accordo peggiorativo di quello del 1993

la CUB ha deliberato  di proporre a Conf. Cobas e SdL la convocazione di una assemblea nazionale del Patto sulle iniziative di lotta e per il rilancio del Patto di Consultazione rendendolo più stringente e più impegnativo per le organizzazioni.

Lanciato il «patto» tra le sigle di base E a marzo in piazza

foto della manifestazione di base a Roma 28 marzo 20mila persone

Manifestazione cgil Roma 4 aprile  spezzone Epifani

L'anno zero dei diritti sindacali - Piergiorgio Alleva

 audio Radio Articolo 1 (CGIL) intervista a Luciano Gallino, sociologo 9 Mb

Intervento in difesa della Costituzione - Elvio Fassone - Pinerolo pdf

La dispensa Flm del 1971 sull'ambiente di lavoro PREMESSA 

Formato file: PDF/Adobe Acrobat

 

A fronte dei tragici eventi causati dal terremoto in Abruzzo, le organizzazioni sindacali del Patto di Base - CUB, Confederazione Cobas e SdL Intercategoriale - hanno unanimemente deciso di sospendere lo sciopero generale già indetto per il 23 aprile e di rinviarlo a data da destinarsi.

CUB - Confederazione Cobas - SdL Intercategoriale


 

 terremoto


 

ridicolo nella storia


migranti milano 23 maggio

no razzismo foto

manifestazione Torino 28feb 09  volantini multilingue

corteomigranti28febbraio2009 video youtube

 


 

nucleare no grazie

nucleare è legge link 


 

ronde

A Padova, i giovani dei Centri sociali volevano portare coperte e generi di conforto ai senzatetto. Una squadraccia di "camice verdi" della lega pomposamente battezzata da Maroni "ronda dei cittadini" voleva impedirlo. La polizia e' immediatamente intervenuta a proteggere le camice verdi di Bossi e Maroni. Succedeva ai tempi di Mussolini: le camice nere giravano protette dalla polizia.

nel mondo sono in corso 29 guerre. Il quadro della situazione all’inizio del 2007


Cliccare la mappa per ingrandire
 
 
 
1. Iraq   80 mila morti dal 2003
2. Israele-Palestina   5 mila morti dal 2000
3. Libano   1.200 dal 2006
4. Turchia-Kurdistan   40 mila morti dal 1984
5. Afghanistan   25 mila morti dal 2001
6. Pakistan-Waziristan   3 mila dal 2004
7. Pakistan-Balucistan   450 morti dal 2005
8. India-Kashmir   90 mila morti dal 1989
9. India-Nordest   50 mila morti dal 1979
10. India-Naxaliti   6 mila morti dal 1967
11. Sri Lanka-Tamil   68 mila morti dal 1983
12. Birmania-Karen   30 mila morti dal 1988
13. Thailandia-Sud   2 mila morti dal 2004
14. Filippine-Mindanao  150 mila morti dal 1971
15. Filippine-Npa  40 mila morti dal 1969
16. Russia-Cecenia   250 mila morti dal 1994
17. Georgia-Abkhazia   28 mila morti dal 1992
18. Georgia-Ossezia   2.800 morti dal 1991
19. Algeria   150 mila morti dal 1991
20. Costa d’Avorio   5 mila morti dal 2002
21. Nigeria   11 mila morti dal 1999
22. Ciad   50 mila morti dal 1996
23. Sudan-Darfur   250 mila morti dal 2003
24. Rep.Centrafricana   2 mila morti dal 2003
25. Somalia   500 mila morti dal 1991
26. Uganda   20 mila morti dal 1986
27. Congo R.D.   4 milioni di morti dal 1998
28. Colombia   300 mila morti dal 1964
29. Haiti   1.500 morti dal 2004

hanno fatto un deserto e l'hanno chiamato pace

I borghesi di destra e sinistra, quando si tratta della guerra, sono tutti
d'accordo: Il Parlamento ha approvato senza obiezioni e con voto plebiscitario un
aumento di spesa del 38 percento nei finanziamenti alla guerra in Afghanistan.

Per gli operai il governo dei padroni non ha soldi, per massacrare il popolo Afghano
si:Mercoledì sera il Senato ha approvato all'unanimità il decreto legge (n.209 del 30
dicembre 2008 ) che rifinanzia tutte le missioni militari italiane all'estero. La
Camera dei Deputati l'aveva approvato lo scorso 21 gennaio con due soli voti contrari
e quattro astenuti.
Per la partecipazione italiana alla missione Nato in Afghanistan (Isaf) sono stati
stanziati oltre 242 milioni di euro per i prossimi sei mesi, ovvero circa 40 milioni
al mese - nel 2008 la missione era costata 29 milioni al mese.

Altro che la social-card di quell'imbroglione di Tremonti

 

PALESTINA Pubblichiamo una serie di link per conoscere la situazione della Palestina http://www.freegaza.org il sito della “missione” internazionale di attivisti per i diritti umani che tenta di rompere l'assedio di Gaza. In questi giorni una della loro navi – la Dignity - è stata fermata dalla marina israeliana. Ricco di storie e informazioni sulla vita quotidiana a Gaza. http://guerrillaradio.iobloggo.com il sito di Vittorio Arrigoni, attivista pacifista e unico corrispondente italiano a Gaza, che sta raccontando la sua vita sotto le bombe. http://mediaoriente.com il blog di Donatella Della Ratta, esperta di tv e nuovi media, racconta l'attacco a Gaza visto attraverso le televisioni del mondo arabo (in inglese) http://talestotell.wordpress.com un altro blog di un'attivista di Free Gaza, l'australiana Sharon Lock, che vive a Gaza dallo scorso agosto. In questi giorni l'attività dei blogger a Gaza è resa difficile dalle continue mancanze di corrente.





EBREI E PALESTINESI

il video lettera ad Obama è stato sottotitolato in italiano e lo trovate sulla piattaforma zeitun:
http://zeitun.ning.com/video/lettera-ad-obama-sottotitoli

forse non tutti sanno che c'è del gas naturale nella zona marittima di Gaza

e che il 50% degli abitanti di Gaza ha meno di 15 anni.

 

due popoli, due stati:

وهما الشعبين, وهما دولتان

שני קטבים, שני מדינות

archivio_palestina_israele


12 dicembre SCIOPERO GENERALE per l'intera giornata

  INDETTO dal sindacalismo di base Cub-Confederazione Cobas-SdL - NON PAGHEREMO NOI LA VOSTRA SCRISI - contro la Finanziaria, i tagli e la privatizzazione di scuola e Università, per la cancellazione della legge 133 e della 169 (ex-decreto Gelmini), per usare il denaro pubblico per forti aumenti salariali e pensionistici, per scuola, sanità e servizi sociali e non per salvare banche fraudolente e speculatori, contro la precarietà e per l'abolizione delle leggi Treu e 30, per la sicurezza nei posti di lavoro, per la difesa del diritto di sciopero e il recupero dei diritti sindacali sequestrati dai sindacati concertativi. Manifestazioni regionali e provinciali

comunicato stampa unitario-pdf 

intervista a radio rbe-15 dic Enrico Lanza- mp3 ASCOLTA prima parte

seconda parte

PERCHE' UNO SCIOPERO GENERALE del SINDACALISMO DI BASE IL 12 DICEMBRE - intervista a Giorgio Tiboni coordinatore nazionale della CUB

 

la crisi finanziaria mondiale- R. Strumia pdf e audio

L'immensa sorpresa di ottobre - L. Goldner

Intervista ad Aris Accornero

la Formica - presentazione pps

scoppiati - report testo in pdf

* Sabato 29 novembre manifestazione di valle in difesa dell'occupazione e per lo sviluppo - Partenza corteo dalla Sachs, arrivo alla sala Finestra sulle valli di Villar e conclusioni.   Secondo corteo dal Tempio Valdese. In tutto circa 600 persone , discorsi qui registrati -mp3

altre foto

 il 7 marzo convegno sul futuro della val Chisone al centro di formazione di Villar Perosa

in un incontro in Provincia la C. Montana ha chiesto che venga prolungata la tutela per chi resta scoperto prima della pensione, che venga finanziato un fondo di solidarietà e che venga attuata la procedura per l'Isee immediata per chi va in mobilità.

CONFERENZA REGIONALE DELLA LAVORATRICI E DEI LAVORATORI
Lo scorso week-end si è tenuta la Conferenza Regionale delle lavoratrici e dei lavoratori. Di seguito linkiamo le presentazioni della relazione sulla “Situazione economica-produttiva-occupazionale in Piemonte” di Vittorio Ferrero, economista Ires Piemonte (scarica) e sulla “Tutela delle condizioni di lavoro e di vita dei lavoratori (fissi e precari) e del loro reddito” di Antonella Stirati, docente di economia politica, Facoltà di Economia 'Federico Caffè' (scarica)



  •   recensione del libro di   Lorenzo Tibaldo SOTTO UN CIELO STELLATO  Vita e morte di Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti  -  Claudiana editrice 2008 - IN LIBRERIA DAL 5 DICEMBRE  Distribuzione Dheoniane - Prefazione di Giuliano Montaldo. Studi storici  pp. 276 12 pp. di illustrazioni fuori testo f.to cm 17 x 24   Euro19,50



  • Gli Stati Uniti hanno un enorme deficit pubblico, privato e commerciale. Esso assomma a 53.000 miliardi di dollari, quattro volte e mezza il PIL americano e pari al PIL mondiale. Una dichiarazione d'insolvenza da parte degli USA non è pensabile al di fuori di una guerra generalizzata, ma il mondo incomincia ad essere insofferente di fronte a una situazione che peggiora a ritmi accelerati da quando Nixon minacciava ricordando agli interlocutori internazionali: "Il dollaro è la nostra moneta ma il vostro problema".

    Obama non potra' cambiare l'andamento della storia.Gli USA sono un grande paese. ma anche un imperialismo in declino . Vedremo in  azione il sogno americano... 44° presidente usa

    vedi mappa voto

    In USA in tre mesi, novembre e dicembre 2008, gennaio 2009, si sono avuti 1.761.000 licenziamenti. Si tratta del ritmo più forte dal 1974 e del livello più alto dal settembre 1992. Durante la recessione in corso gli Stati Uniti hanno perso 3,6 milioni di posti di lavoro, il calo più grave del dopoguerra.


«L'orario massimo resta 48 ore»
STRASBURGO
Il parlamento europeo ha respinto in seconda lettura la proposta di portare la settimana di lavoro nell’ue fino a 65 ore, accogliendo tutti gli emendamenti della commissione lavoro. Tutti gli emendamenti sono stati approvati con una maggioranza superiore ai 393 voti richiesti, essendo il provvedimento in seconda lettura.

Quello determinante, passato con 421 sì, 273 no e 11 astensioni e accolto da un applauso dagli eurodeputati, stabilisce che l’orario settimanale è di 48 ore e concede tre anni agli Stati Ue per derogarvi arrivando alle 65 ore settimanali, di fatto eliminando la possibilità di "opt out" al termine del periodo transitorio. Il relatore, lo spagnolo Alejandro Cercas (Pse), è stato abbracciato da molti colleghi subito dopo le votazioni sugli emendamenti. «Questa è un trionfo per tutti i gruppi del parlamento europeo ed è l’occasione per il Consiglio di cogliere questa opportunità per rendere la nostra agenda più vicina a quella dei cittadini europei», ha affermato Cercas subito dopo il voto.

-------------------------------

SICUREZZA SUL LAVORO 

IL 15 maggio 2008 entrato in vigore il Testo Unico, D.Lgs. 81/2008 sulla sicurezza sul lavoro.

dossier sicurezza ilsole24ore

Il decreto 81/2008 entra in vigore in tempi differenziati, che il decreto stesso stabilisce:

- oggi 15 maggio 2008: gli adempimenti generali

- il 28 luglio 2008: i nuovi obblighi di valutazione dei rischi, previsti dagli articoli 17, comma 1, lettera a) e 28, nonché le altre disposizioni in tema di valutazione dei rischi, che ad esse rinviano e le relative disposizioni sanzionatorie;

- entro tempi differenziati: una serie di decreti attuativi;

- entro il 26 aprile 2010 le disposizioni relative alle radiazioni ottiche artificiali;

- entro il 30 aprile 2012 i tempi previsti dalla Direttiva 2004/40/Ue le disposizioni relative ai rischi di esposizione a campi elettromagnetici;

Infine, è previsto che, attraverso la procedura prevista dalla Legge delega n. 123/2007, comma 6, il Governo può apportare modifiche, ma secondo la vincolante procedura di legge:
- previo parere della Conferenza Stato Regioni
- previo parere del Senato e della Camera

Il resto del dlgs è reperibile all'indirizzo
 
 

  MEMORIE DISPERSE MEMORIE SALVATE           

Donne nelle Valli Pellice, Chisone e Germanasca

Convegno a Perosa 4 ottobre   - pdf1 pdf2

 Ascolta la puntata Ascolta Liliana Ellena mp3    Ascolta la puntata Ascolta  Egidio Rol mp3

registrazioni con rumore di fondo


 Accordo Cisl Uil- Confindustria

 

Sciopero generale pdf

 

SCIOPERO SKF 17 ottobre pdf

 

Il 14 ottobre si è svolto un nuovo incontro in C.M., si è constatato il peggioramento produttivo in valle, unito ai provvedimenti annunciati per scuola ed enti pubblici. Inoltre la crisi finanziaria mondiale avrà una ricaduta pesante. Si è deciso:

- per metà novembre una manifestazione unitaria - nelle settimane seguenti  un convegno sul futuro della valle.   

 incontro com. montana 14-ott-08 mp3 -47 Mb- 

ordine degli interventi:

Coucourde (Pres.C.Montana), Manfredini (Ass.lavoro C.m. ), Sanmartino (Salza), Laurenti (Perosa) Savina (RSU New Cocot ), Tron (cisl), Rossella (Omvp), Lanza (Apcub), Bordiga (Fiom Avio), Clement (ass. lavoro Regione), Coucourde (CM), Vercelli (Ass.lavoro Pinerolo, X (Fiom Avio),  Manfredini - conclusioni.

  

decisione di manifestazione di valle il 29 novembre e di una serie di consigli comunali aperti 

 

tavola rotonda c.montane - eco mese pdf

 

           

 

-----------------------------

SCIOPERO GENERALE

 

 

Da anni, padroni e potere finanziario hanno da anni scatenato una “guerra” per imporre a lavoratori e ceti popolari bassi salari, precarietà, peggioramento dei diritti sociali.

L’azione dei governi e di Cgil Cisl Uil ha assecondato questa politica

Se non vuoi continuare a subire, è necessaria la tua partecipazione alle lotte del sindacato di base

In questi anni siamo stata l’unica organizzazione indipendente dai governi e dai padroni che con coerenza ha lottato per difendere i diritti dei lavoratori, dei precari e dei pensionati.

 

Oggi è ancor più necessario sostenere con la lotta obbiettivi di contrasto alle politiche economiche liberiste e per respingere la proposta di Confindustria di “riforma del modello contrattuale” perché sancisce lo svuotamento del Contratto Nazionale già in parte realizzato negli ultimi anni.

 

Sciopero generale

Venerdì 17 ottobre 2008 per:

 

·        Aumenti generalizzati per salari e pensioni di almeno 3.000 euro annui;

·        Rilanciare il ruolo del contratto nazionale per salari europei e garantire la difesa del potere di acquisto delle retribuzioni e delle pensioni con un meccanismo automatico di adeguamento salariale agli aumenti dei prezzi.

·        Riduzione dei prezzi dei beni di prima necessità e tariffe sociali per gas, elettricità e trasporti

·        Lotta alla precarietà lavorativa e per la continuità del reddito

·        Difesa della scuola pubblica, assunzione dei precari

·        Diritto a prestazioni sanitarie di qualità e alla casa

·        Tolleranza zero e sanzioni penali per chi provoca infortuni gravi o mortali.

·        Eguaglianza di diritti per tutti indipendentemente dalla razza e dalla religione

·        Restituire ai lavoratori il diritto di decidere, no alla pretesa padronale di scegliere le organizzazioni con cui trattare e pari diritti per tutte le organizzazioni.

 

A sostegno di questa piattaforma e per sconfiggere le politiche economiche e sociali imposte dal liberismo e realizzate dai governi.

 

Sciopero Generale Nazionale

indetto dal sindacalismo di base

intera giornata per venerdì 17 ottobre con manifestazioni:

Roma, P.zza Esedra - ore 10,00

Milano, L.go Cairoli (MM1) - ore 10.00

---------

Charlie Chaplin in Tempi Moderni

 


Dopo il presidente spazzino abbiamo il presidente anticamorra. Noi in verita' ne dubitiamo: Bassolino e l'Impregilo-Fiat imperversano. Polizia, Carabinieri,soldati,magistratura e Berlusconi non li sfiorano neanche. La vera camorra e' al sicuro

ogni giorno è il 1maggio

 >>> ALZARE LO SGUARDO ! pdf DAI COBAS AL SINDACATO DI CLASSE .- convegno a Varese-via De Cristoforis- 7 marzo


 

 

alcuni archivi miscellanea:

- assemblea alp sulla Val Chisone

thyssen

- Parole sante  Ascolta la puntata Ascolta Ascanio Celestini e la lotta Atesia-mp3

- lotta profughi Torino

- sciopero OMVP-Villar Perosa

- repressione degli operai

- dissenso accordo pensioni

- archivio donne

- lotte operaie in bicicletta

Dopo il volantino che denunciava comportamenti non troppo corretti nei confronti delle lavoratrici alla OMVP e la distribuzione del libretto "su la testa giù le mani", in occasione dell'8 marzo sul Display aziendale è comparso questo testo:
 
La Direzione OMVP-SKF intende ribadire il proprio orgoglio nel poter contare su 125 donne che sono una importante risorsa per il contributo professionale e umano che hanno saputo dare a questa azienda. L'Ufficio Personale è disponibile a raccogliere suggeriemnti o segnalazioni per anomalie comportamentali con la finalità di favorire una cultura aziendale basata sul rispetto reciproco e dove la percezione della vita in azienda di ogni lavoratore dipendente è in linea col Codice Comportamentale SKF.
 
A noi sembra importante questo atteggiamento della Direzione che ha anche provocato modifiche positive al comportamento di alcuni responsabili.
la condizione femminile nei luoghi di lavoro è un obbiettivo che va praticato ogni giorno.

- libero chi legge ( e ascolta)

- audio conferenze locali

- dopo olimpiadi

- guerra

-testo decreto rifiuti- link

- discussione voto 2008

* prc serata sulle c.montane- Pomaretto 31 ottobre  teatro valdese pdf

archivio registrazioni mp3 della serata

4 novembre - pdf

*serata inaugurale della mostra e di presentazione del libro sulla Grande Guerra (Avondo,Careglio) che si terrà Martedì 04 novembre alle ore 20.30 a Perosa Argentina presso la sede della Comunità Montana - Via Roma, 22 (To) - estratto  registrazione interventi-mp3 35 Mb Rossetti-Careglio-Avondo-Laurenti Ascolta la puntata Ascolta

 

archivio/ascolta

La scommessa della decrescita mp3 (reg.ne Senigallia)
Serge Latouche – Università di Parigi

>>> PRIMO MAGGIO a Villar Perosa:  ALP/Cub terrà il comizio conclusivo dopo il corteo organizzato dal Comune di Villar

Il Primo Maggio è però anche giorno di festa.  Ci troveremo, come ormai è consuetudine, al Circolo Stranamore con le nostre famiglie per un pranzo comunitario e festa per tutti.-

>>>>>                  ASSEMBLEA  NAZIONALE  

 

DEL SINDACALISMO DI BASE,  DEI  DELEGATI,

DELLE  RSU  E  DEGLI  ATTIVISTI  INDETTA  DA

CUB - Confederazione COBAS - SdL intercategoriale

 

SABATO 17 MAGGIO 2008   mozione conclusiva

Ore 9.00/15.00 - MILANO – TEATRO SMERALDO

P.zza 25 Aprile. MM 2 Garibali x C.so Como


 > Ciclo di iniziative 'Noi Nelle Alpi'-pdf -

Venerdì 18 Aprile ore 21 a Perosa Argentina salone Centro Anziani

Tema: Metamorfosi di una valle 2h audio

TAVOLA ROTONDA:Giorgio Faraggiana (Mountain Wilderness),Fassone Elvio, Andrea Coucourde (Presidente Comunità Montana Valli Chisone e Germanasca),Giovanni Laurenti, Massimo Manavella (gestore rifugio Selleries), Ivano Challier(Presidente sezione Coltivatori di Usseaux).Modera: Furio Chiaretta (direttore rivista Alp).

 

>>>>>Mercoledì 9 Aprile alle ore 21 presso la Società Operaia di Villar Perosa  la proiezione di un documentario sul Precariato “ Parole Sante” audio -mp3

 

 


crisi

E' la crisi della produzione industriale a provocare la disperata ricerca di espedienti per valorizzare i capitali nella circolazione, non viceversa. Ecco perché i capitalisti - finanziarizzati e disperati - raschiano il fondo del barile nella folle speranza di vedere il loro denaro aumentare negli scambi di denaro; ecco perché rubano i risparmi alle vecchiette e vendono patacche di titoli che inglobano i mutui dei poveracci, le loro carte di credito insolventi, perfino i futures sulle loro pensioni e sulle loro tombe. Mentre per le stesse ragioni prenotano materie prime a venire e dislocano le loro industrie in Cina, si danno alla speculazione monetaria, ecc. ecc. Perfino le nazioni non possono evitare di essere coinvolte in questa follia: ed ecco esplodere i fondi sovrani, gestiti da Stati che si comprano banche e fondi d'investimento di altri Stati. E non c'è niente da fare, perché l'aumento del debito-credito è una situazione particolare di rendita che permette agli Stati Uniti di sopravivere. E ricattano il mondo: se volete il capitalismo, essi dicono, dovete alimentare il suo motore primo, che pulsa a Washington.

A causa di questo ricatto si può tranquillamente escludere due opzioni: 1) che quel particolare debitore rappresentato dagli USA si lasci pignorare fabbriche e case; 2) che un giorno paghi il suo debito. Perciò al mondo capitalistico non resta altro da fare che tenerlo a galla. Se ci riesce.

 

STORIELLA

  notizie ansa Economia

credito/Bauman - pdf liberazione  titoli italiani - 14.10.08

CRONOLOGIA CRISI -PDF   video report link

la debacle dei fondi pensione - pdf repubblica

   Enron-Parmalat -pdf

università popolare di Attac - link

 

vedere

11 precarie di legnano si vendono

 per un posto di lavoro.flv- video

buone ferie