index

dove siamo (dove c'è la crocetta nella foto aerea)

-Via Bignone 89-Pinerolo(TO)-tel./fax 0121 321729

e-mail scrivere a : alpcub@associazionelavoratoripinerolesi.it

Perché è nata ALP? documento 1995

 

E’nata nell’autunno 1995 dalla iniziativa di un gruppo di militanti e delegati sindacali del Pinerolese che dopo le vicende delle pensioni hanno compreso che bisognava trovare un altro modo per affrontare i problemi dei lavoratori.

Avete perciò lasciato Cgil Cisl Uil?

Sì, la grande maggioranza ha dato e darà le dimissioni, perché dopo anni di battaglie e impegno all’interno delle Confederazioni ha compreso che è diventato impossibile far sentire la propria voce, far sentire i problemi dei lavoratori, chi decide è sempre il gruppo dirigente, la burocratizzazione dei sindacati confederali impedisce ogni tentativo di rinnovamento.

Il dissenso sulle pensioni è sufficiente per giustificare la scelta di ALP?

Intanto bisogna dire che il dissenso nel nostro territorio è stato molto grande, il referendum indetto da Cgil Cisl e Uil ha visto prevalere i NO all’accordo con il 63% dei voti, compresi i voti dei pensionati. Un così grande dissenso, non isolato nel paese perché importanti categorie come i metalmeccanici si sono pronunciate per il NO, contiene elementi di critica notevoli alla linea della partecipazione subalterna e alla democrazia sindacale. Elementi sufficienti per operare scelte che ora ci dividono, ma che ci permettono di evitare il disimpegno nella lotta per cambiare il mondo del lavoro.

Ma cos’è ALP?

ALP come dice lo statuto è un’organizzazione sindacale, culturale e di mutuo soccorso, che si prefigge il miglioramento delle condizioni di vita e lavoro dei lavoratori, la ricerca degli elementi fondamentali per la costruzione di un sindacato che sia effettivamente dei lavoratori, unitario, intercategoriale e nazionale.

ALP si ispira a valori di giustizia, solidarietà. uguaglianza nel riconoscimento e valorizzazione delle specificità. ALP trae ispirazione da una visione classista della società e fonda la sua azione con la contrattazione a tutti i livelli e con l’uso del conflitto come mezzo di regolazione democratica degli interessi diversi presenti nella nostra società. Con ALP vogliamo quindi fare un’esperienza non subalterna al Governo e al Padronato e praticare modelli organizzativi meno burocratici.

Cosa vuol fare ALP all’inizio della sua attività?

Tre sono le cose che dovremmo fare subito, la prima è quella di ricostruire la rappresentanza dei lavoratori nei luoghi di lavoro dove le dimissioni delle RSU sono state elevate. Ciò ci richiederà in certe situazioni l’accettazione di un regolamento elettorale scaturito dagli accordi interconfederali che non ci piace, ma che ci permette di confrontarci direttamente con i lavoratori. Come seconda cosa dobbiamo approfondire la conoscenza con altre organizzazioni di base (CUB, COBAS, ecc) che hanno fatto esperienza in diversi settori ed hanno una dimensione nazionale. Come terza cosa dobbiamo avviare forme di solidarietà e di mutuo soccorso, come l’assistenza legale, l’assistenza fiscale, il lavoro di patronato, un fondo di assistenza economica per i casi particolari.

Cosa pensate di fare con questo fondo di assistenza economica?

Intervenire nei casi particolari di licenziamento per rappresaglia, durante lotte particolari, sostenere durante i periodi di basso salario i lavoratori che devono affrontare spese mediche o altre spese rilevanti e improrogabili, intervenire inoltre con forme più semplici e di modeste quantità, far sentire concretamente questa nostra solidarietà.

Una associazione solo territoriale non è un grosso limite?

Sì certo, però ha anche un pregio che ci consente di conoscere meglio la realtà, la storia, le condizioni dei lavoratori associati, e praticare meglio la democrazia che vogliamo. Poi come citato prima, i limiti territoriali pensiamo di superarli con affiliazioni o altre forme di collaborazione con le altre associazioni o organizzazioni presenti sul territorio nazionale.

L'8 febbraio del 1999 si è raggiunto un accordo per l'adesione alla CUB - Confederazione Unitaria di Base e il 2 febbraio 2002 è stato modificato in tal senso anche lo Statuto di Alp/Cub.


assemblea generale alpcub

L'Assemblea Generale 2013 si è TENUTA SABATO 14 ORE 14,30-18.30
presso il Circolo Stranamore.

AUDIO

RELAZIONE   DIBATTITO/A      DIBATTITO/B  


documenti vari

Intervista su ALP e Beloit ecc (marzo 1999)

Intervista su ALP, Beloit (gennaio 2000)

intervista video a Franco Breuza skf alp 180 Mb 1999

Intervista a Piero Baral Luzenac alp - 79 Mb  1999

Intervista video a Paola Alp  Scuola-  67 Mb   1999

Corteo 1 maggio Villar Perosa video

 

assemblea annuale alpcub - 17 aprile 2010 pdf

 

Alp (breve storia di alp e del suo lavoro - da aggiornare)

14a Assemblea alpcub 2009

  -12a Assemblea alpcub -2007

11a assemblea alpcub 11-3-06

articolo su Riforma di Giorgio Gardiol  

Relazione del Presidente alla decima assemblea annuale di alp - 2005

Assemblea generale ALP/CUB- relazione del presidente - 2/02/02 ----Appunti dal dibattito

Sintesi Assemblea 2001 ALP/CUB

Intervista su ALP e Beloit ecc (marzo 1999)

Intervista su ALP, Beloit (gennaio 2000)

Relazione per la quinta Assemblea Generale dei Soci dell'ALP (1999)

Relazione per la terza Assemblea Generale dei Soci dell'ALP (1998)

un operaio parla di sé e di Alp

atti convegno Alp sulla democrazia (26/10/96)

Storia internazionale del sindacato