Domenico Libralon

La mia esperienza alla Riv- tratto dall'intervista del 20.2.2001 a cura di Loredana Prot per il laboratorio di storia dell'Istituto Marro-Villar P.

 

 

Domenico Libralon : padre veneto e madre toscana.Nonni contadini e mugnai.Un incrocio quindi di tradizioni e di percorsi esistenziali legati all’emigrazione nel Piemonte industriale nella prima parte del Novecento.

Villar Perosa  e Siena sono stati i luoghi affettivi della  sua vita.

La RIV , il Comune, il partito i poli del suo lungo impegno.

In fabbrica ha partecipato al movimento sindacale confederale, alle lotte operaie e contrattuali nei duri anni a cavallo tra il 50 e il 60 ed ha rivestito cariche di rappresentanza nella commissione interna.

Si  è iscritto abbastanza presto alla sezione villarese del Partito Socialista , corrente lombardiana, e ne è diventato l’animatore e il punto di riferimento fino al termine della sua vita.

In consiglio comunale, con Agnelli sindaco, ha rappresentato per anni e con pochi altri la bandiera della opposizione rigorosa, puntuale e propositiva.

Dopo aver lasciato la fabbrica per una attività commerciale ha lavorato per una presenza più radicata del Partito a livello territoriale.

Ha vissuto con sofferenza le traversie dei partiti storici della Prima Repubblica e la fine ingloriosa del socialismo craxiano.

Non ha cambiato bandiera, si è sempre dato da fare nelle varie occasioni elettorali e non solo, per l’unità e l’affermazione della sinistra, ha partecipato convinto a varie forme di associazionismo solidale.

E’ morto socialista come il suo nonno toscano l’8 giugno

Mauro Ughetto


 

 

 Domenico Libralon - allora operaio RIV fu eletto nella lista della Fiom per la commissione interna nel 1965

vedi

Renzo Tibaldo- Le officine Riv- Il centro della ragnatela

note.

Elezioni Commissione Interna Riv Villar Perosa

1965

 

 

Elettori operai 4262, votanti 3744.

Lista Fiom 1249 voti;

eletti Barotto Corrado, 374 preferenze; Libralon Domenico, 621; Morero Eugenio, 660; Coucourde Ilario, 532.

Lista Cisl 946 voti;

eletti: Bertalmio Giancarlo, 242 preferenze; Camusso Beniamino, 351; Chiriotti Antonio, 551.

Lista Uil-Unità Socialista 793 voti;

eletti: Becchio Giovanni, 369 preferenze; Albertengo Riccardo, 299.

Lista Indipendenti 327 voti;

eletto: Rambaudi Giuseppe, 200 preferenze.

 

Elettori capi e impiegati 371, votanti 320.

Lista Uil-Unità Socialista 218 voti;

eletto: Pronello Michele, 162 preferenze.

Dal libro

RIV- storia dello stabilimento di Villar Perosa

G.V.Avondo-V.Bruno- L.Tibaldo

edito da Alzani Editore- Pinerolo 1999-

per concessione dell'autore e accordo con la casa editrice pubblichiamo il capitolo III

LE OFFICINE RIV: IL CENTRO DELLA RAGNATELA- Lorenzo Tibaldo

prima parte

seconda parte

terza parte

quarta parte

quinta parte

sesta parte

settima parte

appendice- note e bibliografia