Sciopero generale nazionale per la casa 19 novembre 1969

19 novembre 1969, sciopero nazionale per la casa. Corteo per Pinerolo di
1.500 persone (operai, studenti, cittadini, qualche sacerdote e
seminarista) fino alla Riv. Angelo Polastro, Franco Cavanosio, Agostino
Vera, Luigi Moine, Giuseppe Bessone, tutti sacerdoti, scriveranno una
lettera aperta di appoggio: "I membri del popolo di Dio che camminano
nella storia non possono rimanere indifferenti di fronte agli eventi".
Tonino Chiriotti (Fim-Cisl) risponde agli attacchi del preside del
"Buniva" don Cavallone: " penoso assistere allo spettacolo di un prete
che senza cognizione di causa sulla condizione operaia alla Riv-Skf si
scatena con tanta violenza contro i manifestanti". Gli studenti si
riuniscono in assemblea in piazza Fontana.  (cronologia eco)

+ estratto storia gpv su beidana
http://www.alpcub.com/giornale.pdf