Siglato l’ennesimo contratto "bidone"

CGIL CISL UIL ed il solito codazzo di finti AUTONOMI hanno concordato con l’ARAN il rinnovo del biennio economico per i lavoratori del comparto sanità.

Ancora una volta si proclama a gran voce (vedi manifestazione nazionale del 30 Marzo) la questione salariale poi nelle stanze dei bottoni si sigla tutt’altro.

Si sparano titoloni sui giornali con cifre "esorbitanti" ma quando si legge la bozza siglata viene a galla ben altra verità; vediamo alcuni aumenti per alcune categorie:

A queste "cospicue" somme vanno aggiunte fino a 85.000£ di incentivazione, come al solito lasciate alla discrezione dei Dirigenti.

Questi sono i veri aumenti in paga base

A queste cifre va aggiunta per alcune categorie la già denunciata "alchimia contrattuale", che riguarda in particolare alcune categorie Infermieri Professionali, Tecnici di Laboratorio e di Radiologia ed altre figure sanitarie ex 6° livello, un passaggio di fascia dalla "C" alla "D" che comporta un aumento di 220.000£ da Settembre 2001. Questo aumento non è altro che "fumo agli occhi" perché avevamo chiesto dignità professionale che ancora una volta ci viene negata, l’aumento è irrisorio se paragonato ad altri professionisti del settore vedi i Medici 1.500.000£ per l’esclusività del rapporto di lavoro e perché le condizioni di lavoro non mutano e rimangono insostenibili come oggi.

La RdB dice NO a questo contratto TRUFFA

MA NON BASTA: questo accordo è del tutto ipotetico poiché il comitato di settore non ha a tutt’oggi deliberato la disponibilità economica per la copertura dell’accordo stesso.

Organizziamoci per respingere l’ennesima truffa e per costruire la mobilitazione del settore per ottenere risposte vere.